Testo normativa

Articolo 28 - Certificazione energetica degli edifici
B.U.R 6/6/2007 n. 11

TITOLO IV - Rendimento energetico degli edifici

Certificazione energetica degli edifici

1. Ogni edificio di nuova costruzione nonché ogni edificio esistente di superficie utile superiore a 1000 metri quadrati oggetto di ristrutturazione edilizia integrale di cui all’articolo 26, comma 1, lettera b) deve essere dotato di attestato di certificazione energetica, a cura del costruttore e redatto secondo quanto stabilito dal regolamento di cui all’articolo 29.
2. Ogni immobile che non ricada nel campo di applicazione di cui al comma 1 deve essere dotato, all’atto della compravendita o della locazione, di attestato di certificazione energetica secondo le seguenti scadenze:
a) entro sei mesi dall’emanazione del regolamento di cui all’articolo 29 per gli edifici superiori a 1000 metri quadrati;
b) entro dodici mesi dall’emanazione del regolamento di cui all’articolo 29 per gli edifici fino a 1000 metri quadrati;
c) entro diciotto mesi dall’emanazione del regolamento di cui all’articolo 29 per le singole unità immobiliari.
[3. Nel caso di compravendita di immobile l’attestato di certificazione energetica è allegato all’atto di compravendita.] (1)
[4. Nel caso di locazione l’attestato di certificazione energetica è messo a disposizione del locatario dal proprietario in copia conforme all’originale in suo possesso.] (1)
5. La certificazione per unità immobiliari facenti parte di uno stesso fabbricato, quali gli appartamenti di un condominio, può fondarsi, oltre che sulla valutazione dell’unità immobiliare interessata:
a) su una certificazione comune dell’intero edificio per i fabbricati dotati di un impianto termico centralizzato;
b) sulla valutazione di un’altra unità immobiliare rappresentativa dello stesso fabbricato e della stessa tipologia.
6. L’attestato di certificazione energetica ha una durata massima di dieci anni ed è aggiornato ad ogni intervento di ristrutturazione che modifica la prestazione energetica dell’edificio o dell’impianto.
7. L’attestato di certificazione energetica deve avere i contenuti previsti dal regolamento di cui all’articolo 29, comprendenti, fra l’altro, i valori di efficienza energetica vigenti a norma di legge e i dati relativi all’efficienza energetica propri dell’edificio.
L’attestato di certificazione energetica dovrà inoltre essere conforme al modello contenuto nello stesso regolamento.
8. Negli edifici di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico la cui metratura totale supera i 1.000 metri quadrati, l’attestato di certificazione energetica è affisso nell’edificio cui si riferisce in un luogo facilmente visibile al pubblico.
---------

(1) Comma abrogato dall'art. 3, L.R. 24/11/2008, n. 42.


Articolo 27

Valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili
Regolamento

Torna all'Elenco Articoli Legge Regionale Liguria 29/5/2007 n. 22