Fondi per l’edilizia scolastica

    4288

     

    10 miliardi di euro per interventi di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020. Dai decreti attuativi del Decreto del fare (d.l. 104/2013) e della Buona scuola (l. 107/2015), ulteriormente incrementati dalla legge di bilancio 2019, stanno arrivando tantissimi finanziamenti alle Amministrazioni per mettere in sicurezza e riqualificare le scuole.

    FONDI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA
    Diagnostica delle strutture, efficientamento energetico, adeguamento sismico, analisi dei finanziamenti e delle metodologie di progettazione

    Scarica l’ebook gratuito

    Le ultime novità

    Aggiornamento del 7 marzo 2019

    Per consentire la messa in sicurezza degli edifici scolastici, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, dando attuazione a quanto previsto dall’articolo 42 del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, ha istituito un fondo di 50 milioni di euro per il finanziamento della progettazione di interventi di messa in sicurezza, da parte degli enti locali competenti, degli edifici scolastici.

    Le domande possono essere presentate dal 25 marzo 2019 fino alle ore 15.00 del 18 aprile 2019. Sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è  l’Avviso pubblico che mette a disposizione di Comuni e Province i 50 milioni di euro. Clicca qui per leggere il testo integrale dell’Avviso.

    Gli Enti Locali possono richiedere subito, all’atto del finanziamento, l’anticipazione del 20%. I criteri di valutazione delle candidature sono:
    – l’età degli edifici scolastici,
    – la sismicità della zona in cui sono situate le scuole,
    – la mancanza dell’agibilità,
    – eventuali provvedimenti o ordinanze di chiusura delle scuole,
    – eventuali quote di cofinanziamento.

    Aggiornamento del 4 marzo 2019

    Antincendio – c. 1072, art. 1, legge 205/2017
    Importo: 114.160.000 euro
    Riferimenti normativi: Legge 27 dicembre 2017, n. 205, art. 1, comma 1072; Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2018, pubblicato sulla Gazzetta della Repubblica Italiana del 2 febbraio 2019.

    Iter di attuazione: Le risorse sono state sbloccate con la pubblicazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2018, sulla Gazzetta Ufficiale del 2 febbraio 2019.

    Conseguentemente, in data 13 febbraio 2019, è stato adottato il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca il piano di riparto tra le regioni dei circa 114,1 milioni di euro, finalizzati all’adeguamento degli edifici scolastici alla normativa antincendio.

    Il decreto è alla registrazione degli organi di controllo.

    Palestre e strutture scolastiche sportive – c. 1072, art. 1, legge 205/2017
    Importo: 50.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Legge 27 dicembre 2017, n. 205, art. 1, comma 1072; Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 2 febbraio 2019.

    Iter di attuazione: Le risorse sono state sbloccate con la pubblicazione dei decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2018, sulla Gazzetta Ufficiale del 2 febbraio 2019.

    Conseguentemente, in data 11 febbraio 2019, con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca sono stati ripartiti tra le regioni 50 milioni di euro destinati alla messa in sicurezza e alla nuova costruzione di palestre e strutture sportive.

    Tale decreto è ora alla registrazione degli organi di controllo. L’elenco degli interventi finanziati è pubblicato sul sito internet del MIUR.

    Economie Mutui BEI 2015 – art. 10, legge 104/2013
    Importo: 177.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Decreto legge 12 settembre 2013, n. 104, art. 10, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128.

    Iter di attuazione: È stato adottato il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. Si tratta del decreto 3 gennaio 2019, n. 2, adottato a seguito del nulla osta espresso dal Ministero dell’economia e delle finanze in data 27 dicembre 2018.

    Il decreto prevede il riparto tra le Regioni delle economie derivanti dalla procedura dei mutui BEI dell’annualità 2015.

    Il decreto è in attesa di registrazione sulla Gazzetta Ufficiale.

    Fondo progettazione MIUR – art. 42, decreto legge 109/2019
    Importo: 50.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Decreto legge 28 settembre 2019, n. 109, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, articolo 42.

    Iter di attuazione: È stato adottato il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. Si tratta del decreto 10 dicembre 2018, n. 850 di accertamento delle economie da destinare a interventi di progettazione.

    Il decreto è stato registrato dalla Corte dei Conti ed è in fase di predisposizione l’Avviso pubblico, che sarà pubblicato entro il mese di marzo 2019.

    Fondo progettazione MIT – c. 1079, art. 1, legge 205/2017 – Intesa CU 20/2018
    Importo: 30.000.000 di euro per quindici annualità dal 2018 al 2030
    Riferimenti normativi: Art. 1, comma 1079, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, che ha istituito nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti il Fondo per la progettazione degli enti locali, destinato al cofinanziamento della redazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica e dei progetti definitivi degli enti locali per opere destinate alla messa in sicurezza di edifici e strutture pubbliche, con una dotazione di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2030;

    Iter di attuazione: Sullo schema di decreto attuativo è stata sancita intesa in Conferenza Unificata il 20 dicembre 2018. Il decreto è stato inviato agli organi di controllo per gli adempimenti di competenza ed entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sul sito istituzionale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Successivamente i finanziamenti per le Città metropolitane e le Province saranno assegnati secondo i parametri già individuati nello stesso decreto, mentre i Comuni dovranno presentare domanda di ammissione al cofinanziamento statale, per un numero massimo di tre progetti, secondo le modalità che saranno stabilite con un decreto direttoriale della Direzione generale per l’edilizia statale e gli interventi speciali, pubblicato sul sito istituzionale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

    Scuole innovative INAIL – comma 153, art. 1, legge 107/2015
    Importo: 300.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Legge 13 luglio 2015, n. 107, art. 1, commi 153 e seguenti; Decreto-legge 28 settembre 2019, n. 109, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, articolo 42-bis.

    Iter di attuazione: È stata inviata la nota congiunta MIUR-INAIL a tutti gli enti locali beneficiari, che avranno tempo fino all’8 marzo 2019 per produrre la documentazione richiesta, utile per ottenere il riconoscimento delle spese di progettazione, così come previsto dall’art. 42-bis del decreto- legge 28 settembre 2019, n. 109, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 novembre 2018, n. 130.

    Poli Infanzia INAIL – art. 3, legge 65/2017
    Importo: 150.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, articolo 3.

    Iter di attuazione: È stata inviata una nota PEC in data 17 settembre 2018 a tutte le Regioni, alla quale la maggior parte delle Regioni non ha dato riscontro. È stata inviata una successiva nota di sollecito con il termine per le Regioni al 1° marzo 2019.

    È, infatti, essenziale poter acquisire l’informazione sulla corretta stima dell’importo di finanziamento concesso agli enti locali, in quanto in molti casi era stato riscontrato dal MIUR il mancato computo nello stesso del valore dell’area, oggetto di cessione all’INAIL, nonostante una specifica previsione dell’Avviso pubblico in tal senso.

    Verifiche di vulnerabilità sismica nelle zone a rischio 1 e 2 – D.L. 8/2017
    Importo: 105.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 aprile 2017, n. 45, articolo 20-bis

    Iter di attuazione: È aperto dal 1 marzo 2019 l’applicativo per il caricamento, da parte degli enti locali finanziati, dei dati di monitoraggio ed è in corso la rendicontazione delle verifiche effettuate.

    Antisismica – Fondo ex Protezione Civile – D.L. 269/2003
    Importo: 80.000.000 euro
    Riferimenti normativi: Decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, articolo 32-bis; Decreto-legge 12 luglio 2018, n. 86, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 97, art. 4, comma 3-quater.

    Iter di attuazione: È stato adottato il decreto di destinazione delle risorse e di riparto delle stesse. Si tratta del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 11 febbraio 2019, n. 93, che è attualmente alla registrazione degli organi di controllo.

    È stata inviata una nota alle Regioni per l’individuazione degli interventi di adeguamento sismico nell’ambito della programmazione triennale nazionale 2018-2020. Le Regioni avranno tempo fino al 13 marzo 2019 per individuare gli interventi da finanziare.

    Fondo comma 140 – Province e Città metropolitane – legge 232/2016
    Importo: 321.000.000 euro
    Fonti normative: Legge 11 dicembre 2016, n. 232, articolo 1, comma 140; Decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 8 agosto 2017, n. 607.

    Iter di attuazione: Le province e le città metropolitane hanno chiesto una proroga del termine per l’aggiudicazione dei lavori, fissata con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 8 agosto 2017, n. 607, al 13 maggio 2019 (18 mesi dalla pubblicazione del DM in Gazzetta Ufficiale). Come discusso anche in Osservatorio nazionale per l’edilizia scolastica e per evitare la perenzione dei fondi, la proroga sarà concessa fino al 15 ottobre 2019.

    In tal senso, è stato adottato un decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca di proroga del termine per l’aggiudicazione dei lavori dal 13 maggio 2019 al 15 ottobre 2019.

    Fondo comma 140 – Comuni – legge 232/2016
    Importo: 1.058.255.963 per il triennio 2017-2019
    Fonti normative: Legge 11 dicembre 2016, n. 232, articolo 1, comma 140; Decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 21 dicembre 2017, n. 1007.

    Iter di attuazione: Il decreto attuativo è stato pubblicato il 21 dicembre 2017. I fondi sono in  erogazione. La scadenza per l’aggiudicazione dei lavori è stabilita al 31 agosto 2019. L’Associazione Nazionale dei Comuni (ANCI) ha chiesto una proroga del termine per l’aggiudicazione dei lavori. Al momento la proroga non è stata concessa. Si auspica che sia concessa almeno, in analogia a quanto stabilito per lo stesso intervento per le province, al 15 ottobre 2019.

    Fondi PON FESR 2014/2020 Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia
    Importo: 380.000.000 euro
    Fonti normative: PON 2014.2020, Avviso Miur n.35226 del 16 agosto 2017, chiusura candidature 12 febbraio 2018.

    Iter di attuazione: Ancora in attesa di conoscere graduatorie.

    Fondo Finanziaria 2019 – Legge 145/2018
    Importo: 2.600.000.000 euro
    Fonti normative: Legge 30 dicembre 2018, n. 145.

    Iter di attuazione: Considerando i diversi stanziamenti destinati alle diverse finalità d’intervento, la legge finanziaria 2019 stanzia nuove risorse per circa 2,6 miliardi di euro destinati all’edilizia scolastica. I numerosi provvedimenti attuativi previsti e necessari saranno adottati nel corso dell’anno 2019

    FONDI PLURIFINALITÀ

    Fondo Scuole e Strade Province – Legge 145/2018
    Importo: 3.750.000.000 euro
    Fonti normative: Legge 30 dicembre 2018, n. 145, art. 1, commi 889-890

    Iter di attuazione: il 24 gennaio è stata raggiunta l’intesa in Conferenza Unificata sullo schema di decreto con il quale il Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, disporrà il riparto delle risorse a favore delle Province delle Regioni a statuto ordinario di un contributo di 250 milioni di Euro annui per gli anni dal 2019 al 2033, per complessivi 3,75 miliardi, finalizzate al finanziamento di piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e scuole.

    Il decreto è alla firma congiunta dei ministeri competenti.

    Sicurezza edifici e infrastrutture piccoli comuni – Legge 145/2018
    Importo: 400.000.000 euro
    Fonti normative: Legge 30 dicembre 2018, n. 145, art. 1, c. 107; Decreto Dipartimentale Ministero Infrastrutture 10 gennaio 2019, n. 829

    Iter di attuazione: Il riparto delle risorse è stato effettuato con il decreto 10 gennaio 2019, n. 829. Gli importi assegnati sono i seguenti: a) 40mila euro ai Comuni con meno di 2.000 abitanti; b) 50mila ai Comuni tra 2.000 e 5.000 abitanti; c) 70mila ai Comuni tra 5.001 e 10.000 abitanti; d) 100mila ai Comuni tra 10.001 e 20.000 abitanti.

    La norma obbliga i comuni a iniziare i lavori entro il 15 maggio 2019. Il decreto illustra le modalità di erogazione dei fondi e del monitoraggio/revoca.

    #SoldiPerLeScuole #RagazziInSaluteAlSicuro

    Queste le informazioni fondamentali per capire di cosa stiamo parlando. Passiamo adesso al nostro progetto. 👇

    Perchè è interessante per i Professionisti?

    Perchè saranno coinvolti nella progettazione per la messa in sicurezza e riqualificazione delle scuole. A cominciare dall’estate 2018 gli Enti locali hanno iniziato a ricevere contributi per le verifiche di vulnerabilità, e a seguire arriveranno quelli per la progettazione di miglioramento sismico ed efficientamento energetico oppure per demolizione e ricostruzione.
    Sei pronto e operativo per usufruire di questa importante opportunità? Contribuirai con la tua professionalità a migliorare l’edilizia scolastica? Ti forniamo tutte le informazioni su come farlo.

    Perchè è interessante per la Pubblica Amministrazione?

    Perchè i contributi per l’edilizia scolastica permettono di migliorare le scuole che opstano ogni giorno i ragazzi. Nonostante alcune deroghe alle normative, non è sempre facile per gli Enti locali orientarsi e sfruttare le opportunità: conoscere l’uscita dei bandi nei tempi dovuti, scelta tra le diverse fonti di finanziamento, comprensione delle modalità operative da seguire. Attraverso la nostra iniziativa la P.A. saprà come muoversi.

    Il Webinar

    Il 20 novembre 2018 si è tenuto il webinar sull’edilizia scolastica, principalmente per le Pubbliche Ammistrazioni ma anche per i professionsiti interessati. Modalità di distribuzione dei fondi alle Regioni, tempistiche, ambìti specifici di utilizzo e modalità di spesa: questi i contenuti del webinar. Di seguito la registrazione e le slide.

    Scarica le slide del webinar:

    Download per scaricare il file devi essere iscritto alla newsletter: se sei già iscritto, inserisci l'indirizzo email, oppure registrati

    Lo speciale sulla rivista

    Un dossier cartaceo dedicato all’Edilizia scolastica su L’Ufficio Tecnico, dal 1979 la rivista di riferimento per gli operatori del settore edilizia pubblica, è già attivo. Il dossier, articolato in più episodi, ospita approfondimenti normativi e applicativi, abbinati a case history che illustreranno le soluzioni tecnologiche delle aziende.

    Edilizia scolastica: contenuti utili per approfondire

    L’INTERVISTA

    Edilizia scolastica: come saranno le nostre scuole nel 2021?

    “Ogni volta che ci troviamo di fronte a un evento sismico o ad altri eventi catastrofici che portano morte e distruzione, ci strappiamo i capelli e gridiamo allo scandalo della mancata manutenzione e prevenzione. La classe politica, tutta, ogni volta si ripromette di investire attraverso piani di manutenzione e di intervento che rimangono lettera morta per mancanza di fondi, per lentezze burocratiche, per inerzia, anche laddove lo strumento normativo è approntato e disponibile”… Leggi tutta l’intervista a Cecilia Zampa di Fibre Net

    Procedure

    Edilizia scolastica, accesso ai finanziamenti per le ristrutturazioni: un vademecumEdilizia scolastica, accesso ai finanziamenti per le ristrutturazioni: un vademecum

    di Claudia Gregis. Le condizioni del patrimonio dell’edilizia scolastica in Italia restano un tema centrale, sia nell’agenda politica, che dei media, ma anche e soprattutto per i cittadini, i quali rivendicano il diritto dei loro figli di poter frequentare scuole sicure. Il più recente rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente (2017) evidenzia che nonostante l’importo stanziato dallo Stato di 9,5 miliardi i risultati del progetto di ammodernamento del patrimonio edilizio scolastico sono ancora scarsi. Infatti solo 4 miliardi sono stati finora finanziati e solo la metà dei cantieri avviati sono conclusi. Leggi tutto l’articolo.

    Il patrimonio edilizio scolastico tra rischio e opportunità

    di Claudia Gregis. Gli eventi sismici avvenuti negli ultimi dieci anni lungo la Penisola e il bisogno di ammodernamento di strutture a uso scolastico ormai obsolete hanno evidenziato una seria necessità di istituire degli strumenti finanziari per intervenire su questi stabili. L’ultimo rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente, che risale all’ottobre del 2017, riporta il quadro generale della situazione relativa ai fabbricati che ospitano istituti scolastici pubblici… Continua a leggere

    Progettualità

    adeguamento sismico scuoleAdeguamento sismico: soluzioni tecniche per l’edilizia scolastica

    di Andrea Muoio. L’Italia ha un patrimonio di edilizia scolastica ampio e diffuso e caratterizzato da tipologie edilizie molto differenti fra loro: risulta essere composto, secondo i Dati ISTAT del 2011, da poco più di 40.000 unità. Gli Edifici Scolastici sono distribuiti per posizione geografica in maniera omogenea (Nord – 32 %, Centro – 29 % e Sud / Isole – 39 %). Continua…

    Tecnologie

    Costruire una scuola per i bambini: la Sandro Pertini a Bisceglie

    Lo scorso agosto è stata inaugurata a Bisceglie la Scuola dell’Infanzia “Sandro Pertini”, insieme all’antistante piazza comunale. L’edificio è caratterizzato da una struttura frutto dell’interdisciplinarità tra progettazione architettonica, strutturale e impiantistica, con l’obiettivo di realizzare un “Edificio ad Energia Quasi Zero” in classe energetica A4. Esempio lampante di una nuova cultura scolastica basata su una didattica moderna, la “Sandro Pertini” è già stata inserita da Legambiente tra le 10 best practice italiane. Leggi tutto…

    Condividi