Testo normativa

Articolo 5 - Criteri di controllo della qualita’ del servizio di certificazione energetica
G.U. 27/6/2013 n. 149

Criteri di controllo della qualita’ del servizio di certificazione energetica

1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano procedono ai controlli della qualita’ del servizio di certificazione energetica reso dai Soggetti certificatori attraverso l’attuazione di una procedura di controllo congruente con gli obiettivi del decreto legislativo e le finalita’ della certificazione energetica, coerentemente agli indirizzi di cui all’articolo 4, comma 2, lettera e). Ove non diversamente disposto da norme regionali i predetti controlli sono svolti dalle stesse autorita’ competenti a cui sono demandati gli accertamenti e le ispezioni necessari all’osservanza delle norme relative al contenimento dei consumi di energia nell’esercizio e manutenzione degli impianti di climatizzazione, ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo. 
2. Ai fini del comma 1, i controlli sono prioritariamente orientati alle classi energetiche piu’ efficienti e comprendono tipicamente: 
a) l’accertamento documentale degli attestati di certificazione includendo in esso anche la verifica del rispetto delle procedure; 
b) le valutazioni di congruita’ e coerenza dei dati di progetto o di diagnosi con la metodologia di calcolo e i risultati espressi; 
c) le ispezioni delle opere o dell’edificio.


Articolo 4

Funzioni delle Regioni e Province autonome
Disposizioni finali

Torna all'Elenco Articoli Decreto Presidente della Repubblica 16/4/2013 n. 75