Bonus fiscali per i condomini minimi: OK anche senza Codice Fiscale

    121

    Con la circolare 3/E, datata 2 marzo 2016, il Fisco aggiusta u il tiro a favore dei condomini minimi. Nel documento si afferma che, nel caso in cui i pagamenti riferiti alle spese sulle parti comuni dell’edificio vengano pagate dai singoli condòmini (o anche da uno solo di essi delegato come rappresentante) usando il loro codice fiscale, la detrazione è ritenuta comunque concedibile. La soluzione del codice fiscale condominiale continua ovviamente a rimanere attiva (e privilegiata).

    Il nostro esperto Fabio Fusano, titolare dello Studio di consulenza Biz Consulting e autore dell’ebook top seller Le detrazioni fiscali sulla casa 2016, torna sull’analisi della importante circolare dell’Agenzia delle Entrate. Oltre al video è possibile leggere l’analisi dedicata al condominio minimo pubblicato sul sito dello studio.

    Per chi volesse approfondire gli altri temi della circolare 3E/2016, sono disponibili le video analisi su sanitari del bagno e detrazioni fiscali e sostituzione della caldaia e accesso al bonus mobili.

    Gli ebook operativi su detrazioni 2016 e IVA in edilizia

    Per sapere tutto sulle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici (spiegati come non è mai stato fatto) e sul trattamento di IVA agevolata in edilizia, Ediltecnico consiglia gli ebook operativi di Fabio Fusano e di Lisa De Simone.

    Iva in edilizia: come applicarla - II edizione

    Iva in edilizia: come applicarla - II edizione

    Lisa De Simone, 2016, Maggioli Editore

    Questa Guida in formato pdf,  giunta alla 2° edizione, affronta le problematiche relative alla gestione dell'IVA nel mondo dell'edilizia e degli immobili, in particolare per acquisti, appalti, manutenzioni e ristrutturazioni, anche a seguito delle recenti modifiche apportate dalla Legge...



    Condividi