Home Gli articoli dei nostri autori Presentato il progetto del nuovo hospice pediatrico di Bologna, Renzo Piano Building...

Presentato il progetto del nuovo hospice pediatrico di Bologna, Renzo Piano Building Workshop

2
renzo piano hospice pediatrico bologna

Ieri, a Bologna, l’architetto Renzo Piano ha presentato il progetto per il nuovo hospice pediatrico che sarà inaugurato nel 2020 vicino all’ospedale Bellaria (uno dei quattro ospedali pubblici bolognesi), in un’area di 8 mila metri quadri di proprietà della Fondazione Hospice Maria Teresa Chiantore Seragnoli (che finanzia il progetto). L’obiettivo di questo hospice, come degli altri tre realizzati dalla Onlus nell’area (Bentivoglio, Bellaria e Casalecchio), è quello di ospitare e aiutare i pazienti con malattie inguaribili e le loro famiglie.

“La primissima idea progettuale è stata quella di un edificio che si sollevasse dal terreno per abitare, idealmente, uno spazio leggero e luminoso, con gli occhi dei piccoli residenti all’altezza della chioma degli alberi. L’idea di sollevare ha la stessa radice della parola sollievo: togliere peso al dolore; in fondo è proprio questa la ragione e la forza di umana pietas che sta dentro l’idea di un hospice: alleviare il dolore di chi vi abita. E vivere tra gli alberi rimanda ai giochi e ai sogni dei bambini, alle case sugli alberi e alla loro potente idea di libertà creativa e profondamente legata al mondo naturale”.

Schizzo Renzo Piano © RPBW

La struttura, che occuperà 4500 metri quadri e sarà sospesa di 6 metri dal piano terra, sarà immersa in un bosco di alberi autoctoni sia sempreverdi che a foglia caduca, che garantiranno l’ombra nei mesi estivi e lasceranno filtrare la luce in quelli invernali, con aree più folte e altre più rade per consentire zone di gioco. L’edificio sarà costituito da un corpo principale, a pianta quadrata (di 50 x 50 metri), che ospiterà tutti i servizi ospedalieri e 14 camere singole per i pazienti. A questo saranno poi connesse, con leggeri collegamenti aerei tra gli alberi, delle strutture satellite: due di queste, sul lato sud, ospiteranno otto mini alloggi destinati ad accogliere le famiglie dei piccoli pazienti, mentre sul lato opposto sono state previste due polarità di carattere maggiormente intimo e meditativo.

“In questo progetto la scienza medica si allea con quella umana. Che è poi l’essenza dell’umanesimo. La prima deve alleviare il dolore, la seconda immergere questi bambini nella bellezza. Nella bellezza profonda. Una bellezza fatta dello stare insieme, dei colori, della musica e dello spazio che circonda i bambini, sospesi tra gli alberi”, ha dichiarato Renzo Piano.

Planimetria Generale © RPBW, render by Cristiano Zaccaria
Vista generale © RPBW, render by Cristiano Zaccaria
Vista della scale esterne degli appartamenti lato nord © RPBW

Leggi anche l’articolo La scuola modello pensata da Renzo Piano

La composizione del corpo principale è quella di uno spazio sviluppato attorno ad un giardino-patio centrale. Tutti i volumi appaiono come sospesi da terra mediante l’utilizzo di esili colonne a sezione circolare e i fronti degli edifici saranno ritmati dalla presenza di trasparenze vetrate a parti opache rivestite in legno. L’area del piano terra costituisce una grande lobby di ingresso open space dove trovano sede diverse attività tra cui la reception e la segreteria. Qui avverrà e l’accreditamento dei visitatori e dei pazienti alla struttura e da qui si accederà agli ambulatori. La copertura dei volumi principali sarà rivestita da pannelli fotovoltaici che assicureranno una produzione energetica dell’ordine di circa 500.000KWh/annui, quindi circa un terzo del consumo annuo stimato per l’intero complesso.

Ingresso piano terra © RPBW
Vista interna © RPBW, render by Cristiano Zaccaria

Il cantiere del nuovo hospice pediatrico aprirà il prossimo autunno, ma nell’area gli alberi saranno piantati subito, per recuperare almeno una stagione del loro sviluppo. L’altezza degli alberi al momento della loro posa sarà variabile dai 7 ai 10 metri, in modo da ottenere un pronto effetto del bosco.

Articolo originariamente pubblicato su Architetti.com

Immagine in apertura: Vista generale dall’ingresso © RPBW, render by Cristiano Zaccaria


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here