Home Bonus Edilizia Applicazione CCNL settore edile per usufruire dei Bonus: obbligo dal 27 maggio

Applicazione CCNL settore edile per usufruire dei Bonus: obbligo dal 27 maggio

Nessun bonus edilizio a chi non rispetta i diritti dei lavoratori. Nuova stretta per le agevolazioni in edilizia

4327
lavoro e sicurezza bonus edilizi

(Articolo aggiornato 11 maggio 2022) Con la pubblicazione in Gazzetta del Decreto-legge correttivo del 25 febbraio 2022, n. 13 (poi confluito nella Legge di Conversione del Decreto Sostegni-Ter) sono stati introdotti nuovi obblighi al fine di migliorare la qualità del lavoro in ambito edile e garantire maggiore sicurezza nei cantieri privati avviati per realizzare gli interventi agevolati dai bonus fiscali.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza aveva dichiarato: Nessun bonus edilizio a chi non rispetta i diritti dei lavoratori. Nel Consiglio dei ministri del 18 febbraio abbiamo deciso di mettere al centro la salute e la sicurezza sul lavoro, subordinando l’ottenimento dei bonus all’applicazione dei contratti collettivi nazionali. È un passo avanti nella direzione giusta”.

Ti interessano articoli su questo argomento? Clicca qui e ricevi gratuitamente tutte le newsletter di Ediltecnico

Il riferimento è alle nuove fortemente volute dal Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, che condizionano l’accesso ai Bonus Edilizi.

Una strada che si è resa necessaria perché con il boom dell’edilizia è cresciuta la richiesta di manodopera reclutata in alcuni casi violando importanti norme sul lavoro.

Leggi anche: Aggiornamento TU Sicurezza: ecco il testo con le novità 2022

Ok ai bonus solo se applicati i CCNL di settore

Per poter usufruire dei Bonus Edilizi diventa condizione necessaria non il solo rispetto, bensì l’applicazione dei contratti collettivi nazionali di settore stipulati dalle organizzazioni più rappresentative. Per dimostrare la regolarità, il contratto collettivo applicato deve essere indicato nell’atto di affidamento dei lavori e riportato nelle fatture relative all’esecuzione dei lavori edili.

Le imprese che realizzano i lavori dovranno dimostrare l’applicazione del contratto in riferimento al salario, all’orario, alle ferie, alle malattie ma anche alla formazione.

>> DURC di congruità: dal 1° novembre 2021 obbligo per cantieri pubblici e privati

Pertanto non potranno godere delle agevolazioni edilizie quei i lavori eseguiti da datori di lavoro che non applicano i contratti collettivi del settore edile, nazionale e territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali.

Da quando scatta il nuovo obbligo? Con l’emendamento 15.0.1000, al decreto Sostegni Ter che recepisce il Decreto 13 viene introdotto il comma 2 all’articolo 28-quater che fissa al 27 maggio 2022 il termine per l’entrata in vigore delle norme sull’obbligo di utilizzare solo imprese con contratti del settore edile >ecco il testo dell’emendamento<

Con il DDL del DL 21/2022 (detto anche Ucraina Bis) vengono- inoltre definiti nuovi limiti di applicazione dell’obbligo che interessano l’importo dei lavori e la tipologia. Pertanto l’obbligo scatta:

  • per i lavori superiori ai 70mila euro,
  • solo per i lavori edili (indicati nell’allegato X del D.lgs. 81/2008).

Non perderti: Bonus Edilizi 2022: tutte le guide

Chi esegue le verifiche?

Le nuove misure indicano che l’intenzione del Governo è quello di certificare i lavori. Le disposizioni non verranno applicate ai lavori già avviati all’entrata in vigore delle nuove norme.

Come avverranno le verifiche? I controlli li eseguirà l’Agenzia delle Entrate, con il supporto dell’ispettorato del lavoro, Inps e casse edili.

Leggi anche: Formazione sicurezza datore di lavoro, dirigente e preposto: le novità sugli obblighi

Consigliamo

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0

Luca Lenzi, Carmine Moretti, Francesco Loro, 2019, Maggioli Editore

La guida è aggiornata con il capitolo “Integrazione ai Piani di Sicurezza – Rischio Covid-19” a cura di Marco Ballardini e Carmine Moretti. L’aggiornamento, completo di oltre 50 moduli editabili e personalizzabili, fornisce strumenti utili e indicazioni da seguire...



I Bonus Casa 2022: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf

I Bonus Casa 2022: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf

Antonella Donati, 2022, Maggioli Editore

Con la Legge di Bilancio 2022 i bonus e le agevolazioni per la casa cambiano con importanti novità e altrettante conferme. L’eBook fornisce una guida pratica snella e molto chiara sulle diverse opzioni a disposizione per effettuare spese e investimenti sugli immobili in parte finanziati...



Foto:iStock.com/Skarie20


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here