Testo normativa

Articolo 47 - Imprese stabilite in Stati diversi dall'Italia
G.U. 2/5/2006 n. 100

Parte II
CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI
SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI ORDINARI

Titolo I
CONTRATTI DI RILEVANZA COMUNITARIA

Capo II
Requisiti dei partecipanti alle procedure di affidamento

Operatori economici stabiliti in Stati diversi dall'Italia
(art. 20-septies, d.lgs. n. 190/2002) (1)

1. Agli operatori economici stabiliti negli altri Stati aderenti all'Unione Europea, nonche' a quelle stabilite nei Paesi firmatari dell'accordo sugli appalti pubblici che figura nell'allegato 4 dell'accordo che istituisce l'Organizzazione mondiale del commercio, o in Paesi che, in base ad altre norme di diritto internazionale, o in base ad accordi bilaterali siglati con l'Unione Europea o con l'Italia che consentano la partecipazione ad appalti pubblici a condizioni di reciprocita', la qualificazione e' consentita alle medesime condizioni richieste alle imprese italiane. (2)

2. Per gli operatori economici di cui al comma 1, la qualificazione di cui al presente codice non e' condizione obbligatoria per la partecipazione alla gara. Essi si qualificano alla singola gara producendo documentazione conforme alle normative vigenti nei rispettivi Paesi, idonea a dimostrare il possesso di tutti i requisiti prescritti per la qualificazione e la partecipazione gli operatori economici alle gare. E' salvo il disposto dell'articolo 38, comma 5. (2)
-----

(1) Rubrica modificata dall'art. 1, comma 1 lettera l), d.lgs. 11/09/2008 , n. 152.
(2) Comma modificato dall'art. 1, comma 1 lettera l), d.lgs. 11/09/2008 , n. 152.


Articolo 46

Documenti e informazioni complementari - Tassativita' delle cause di esclusione
Controlli sul possesso dei requisiti

Torna all'Elenco Articoli Decreto legislativo 12/4/2006 n. 163