Testo normativa

Articolo 22 - Traffico veicolare
B.U.R 11/12/2006 n. 50 S.O.1

TITOLO III - Misure prioritarie

Traffico veicolare

1. Fermo quanto disposto dai commi 3, 4, 5 e 6 dell’articolo 13, sono disposte le seguenti misure prioritarie di limitazione alla circolazione e all’utilizzo dei veicoli: a) dal 1° luglio 2007 sono limitati la circolazione e l’utilizzo di:
1) veicoli di categoria M2 (veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 t), non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE del Consiglio del 26 giugno 1991 (Direttiva del Consiglio che modifica la direttiva 70/220/CEE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli stati membri relative alle misure da adottare contro l’inquinamento atmosferico con le emissioni dei veicoli a motore) e direttive successive (veicoli detti “pre Euro 1”);
2) veicoli di categoria M3 (veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima superiore a 5 t) non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e direttive successive (veicoli detti “pre Euro 1”);
3) veicoli a due e tre ruote di categoria L1, L2, L3, L4, L5 non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e direttive successive (veicoli detti “pre Euro 1”);
b) dal 1° ottobre 2007 sono limitati la circolazione e l’utilizzo di tutti i veicoli non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e direttive successive (veicoli detti “pre Euro 1”);
c) dal 1° ottobre 2008 sono limitati la circolazione e l’utilizzo dei veicoli alimentati a gasolio, omologati ai sensi delle direttive riportate nell’Allegato A (veicoli classificati “Euro 1”).
2. La Giunta regionale definisce le modalità di attuazione delle limitazioni alla circolazione e all’utilizzo dei veicoli, di cui al comma 1. La Giunta regionale può concedere deroghe ai veicoli regionali sottoposti al controllo periodico dei gas di scarico che abbiano ottenuto la documentazione attestante la regolarità delle emissioni, di cui all’articolo 17, comma 2.
3. La Giunta regionale definisce modalità specifiche di regolamentazione della circolazione e dell’utilizzo dei veicoli classificati come macchine operatrici, di cui all’articolo 58 del d.lgs. 285/1992, nonché modalità di regolamentazione dell’utilizzo di apparecchi a motore, quali tagliaerba e decespugliatori.
4. Le limitazioni alla circolazione dei veicoli di cui al comma 1 sono ridefinite a seguito all’avvenuto rispetto, per dodici mesi consecutivi, dei limiti di concentrazione previsti dalla normativa vigente.
5. Per i veicoli classificati ai sensi dell’articolo 54, comma 1, lettere f) e g), del d.lgs. 285/1992, i termini di applicazione delle limitazioni di cui al comma 1 sono posticipati alla medesima data dell’anno solare successivo a quello ivi indicato per ciascuna tipologia di veicolo.

Articolo 21

Inventario regionale dei depositi di carbonio
Rinnovo e riqualificazione del parco autobus e filobus destinato ai servizi del trasporto pubblico locale

Torna all'Elenco Articoli Legge Regionale Lombardia 11/12/2006 n. 24