Testo normativa

Articolo 69 - Incompatibilita’ ed ineleggibilità
G.U. 21/6/2013 n. 144

CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 9/8/2013, N. 98
-------------------------------------------------------------------------------------

TITOLO III - MISURE PER L’EFFICIENZA DEL SISTEMA GIUDIZIARIO E LA DEFINIZIONE DEL CONTENZIOSO CIVILE
CAPO I - Giudici ausiliari

Incompatibilita’ ed ineleggibilità

Incompatibilita’ ed ineleggibilita’ 1. Al giudice ausiliario si applica la disciplina delle incompatibilita’ e delle ineleggibilita’ prevista per i magistrati ordinari.
2. Il giudice ausiliario, nominato tra i candidati di cui all’articolo 63, comma 3, lettera d), non puo’ svolgere le funzioni presso la corte di appello nel cui distretto ha sede il consiglio dell’ordine cui era iscritto al momento della nomina o nei cinque anni precedenti.
3. Gli avvocati che svolgono le funzioni di giudice ausiliario non possono esercitare la professione dinanzi agli uffici giudiziari del distretto di Corte di appello in cui svolgono le funzioni, e non possono rappresentare, assistere o difendere le parti di procedimenti trattati dinanzi agli uffici giudiziari del medesimo distretto neppure nei successivi gradi di giudizio.
4. Gli avvocati che svolgono le funzioni di giudice ausiliario non possono rappresentare, assistere o difendere, anche presso uffici di altri distretti di corte d’appello, le parti di procedimenti in relazione ai quali hanno svolto le funzioni. Il divieto si estende ad altro avvocato di lui socio o con lui associato. (1)
-----------

(1) Articolo modificato dalla legge di conversione 9/8/2013, n. 98.


Articolo 68

Collegi e provvedimenti. Monitoraggio
Astensione e ricusazione

Torna all'Elenco Articoli Decreto Legge 21/6/2013 n. 69