Testo normativa

Articolo 4 - Piano Energetico Ambientale Regionale
B.U.R 6/6/2007 n. 11

TITOLO I - Finalità e competenze

Piano Energetico Ambientale Regionale

1. Il Piano Energetico Ambientale Regionale è lo strumento di attuazione della politica energetica regionale.
2. Il Piano definisce, anche nel rispetto degli obiettivi del protocollo di Kyoto del 10 dicembre 1997 sulla riduzione e limitazione delle emissioni di gas serra ed in accordo con la pianificazione regionale in materia di inquinamento atmosferico, gli obiettivi energetici regionali, individua le azioni necessarie per il raggiungimento delle finalità di cui all’articolo 1 nonché gli indicatori per la valutazione dei risultati raggiunti. Definisce inoltre:
a) i fabbisogni energetici regionali stimati e le dotazioni infrastrutturali necessarie;
b) gli obiettivi di contenimento dei consumi energetici e di efficienza energetica nei diversi settori produttivo, residenziale e dei servizi;
c) gli obiettivi di sostenibilità energetica del settore trasporti;
d) gli obiettivi di diversificazione delle fonti energetiche e di riduzione della dipendenza dalle fonti fossili;
e) lo sviluppo della produzione di energia dalle fonti rinnovabili;
f) gli obiettivi di sviluppo e riqualificazione delle fonti energetiche;
g) gli indirizzi per la prevenzione dell’inquinamento luminoso;
h) le risorse necessarie all’attuazione delle misure prioritarie, in conformità con le previsioni del bilancio pluriennale.
3. Il PEAR, integrato con la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), è redatto assicurando il confronto con i soggetti istituzionali e gli operatori del settore.
4. Il PEAR, approvato dal Consiglio regionale, su proposta della Giunta, ha validità per un periodo di cinque anni e può essere aggiornato anche per singole parti.


Articolo 3

Sistema della programmazione e pianificazione
Monitoraggio

Torna all'Elenco Articoli Legge Regionale Liguria 29/5/2007 n. 22