Testo normativa

Articolo 258 - Commissioni giudicatrici per il concorso di idee e per il concorso di progettazione
G.U. 10/12/2010 n. 288

PARTE III
CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A SERVIZI ATTINENTI ALL'ARCHITETTURA E ALL'INGEGNERIA NEI SETTORI ORDINARI

Titolo I
Disposizioni generali

Commissioni giudicatrici per il concorso di idee e per il concorso di progettazione

1. Per il concorso di idee e per il concorso di progettazione, l'attività della commissione giudicatrice, per interventi di particolare rilevanza, può essere preceduta da un'analisi degli aspetti formali e tecnici definiti nel bando. Tale analisi è svolta da una commissione istruttoria composta da almeno tre soggetti dipendenti della stazione appaltante o consulenti esterni.

2. La commissione giudicatrice opera secondo le seguenti modalità e procedure:

a) all'inizio della prima seduta acquisisce la relazione sui lavori svolti dalla commissione istruttoria, ove costituita, assumendo le relative decisioni sulla conformità dei progetti alle prescrizioni del bando;
b) esamina i progetti e valuta, mediante discussione, ciascuno di essi;
c) esprime i propri giudizi su ciascun progetto sulla base dei criteri resi noti nel bando, con specifica motivazione;
d) può procedere, ove ritenuto necessario, alla audizione dei concorrenti;
e) le decisioni sono assunte a maggioranza;
f) redige i verbali delle singole riunioni;
g) redige il verbale finale contenente la graduatoria, con motivazione per tutti i concorrenti;
h) consegna gli atti dei propri lavori alla stazione appaltante.

 


Articolo 257

Penali (art. 56, D.P.R. n. 554/1999)
Concorso di idee (art. 58, D.P.R. n. 554/1999)

Torna all'Elenco Articoli Decreto Presidente della Repubblica 5/10/2010 n. 207