Home Bonus Edilizia Sostituzione infissi e bonus edilizi: il momento giusto per cambiare

Sostituzione infissi e bonus edilizi: il momento giusto per cambiare

Le finestre in vetrocamera a triplo vetro rappresentano soluzioni ottimali in ottica di efficientamento energetico. Vediamo perché

657

Questo è sicuramente il periodo perfetto per usufruire degli incentivi in caso di interventi di ristrutturazione. SuperbonusEcobonus, Bonus RistrutturazioniBonus Infissi sono solo alcune delle agevolazioni presenti nel mercato edile e non lasciano scoperto quasi nessun tipo d’intervento. Per chi voglia realizzare lavori di manutenzione, ristrutturazione o efficientamento energetico questo momento é favorevole per intraprendere questa strada.

Vediamo nello specifico quali sono le principali detrazioni che sono state confermate o prolungate.

Superbonus 110%

Anche quest’anno, viene confermato il Superbonus al 110%, nato con il Decreto Rilancio e successivamente confermato con alcune modifiche dal Decreto Bilancio 2022.

Quest’importante misura, ideata per dare nuovo impulso al settore edile è prorogata per tutto il 2022 ma con alcuni distinguo:

  • per i condomini e gli edifici formati da 2-4 unità immobiliari distintamente accatastate il Superbonus 110% è fino al 31 dicembre 2023 (fino al 31 dicembre 2025 solo per aree terremotate), ma con aliquote che si abbassano nel tempo:
    • 70% nel 2024
    • 65% nel 2025
  • per le case singole e le villette i vantaggi del Superbonus proseguono per tutto il 2022 a condizione che il 30% di lavori sia stato eseguito entro giugno 2022.

Bonus ristrutturazioni

Così come previsto dalla Legge di Bilancio 2022, insieme al Superbonus è stato confermato fino al 2024 anche il Bonus Ristrutturazione, ovvero la detrazione fiscale sull’IRPEF concessa per i lavori di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, su condomini o edifici singoli.

Ecobonus e Bonus Infissi

Ma le possibilità non finiscono qui: anche il Bonus Infissi, legato all’Ecobonus ottiene la conferma di proroga fino al 31 dicembre 2024.

Le agevolazioni previste per la sostituzione di porte, finestre, porte finestre, ma anche persiane, tapparelle o tende da sole sono legate al miglioramento energetico conseguente alla sostituzione. Si parla, poi, di quest’ultimo perché il bonus viene erogato in caso di manutenzione o sostituzione di infissi già esistenti e non riguarda, quindi, le nuove installazioni.

Un’ulteriore condizione ha a che fare, poi, con la funzione/posizione dell’infisso da sostituire. Si dovrà trattare, infatti, di una finestra o porta che de verso l’esterno o verso un vano non riscaldato.

>> Vorresti ricevere approfondimenti come questo? Clicca qui, è gratis

Sostituzione degli infissi: è il momento migliore

L’esistenza di una voce dedicata agli infissi nel grande progetto di miglioramento energetico sostenuto dall’Ecobonus lascia intuire quanto importante sia il dispendio di calore delle abitazioni.

Infissi ormai vecchi, installati con sistemi non particolarmente all’avanguardia e utilizzando materiali di qualità superata sono spesso la causa di grandi sprechi di energia che si traducono, oltre che in un danno per l’ambiente, anche in bollette particolarmente salate.

Difatti, la finestra è un elemento di raccordo tra interno ed esterno ed è normale che, rappresentando un sottile confine tra queste due situazioni, ci sia uno scambio di freddo e di calore nelle due direzioni.

Ridurre al minimo l’ingresso del freddo e favorire l’accesso del riscaldamento generato dalla luce solare, oltre che una buona illuminazione, è il compito di un prodotto efficiente e all’avanguardia come quelli di Fabbro serramenti, l’azienda di Udine che da 75 anni progetta e produce serramenti personalizzati di altissima qualità.

Elementi da considerare per un buon infisso

Quali sono gli elementi da considerare nella scelta di un buon infisso?

Innanzitutto, la trasmittanza del vetro (indicata generalmente con “U”) ovvero la media del flusso di calore che attraversa il vetro. Si misura in W/m2K e deve essere quanto più bassa possibile. Oltre alla trasmittanza del vetro (Uv) è importante valutare anche quella del telaio (Ut) che dipende da:

  • il materiale utilizzato per la sua costruzione e
  • i distanziatori, ovvero gli elementi che creano una distanza tra i vetri della finestra o della porta.

Le finestre in vetrocamera a triplo vetro, con profilo in legno minimal per lasciar passare il più possibile la luce del sole, rappresentano una soluzione ottimale in vista delle necessità di efficientamento energetico sempre più importanti per la salute del pianeta.

Incanto, il modello proposto da Fabbro Serramenti sposa il valore tecnico di un prodotto composto da materiali dalle migliori qualità ed elaborato con competenze tecniche frutto di lunghi anni di esperienza con una resa estetica estremamente elegante e sofisticata.

Ed é in questo periodo che assumono estrema importanza sia le prestazioni energetiche che il valore generale dell’immobile.

Per saperne di più:

Fabbro Serramenti


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here