Testo normativa

Allegato L - Criteri per l’attribuzione di punteggi per la scelta dei soggetti da invitare a presentare offerte
G.U. 10/12/2010 n. 288

La stazione appaltante seleziona i candidati ai quali spedire la lettera di invito a presentare l’offerta sulla base di una graduatoria compilata attribuendo ad ogni candidato un punteggio determinato in relazione ai seguenti elementi:

- fatturato di cui all’articolo 263, comma 1, lettera a), posseduto dal candidato;

- importo dei lavori per i quali sono stati svolti servizi di cui all’articolo 263, comma 1, lettera b), svolti dal candidato;

- importo dei lavori per i quali sono stati svolti di servizi di cui all’articolo 263, comma 1, lettera c), svolti dal candidato;

- numero medio annuo del personale tecnico di cui all’articolo 263, comma 1, lettera d), dipendente del candidato.

Il punteggio di ogni candidato è ottenuto sommando quelli calcolati mediante interpolazione lineare per ognuno dei suddetti elementi. Ai fini di tale calcolo è attribuito punteggio zero ai valori minimi stabiliti nel bando di gara e punteggio dieci ai valori pari o superiori a quattro volte quelli minimi.

Il punteggio è incrementato del cinque per cento qualora sia presente quale progettista nel candidato almeno un professionista che, alla data di pubblicazione del bando di cui all’articolo 264, abbia ottenuto l’abilitazione all’esercizio professionale da non più di cinque anni incrementato di un ulteriore uno per cento per ogni giovane professionista in più avente gli stessi requisiti di cui sopra fino ad un massimo del tre per cento.

Il punteggio è ulteriormente incrementato del dieci per cento qualora almeno un componente del candidato possieda il certificato di qualità aziendale.

Nel caso di candidati a pari punteggio la posizione in graduatoria è stabilita tramite sorteggio pubblico.


Allegato I

Valutazione delle proposte progettuali nei concorsi di progettazione
Contratti relativi a servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria metodi di calcolo per l’offerta economicamente più vantaggiosa

Torna all'Elenco Articoli Decreto Presidente della Repubblica 5/10/2010 n. 207