Home Tag QUALITÀ DELL’ARIA INDOOR

QUALITÀ DELL’ARIA INDOOR

Ambiente indoor significa spazio confinato non industriale adibito a dimora, svago, lavoro e trasporto, così come definito nell’accordo tra il Ministero della salute, le Regioni e le Province autonome del 27 settembre 2001. Si tratta delle abitazioni, degli uffici pubblici e privati, gli ospedali, le scuole, gli alberghi, le banche, i locali destinati ad attività ricreative e sociali, i mezzi di trasporto.

qualità aria indoor

Si tratta degli ambienti in cui trascorriamo gran parte del nostro tempo e in cui siamo esposti in modo prolungato alle sorgenti di inquinamento indoor. Per questo motivo, l’ambiente va curato e progettato in modo da limitare il più possibile i danni sulle persone, garantire loro il benessere abitativo e una qualità dell’aria indoor migliore possibile, attraverso l’utilizzo di materiali (come vernici ma anche elementi di arredo) salutari e sistemi di ventilazione adeguati, che garantiscano il ricambio dell’aria, come la ventilazione meccanica controllata VMC.

La normativa. Ecco gli accordi della Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato, le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano:
18 novembre 2010 (Linee di indirizzo per la prevenzione nelle scuole dei fattori di rischio indoor per allergie ed asma),
5 ottobre 2006 (Linee guida per la definizione di protocolli tecnici di manutenzione predittiva sugli impianti di climatizzazione) e
27 settembre 2001 (Linee-guida per la tutela e la promozione della salute negli ambienti confinati).

Gli articoli:

Gli ultimi articoli