Home Bonus Edilizia Asseverazioni Bonus edilizi: miniguida su tutto quello che c’è da sapere

Asseverazioni Bonus edilizi: miniguida su tutto quello che c’è da sapere

La certificazione della congruità delle spese è diventata una condizione necessaria per consentire la cessione dei crediti e lo sconto in fattura. Le regole valgono per tutte le fatture datate dal 12 novembre 2021

16300
Asseverazioni bonus edilizi

Arrivati tutti i necessari chiarimenti delle Entrate con circolare 16, ecco una miniguida con tutto quello che c’è da sapere sulle asseverazioni per i Bonus casa.

La certificazione della congruità delle spese è diventata in fatti una condizione necessaria per consentire la cessione dei crediti e lo sconto in fattura. Le regole valgono per tutte le fatture datate dal 12 novembre 2021.

>> Vorresti ricevere aggiornamenti sui Bonus edilizi? Clicca qui, è gratis

Chi può firmare le asseverazioni per i bonus casa?

L’attestazione della congruità della spesa può essere rilasciata dai tecnici abilitati al rilascio delle asseverazioni previste dall’articolo 119, comma 13, del decreto Rilancio per gli interventi ammessi al Superbonus. Si tratta quindi dei professionisti tecnici abilitati, ossia architetti, ingegneri e geometri abilitati alla progettazione di edifici e impianti.

>> Asseverazioni Sismabonus e Super Sismabonus. Quali e quante ne occorrono?

Ad esempio per gli interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico non rientranti nel Superbonus, l’attestazione della congruità delle spese può essere rilasciata dal soggetto abilitato a rilasciarla per i medesimi interventi di riduzione del rischio sismico che danno diritto al Superbonus, così come l’asseverazione relativa all’Ecobonus può essere rilasciata dai tecnici abilitati ai fini del Superbonus energetico e così via.

Leggi anche: Asseverazioni, istruzioni e moduli da usare

È necessaria la polizza assicurativa con lo stesso massimale previsto per il Superbonus per poter firmare l’asseverazione?

Sì.

Come indicato nella circolare i requisiti richiesti ai tecnici sono gli stessi previsti per l’asseverazione ai fini del Superbonus. E’ necessaria, quindi, la polizza per la copertura dei rischi professionali già prevista in questo caso.

>> Non solo ingegneri e architetti, ecco tutti i professionisti del Superbonus

Il CAF o il professionista che deve apporre il visto di conformità ha tra l’altro l’obbligo specifico di verificare anche che il professionista che ha attestato la congruità delle spese sia titolare della polizza in questione.

Potrebbe interessarti: Polizza Superbonus asseveratore. Come scegliere la più adeguata

Esiste un modello standard?

No, non è previsto un modello ad hoc.

Ci sono però delle specifiche regole da rispettare. Come chiarito infatti nella circolare 16 l’asseverazione può essere predisposta in forma libera, purché il testo preveda l’assunzione di consapevolezza delle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni mendaci, formazione e uso di atti falsi, e della decadenza dai benefici conseguenti a provvedimenti emanati sulla base di dichiarazioni non veritiere, ai sensi degli articoli 75 e 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Non perderti: Superbonus e illeciti per crediti d’imposta: i rischi per i soggetti coinvolti

È possibile l’asseverazione per le sole fatture di acconto se non sono stati ancora avviati i lavori?

No, non è possibile.

Anche se per i bonus diversi dal Superbonus, l’attestazione può essere rilasciata anche in assenza di uno stato di avanzamento lavori o di una dichiarazione di fine lavori, considerato l’obbiettivo del Decreto Antifrode, la nuova attestazione della congruità della spesa non può che riferirsi ad interventi che risultino almeno iniziati, dato che il sostenimento di una spesa trova una giustificazione economica soltanto in relazione ad una esecuzione, ancorché parziale, di lavori.

Leggi anche: Bonus Facciate senza SAL. L’asseverazione non può essere fatta solo sulla base del preventivo

Il Decreto Antifrode prevede che le spese debbano essere asseverate anche tenendo conto di un nuovo decreto del MITE con i prezzi massimi. Come regolarsi in attesa del varo di questo decreto?

Secondo quanto previsto dal Decreto Antifrode, l’asseverazione deve essere fatta seguendo le disposizioni dell’articolo 119, comma 13-bis del decreto Rilancio. Quindi nelle more dell’adozione del decreto la congruità delle spese è determinata:

  • per gli interventi di Ecobonus:
    • secondo quanto previsto dal DM 6 agosto 2020, ossia utilizzando i prezzari regionali, oppure i prezzi riportati nelle guide sui “Prezzi informativi dell’edilizia” edite dalla DEI, e infine ai prezzi massimi indicati all’Allegato I dello stesso decreto;

>> Stai seguendo un progetto? In questa sezione proponiamo soluzioni che possono aiutarti nella scelta di prodotti e tecniche da applicare in cantiere

  • per le ristrutturazioni e il Bonus Facciate:
    • facendo riferimento ai prezzi riportati nei prezzari predisposti dalle regioni e dalle province autonome, ai listini ufficiali o ai listini delle locali camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura ovvero, in difetto, ai prezzi correnti di mercato in base al luogo di effettuazione degli interventi.

Potrebbe interessarti: Computo metrico Superbonus, ecco quale prezzario usare

L’asseverazione delle spese serve anche per la cessione delle rate di detrazione successive alla prima?

Sì.

L’obbligo del rilascio del visto di conformità e dell’attestazione della congruità delle spese si applica anche alle comunicazioni di cessione del credito concernenti le rate residue non fruite delle detrazioni riferite alle spese sostenute nell’anno 2020 per gli interventi ammessi ai bonus diversi dal Superbonus, il cui accordo di cessione si sia perfezionato a decorrere dal 12 novembre 2021.

UTILE!! Ti occupi del rilascio del VISTO DI CONFORMITÀ per il Superbonus?
>>>> Questo software fornisce l’elenco completo dei controlli  che devono essere effettuati ai fini dell’apposizione del visto di conformità nei casi di opzione per la cessione del credito d’imposta o per lo sconto in fattura. Provalo assieme al software di calcolo Superbonus.

L’asseverazione è necessaria anche in caso di uso diretto delle detrazioni?

No, in questo caso non è necessaria.

E non occorre neppure il visto di conformità specifico per l’utilizzo in detrazione, come richiesto invece nel caso del Superbonus.

Non perderti: Bonus edilizi dopo l’Anti-frodi: per fatture pagate no visti e asseverazioni

Da non perdere

Il materiale operativo che raccoglie una serie di documentazione di supporto per l’attività del tecnico, che vuole comprendere cosa è cambiato nella normativa e quali sono i nuovi requisiti e i nuovi obblighi imposti dal legislatore. All’interno:

    • moduli di asseverazione per la congruità delle spese sostenute per tutti i lavori agevolabili (Bonus Facciate e Bonus Facciate Termico, Fotovoltaico, Sismico, Colonnine di ricarica, Ristrutturazioni) aggiornati alla Legge di Bilancio 2022
    • ebook di spiegazione delle novità dal titolo “Bonus Casa e Regole Antifrode” a cura di Antonella Donati
    • una raccolta normativa ragionata e commentata
    • la tabella con indicati i massimali specifici di costo per gli interventi sottoposti a dichiarazione del fornitore o dell’installatore
    • una circolare operativa redatta dagli esperti di Fisco & Tasse con un’analisi dettagliata delle regole anti frode

Acquista qui l’edizione aggiornata alla Legge di Bilancio 2022:

Consigliamo anche

Le Asseverazioni del Tecnico e il Visto di Conformità per il Superbonus 110% e i Bonus Edilizi ordinari - e-Book in pdf

Le Asseverazioni del Tecnico e il Visto di Conformità per il Superbonus 110% e i Bonus Edilizi ordinari - e-Book in pdf

Sergio Pesaresi, 2021, Maggioli Editore

Questo e-book, giunto alla sua terza edizione, viene ampiamente rinnovato ed aggiornato con l'obiettivo di accompagnare il tecnico-asseveratore ad approfondire il concetto e il contenuto dell’asseverazione che gli viene richiesta dal Decreto Rilancio. Viene inoltre trattato anche il visto di...



Foto: iStock.com/Ugur Karakoc


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here