Testo normativa

Articolo 69 - Condizioni particolari di esecuzione del contratto prescritte nel bando o nell'invito
G.U. 2/5/2006 n. 100

Parte II
CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI
SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI ORDINARI

Titolo I
CONTRATTI DI RILEVANZA COMUNITARIA

Capo III
Oggetto del contratto, procedure di scelta del contraente e selezione delle offerte

Sezione II
Bandi, avvisi e inviti

Condizioni particolari di esecuzione del contratto prescritte nel bando o nell'invito
(art. 26, direttiva 2004/18; art. 38, direttiva 2004/17)

1. Le stazioni appaltanti possono esigere condizioni particolari per l'esecuzione del contratto, purche' siano compatibili con il diritto comunitario e, tra l'altro, con i principi di parita' di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalita', e purche' siano precisate nel bando di gara, o nell'invito in caso di procedure senza bando, o nel capitolato d'oneri.

2. Dette condizioni possono attenere, in particolare, a esigenze sociali o ambientali.

3. La stazione appaltante che prevede tali condizioni particolari puo' comunicarle all'Autorita', che si pronuncia entro trenta giorni sulla compatibilita' con il diritto comunitario. Decorso tale termine, il bando puo' essere pubblicato e gli inviti possono essere spediti.

4. In sede di offerta gli operatori economici dichiarano di accettare le condizioni particolari, per l'ipotesi in cui risulteranno aggiudicatari.


Articolo 68

Specifiche tecniche
Termini di ricezione delle domande di partecipazione e di ricezione delle offerte

Torna all'Elenco Articoli Decreto legislativo 12/4/2006 n. 163