Speciale Antisismica, news e approfondimenti tecnici

3631

In questa sezione dello Speciale Antisismica trovi una selezione di articoli e approfondimenti su verifica di agibilità degli edifici post sisma, responsabilità dei professionisti, verifica sismica degli edifici industriali e prevenzione del rischio sismico su edifici storici e monumentali.

Potrebbe interessarti il nuovo e-book sulle procedure da adottare in Somma Urgenza:

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

I recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale hanno posto in evidenza la necessità di poter attuare, con la massima tempestività possibile, tutti quegli interventi indispensabili alla tutela dell’incolumità delle persone e alla messa in sicurezza del tessuto edilizio oltre al patrimonio culturale. 

Molto spesso l’attivazione delle procedure previste in questi casi può ridurre in modo considerevole l’esposizione al rischio delle popolazioni e l’estensione dei danni a fabbricati e monumenti; questo risultato è conseguibile solo se tutti i tecnici interessati alle operazioni di soccorso e messa in sicurezza riescono ad attivare le attività richieste per il raggiungimento di queste finalità.

Questo ebook è stato predisposto dopo la pubblicazione dei d.l. n. 189/2016 e n. 205/2016, avvenuta l’11 novembre 2016, contenente “Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016” con la finalità di fornire un supporto operativo a tutti i soggetti impegnati negli interventi resi necessari dall’emergenza terremoto.

Il criterio regolatore è quello dell’analisi delle procedure e delle attività da avviare nei casi di “somma urgenza” che si determinano a seguito di eventi metereologici, idro-geologici o sismici di grande rilevanza e che costituiscono l’elemento generatore dei gravissimi danni a persone e cose che continuano a ripetersi con regolare frequenza e altrettanto regolare devastazione.

In questo senso è utile ricordare che tutto il materiale, procedure, informazioni e modulistica sono aggiornati con il d.lgs. 50/2016 – Nuovo codice degli appalti e i recenti decreti pubblicati per la specifica emergenza del terremoto.

Il presente lavoro si configura, pertanto, come un primo momento di raccolta degli elementi normativi di maggior rilevanza nell’ambito delle procedure di somma urgenza, di una serie di schemi operativi per facilitare la comprensione delle varie attività da svolgere oltre alla necessaria modulistica di attuazione.

Sono riportate delle tabelle o ideogrammi con le indicazioni per lo svolgimento dei vari passaggi sia per gli interventi su beni ordinari che sul patrimonio tutelato dei beni culturali con delle note esplicative per facilitare la comprensione dei processi e l’utilizzo della modulistica. 

Questo tipo di procedure , indicazioni e modulistica non sono direzionate esclusivamente alla emergenza sismica che si è venuta a verificare in questi mesi ma rappresentano una modalità operativa che è applicabile a tutte le situazioni in cui si verificano eventi di tale rilevanza da rendere necessaria l’attuazione di tali procedure.

Le figure interessate da queste informazioni sono certamente quelle che svolgono compiti esclusivamente tecnici legati alla rilevazione, analisi e quantificazione dei danni e delle misure urgenti da attuare ma si rivolgono anche agli amministratori, ai Sindaci e ai soggetti che, all’interno delle comunità interessate, hanno o avranno il compito di gestire l’emergenza e di avviare il sistema dei soccorsi, messa in sicurezza e ricostruzione delle strutture danneggiate.

Marco Agliata, Architetto, libero professionista, impegnato nel settore della programmazione, esecuzione e monitoraggio di opere pubbliche e private, esperto di problematiche ambientali, energetiche e della sicurezza. Svolge attività di consulenza per Enti pubblici e privati sulla programmazione e utilizzo delle risorse nazionali e comunitarie, progettazione, direzione lavori, attuazione, gestione e manutenzione degli interventi con particolare riguardo al recupero edilizio, difesa del suolo, valorizzazione territoriale e sostenibilità ambientale. E' autore di numerosi volumi in materia di opere pubbliche e problematiche ambientali.

Marco Agliata, 2016, Maggioli Editore
12.90 € 10.97 €

Il terzo Decreto Terremoto

Leggi Terzo Decreto Terremoto in Gazzetta: tutte le novità

I primi due Decreti Terremoto

Dopo i terremoti di agosto e ottobre 2016, sono stati pubblicati due decreti terremoto che ripartiscono competenze e fondi per ciascuno dei due eventi sismici.

Sul primo decreto terremoto: Decreto Terremoto: il testo in vigore e i contenuti

Sul secondo decreto terremoto: Secondo Decreto Terremoto: è in vigore, ecco come funziona

Per leggere di novità tecnologiche, servizi e prodotti per il consolidamento strutturale, la diagnostica, l’adeguamento antisismico, consultate la sezione dedicata ad Aziende e tecnologie per l’antisismica.

Antisismica, gli articoli dei nostri blogger

Nonostante la pubblicazione dell’Ordinanza della Protezione Civile n. 2 del 6 giugno 2012, che avrebbe dovuto far chiarezza sul tema dell’agibilità sismica, la Certificazione di Agibilità Sismica (C.A.S.) rimane invece un rompicapo dai contorni ancora poco chiari. Prova a spiegarcelo con rigore e semplicità l’ing. Giacomo Mecatti nel suo articolo dal titolo Certificazione di agibilità sismica, tra ordinanza 2/2012 e DL 74/2012.

Con il terremoto in Emilia, purtroppo, abbiamo assistito a un moltiplicarsi di esperti e pseudo esperti. Parla dei tanti, troppi, Ingegner Cane l’ing. Fabrizio Dellachà, che cerca di sgombrare alcuni dei luoghi comuni sull’antisismica nell’articolo dal titolo Il sisma e gli esperti improvvisati.

Cosa significa dichiarare agibile un edificio colpito da un sisma? Tratta dell’argomento l’ing. Pierpaolo Cicchiello in questo articolo dal titolo Terremoto Emilia, la responsabilità per l’agibilità dei fabbricati.

Antisismica ed edifici storici e monumentali

I terremoti in Italia mettono a rischio il patrimonio storico, artistico e culturale.

Tutela del patrimonio architettonico

Tutela del patrimonio architettonico

La circolare del 30/4/2015, n. 15 riporta “Disposizioni in materia di tutela del patrimonio architettonico e mitigazione del rischio sismico” ed ha il dichiarato scopo di “sensibilizzare” tutte le figure che hanno influenza sulla gestione del patrimonio culturale, indirizzando ad “un percorso culturale prima che tecnico”, in cui tale disposto si inserisce.
L’Italia, come noto, possiede un patrimonio vasto e diffuso di immobili di notevole valore storico-culturale, forse il maggiore a livello mondiale, che già solo per tali motivi deve essere tutelato e conservato in maniera efficiente.
A parte tale aspetto, esso, può rappresentare, in una nazione così ricca di valenze culturali, un’importante sorgente di introiti e di sviluppo economico e sociale.
Pertanto, la presa di coscienza e la gestione della problematica sismica, in un territorio che è stato di recente indicato come uno dei più critici a livello mondiale, assume un attuale ed urgente significato.

Le disposizioni della circolare n. 15/2015 stigmatizzano tali aspetti, raccogliendoli sotto la forma di quadro sintetico-tabellare (l’Allegato 1 della circolare), guidando il tecnico verso le caratteristiche e le potenziali carenze in ottica sismica degli immobili, pubblici e privati, oggetto di tutela. L’Allegato individua due classi di intervento (manutenzione straordinaria e miglioramento sismico) che spesso ricorrono nella pratica, e che sono state indicate come potenziale fonte di inesatte valutazioni rispetto alle azioni sismiche.

L’Allegato 1 è quindi un interessante punto di partenza per approfondire le tematiche ad esso correlate e allargare il quadro di conoscenza, spesso anche molto specialistica, che esso stesso sottende.

Il presente lavoro è volto a inquadrare gli aspetti inerenti tutela e rischio sismico negli edifici storici, illustrando e specificando i principi cardine al fine di rendere più agevole, e più consapevole, la compilazione dei vari campi, col fine di ottenere le giuste informazioni di ritorno a livello governativo.

Il testo, di lettura agile, è indirizzato a coloro che devono familiarizzare con la specificità del patrimonio culturale, siano essi professionisti incaricati della progettazione che del controllo e gestione di tali fasi.

Nicola Mordà, Ingegnere civile strutturista, si occupa di problematiche sismiche e diagnostica con riferimento alle costruzioni storiche.

Paola Boati Architetto, laureata in Restauro e Valorizzazione nel 2006. Da dieci anni svolge l’attività professionale occupandosi di progettazione sostenibile, ristrutturazioni e restauri, interior design, riqualificazione energetica e facility management.

N. Mordà, P. Boati, 2015, Maggioli Editore
5.93 € 5.04 €

Gli ultimi approfondimenti dell’ing. Centurani trattano dell’importante tema della ristrutturazione di edifici monumentali e di valore storico artistico:
Ristrutturazione e antisismica, le tecnologie per la sicurezza strutturale di edifici storici

– Ristrutturazione e antisismica, interventi per messa in sicurezza di edifici storici

Sul tema della messa in sicurezza degli apparati interni degli edifici storici abbiamo pubblicato Messa in sicurezza degli edifici storici: gli apparati interni, sempre a cura dell’ing. Centurani.

Antisismica, il Dossier di Ingegneri.cc

A cura dell’ing. Paolo Segala, CEO di CSPfea, è stato pubblicato un dettagliato articolo tecnico, ricco di materiali e link di interesse, dal titolo Dall’emergenza alla Sicurezza Sismica dei capannoni. Le nuove Linee Guida CSLLPP e le Linee di Indirizzo DPC.

Segnaliamo anche i seguenti articoli tecnici pubblicati nel Dossier Antisismica a cura dell’ing. Pierpaolo Cicchiello

Antisismica. Modellazione di edifici esistenti in muratura (parte I)
Antisismica. Metodo POR per la modellazione di edifici murari (parte II)
Antisismica. Metodo degli Elementi Finiti nella modellazione strutturale (parte III)
Antisismica. I metodi a telai equivalenti per la modellazione di strutture murarie (parte IV)

Antisismica. Gradi di conoscenza e Strutture in muratura (parte I)
Protezione antisismica di strutture in muratura. Modalità di intervento (parte II)
Protezione antisismica di strutture in muratura. Modalità di intervento (parte III)

Libri e ebook sull’antisismica

La selezione di LibreriaProfessionisti.it dei manuali operativi dedicati all’antisismica.

Interventi di recupero strutturale degli edifici in muratura

Interventi di recupero strutturale degli edifici in muratura

Le costruzioni in muratura, in molti casi caratterizzate da intrinseci valori artistici ed architettonici, rappresentano una parte importante del patrimonio strutturale italiano.
Materiali e tecniche di consolidamento caratterizzate da alte prestazioni e minimo impatto sulla struttura svolgono un ruolo cruciale nell'ambito della ristrutturazione e riabilitazione di tali strutture.
Molti dei difetti riscontrabili nelle costruzioni in muratura sono dovuti sia a tecniche costruttive e materiali impiegati nel tempo non adeguati alle azioni orizzontali (sisma e vento), sia a cedimenti di fondazioni e deterioramento connesso agli agenti atmosferici.
In aggiunta, durante la vita della struttura, questa può essere stata oggetto di modifiche di destinazione d'uso, inducendo sugli elementi strutturali portanti incrementi delle sollecitazioni agenti.
La conservazione ed il restauro di costruzioni esistenti assumono un ruolo di primaria importanza per il raggiungimento di un adeguato livello di sicurezza strutturale, soprattutto alla luce delle Norme Tecniche per le Costruzioni, che definiscono le strategie di intervento ed i requisiti che le strutture devono possedere, soprattutto nelle regioni ad alto rischio sismico.
Il volume, dopo aver affrontato il comportamento sismico sia delle strutture che delle costruzioni in muratura, illustra la valutazione e la verifica della sicurezza sismica delle costruzioni tradizionali e di quelle storiche, con esempi di applicazione del metodo dell'analisi limite.
Vengono, quindi, dettagliati i diversi metodi di intervento strutturale su strutture tradizionali e su quelle storiche.
Sono, infine, forniti due esempi completi di calcolo applicati rispettivamente ad un edificio tradizionale e ad uno storico.
Giuseppe Albano, è ingegnere civile, specializzato in ingegneria strutturale e sismica. è noto autore di numerosi testi sulla materia, relatore in convegni e seminari e istruttore esterno esperto di antisismica presso l'Ufficio Struttura Tecnica Provinciale (ex Genio Civile) di Foggia. collabora con docenti del Dipartimento di Ingegneria strutturale del Politecnico di Torino.
Roberto Cuzzilla, è ingegnere civile e dottore di ricerca in ingegneria dei materiali e delle strutture. si occupa di progettazione strutturale antisismica con particolare riguardo alle strutture storiche e monumentali. collabora con l'Università Federico II di Napoli.

Giuseppe Albano, Roberto Cuzzilla, 2012, Maggioli Editore
34.00 € 32.30 €

Linee guida per l’antisismica

Presentiamo in questa sezione una selezione di documentazione ufficiale utile a progettisti, tecnici e ingegneri sul tema della prevenzione del rischio sismico, caratteristiche strutturali dei materiali dei materiali e verifica degli edifici.

Sono disponibili le Linee di indirizzo per interventi locali e globali su edifici industriali monopiano non progettati con criteri antisismici presentate il 20 giugno 2012 dal Gruppo di Lavoro Agibilità Sismica dei Capannoni Industriali(Protezione Civile, ReLUIS, Assobeton, CNI).

Sul sito ReLUIS è disponibile il tool per l’invio di osservazioni, commenti e segnalazioni sulle Linee di indirizzo per la progettazione antisismica di edifici industriali

Linee Guida per la certificazione dell’idoneità tecnica all’impiego di materiali e prodotti innovativi in legno per uso strutturale approvata dalla prima sezione dei prima sezione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Dalla Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica (ReLUIS) e dalla Protezione civile la versione definitiva delle linee guida per la riparazione e il rafforzamento di strutture, tamponature e partizioni.

Sono stati diffusi e resi disponibili del Dipartimento della Protezione Civile i recenti studi sul tema, raccolti nel supplemento al n. 2/2011 della rivista Ingegneria Sismica edito dalla Pàtron Editore di Bologna: Contributi per l’aggiornamento degli Indirizzi e criteri per la microzonazione sismica.

Strutture prefabbricate

In questa sezione è possibile scaricare la documentazione redatta da Assobeton in collaborazione con ReLUIS. Si tratta del catalogo relativo a tipologie strutturali prefabbricate esistenti e due schedari, contenenti numerose tavole progettuali relative ad elementi strutturali e collegamenti di strutture prefabbricate. Tali documenti sono stati redatti nell’ambito del Progetto triennale 2005/08-DPC/RELUIS in collaborazione con Assobeton.

– Linee guida per la valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica

Linee di indirizzo per interventi locali e globali su edifici industriali monopiano non progettati con criteri antisismici

Catalogo delle tipologie strutturali prefabbricate esistenti

Schedario degli edifici prefabbricati in c.a.

Schedario dei collegamenti

Dal sito CSPfea segnaliamo il documento Buone Pratiche di Modellazione dei Prefabbricati in Zona Sismica che può essere scaricato gratuitamente previa registrazione al sito CSPfea

Le procedure per i danni da sisma

Dal sito CSPfea, segnaliamo un documento schematico delle procedure da seguire per la valutazione di strutture esistenti in zone dichiarate terremotate e non, tipo capannoni, monumenti, ecc.

Le procedure per i danni da sisma (sintesi per i tecnici e per proprietari attività produttive)

Ingegneria sismica

Il National Centre of Earthquake Engineering (NICEE) dell’Indian Institute of Technology in Kanpur ha effettuato un imponente lavoro di catalogazione, digitalizzando e mettendo online (con un pratico motore di ricerca) il catalogo degli atti di tutti i convegni mondiali di Ingegneria sismica dal 1956 a oggi.

Terremoto di Fukushima

La società geotecnica giapponese (JGS, Japanese Geotechnical Society) ha redatto e messo a disposizione per il download gratuito il resoconto delle proprie attività di studio e rilevazione a seguito del terremoto dello scorso 11 marzo 2011. Il testo dal titolo Geo-hazards During Earthquakes and Mitigation Measures – Lessons and Recommendations from the 2011 Great East Japan Earthquake, in lingua inglese, è disponibile sia nella versione integrale (33 Megabyte), sia nella versione sintetica (8 Megabyte).

La Stanford University ha pubblicato su Youtube il video di una conferenza (in lingua inglese), che ha visto un panel di esperti parlare di cosa è accaduto e quali sono state le ripercussioni sulla società giapponese.

Altre risorse e link utili

In questa sezione forniamo alcuni suggerimenti di siti autorevoli che trattano di antisismica e prevenzione del rischio sismico.

Il sito della regione Emilia-Romagna ha predisposto dei contenuti riguardanti i bandi di gara per la ricostruzione degli edifici e delle scuole

CPT e ANCE de L’Aquila hanno prodotto un manuale dal titolo Misure di prevenzione e protezione per la manutenzione dei sistemi di sicurezza e delle opere provvisionali realizzate sui manufatti a seguito di eventi calamitosi

Segnaliamo anche la Pagina ENEA dedicata alla antisismica. Sempre sul sito dell’Ente  è disponibile una raccolta di video su prevenzione del rischio sismico,  dal canale web ENEA con approfondimenti sul tema della liquefazione delle sabbie, edilizia industriale e studi di previsione, sicurezza sismica ed efficienza energetica e molto altro

Il sito dell’INGV (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) ha una sezione INGV Terremoti interamente dedicata ai terremoti  con segnalazione degli eventi sismici nel mondo, approfondimenti di sismologia e news in tempo reale.

Sempre a cura dell’INGV segnaliamo una raccolta di 50 fotografie inedite del terremoto in Emilia che mostrano alcuni fenomeni finora sconosciuti, quali ad esempio quelli legati alla liquefazioni delle sabbie.

Per le norme comportamentali da tenere in caso di terremoto vale la pena visitare il sito della Protezione Civile. Il sito dell’Associazione IO NON TREMO! fornisce notizie su manifestazioni, eventi, mostre e recensioni di libri riguardanti i terremoti, l’antisismica e la prevenzione del rischio sismico.

Per chi volesse approfondire ulteriormente il tema dell’antisismica anche sotto aspetti più generali consigliamo i siti di EduRisk e Orent, che tra l’altro offrono molte risorse e una rassegna stampa “ragionata”. Per i tecnici, invece, sono utili le informazioni e i materiali che si possono trovare sui siti di Eucentre e di ReLuis.

 

Condividi