Testo normativa

Articolo 26 - Moratoria delle rate di finanziamento dovute dalle imprese concessionarie di agevolazioni
SO 26/6/2012 n. 147

CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 7/8/2012, N. 134
----------------------------------------------------------------------------------------

 

Titolo III - MISURE URGENTI PER LO SVILUPPO ECONOMICO

Capo I - Misure per la crescita sostenibile

Moratoria delle rate di finanziamento dovute dalle imprese concessionarie di agevolazioni

1. In relazione ai finanziamenti agevolati gia’ concessi dal Ministero dello sviluppo economico a valere sul Fondo di cui all’articolo 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46, e dal Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca a valere sul Fondo per le agevolazioni alla ricerca (FAR) di cui all’articolo 5 del decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297, puo’ essere disposta, per una sola volta, una sospensione di dodici mesi del pagamento della quota capitale delle rate con scadenza non successiva al 31 dicembre 2013. La sospensione determina la traslazione del piano di ammortamento per un periodo di dodici mesi. Gli interessi relativi alla rata sospesa sono corrisposti alle scadenze originarie ovvero, ove le rate risultino gia’ scadute alla data di concessione del beneficio, entro sessanta giorni dalla predetta data, maggiorati degli interessi di mora. A tal fine il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, con decreti di natura non regolamentare da adottare entro novanta giorni dall’entrata in vigore del presente decreto-legge, stabiliscono, per le agevolazioni di rispettiva competenza, condizioni e criteri per la concessione del suddetto beneficio nonche’ i termini massimi per la relativa richiesta, prevedendone l’applicazione anche alle iniziative nei cui confronti sia stata gia’ adottata la revoca delle agevolazioni in ragione della morosita’ nella restituzione delle rate, purche’ il relativo credito non sia stato iscritto a ruolo, e determinando, in tal caso, modalita’ di restituzione graduali. Qualora dalla traslazione del piano di ammortamento consegua il superamento dell’equivalente sovvenzione lordo massimo concedibile, il Ministero dello sviluppo economico e il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca provvedono, per le agevolazioni di rispettiva competenza, alla rideterminazione delle agevolazioni concesse all’impresa.
2. Dall’attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.


Articolo 25

Monitoraggio, controlli, attivita’ ispettiva
Riordino della disciplina in materia di riconversione e riqualificazione produttiva di aree di crisi industriale complessa

Torna all'Elenco Articoli Decreto Legge 22/6/2012 n. 83