Home Bonus Edilizia Superbonus Alberghi, click day: invio domande dal 28 febbraio 2022

Superbonus Alberghi, click day: invio domande dal 28 febbraio 2022

Dal 21 febbraio scaricabile un facsimile della domanda e la guida alla compilazione, dal 28 febbraio alle ore 12:00 la piattaforma dedicata sarà invece operativa per l'invio effettivo delle domande

2900
superbonus alberghi click day

Aggiornamento: Il Ministero del Turismo ha stabilito delle date per le richieste che riguardano il cosiddetto Superbonus Alberghi (o semplicemente Bonus Alberghi).

Dopo aver chiarito nel dettaglio, nei giorni scorsi, quali sono le spese ammesse all’agevolazione dell’80% (più relativi contributi a fondo perduto) adesso ha comunicato le date di avvio dell’operatività e accessibilità della piattaforma informatica dedicata (sul sito di Invitalia):

  • a partire dal giorno 21/02/2022 sarà possibile accedere alla sezione informativa dell’incentivo e scaricare il facsimile della domanda, la guida alla sua compilazione e la modulistica degli allegati >> qui
  • a partire dalle ore 12:00 del 28/02/2022 e fino al 30 marzo 2022 sarà possibile accedere alla piattaforma per compilare il format online, caricare gli allegati ed effettuare l’invio della domanda >> qui

Durante la presentazione della domanda potrebbe apparire un messaggio che indica la creazione di una “coda virtuale”, con un tempo stimato di attesa per poter procedere con la compilazione della domanda (in base all’ordine di arrivo). Al termine della procedura verrà assegnato un protocollo elettronico.

Le domande verranno esaminate in ordine cronologico di presentazione. Nei 30 giorni successivi alla presentazione della domanda sarà eventualmente possibile modificare o integrare la domanda già presentata, ma attenzione, perché verrà attribuito un nuovo protocollo e un nuovo ordine cronologico.

Dopo la verifica delle domande, entro 60 giorni dalla chiusura dello sportello, Invitalia pubblicherà la graduatoria delle richieste ricevute.

>> Non perderti gli aggiornamenti in merito! Clicca qui, è gratis

* 18 novembre 2021: Come abbiamo visto, dopo la pubblicazione cosiddetto DL PNRR, quello che è stato denominato Superbonus Alberghi (o semplicemente Bonus Alberghi) – ovvero l’agevolazione dell’80% per le strutture ricettive che effettuano interventi di ristrutturazione e sostengono le spese a partire dal 7 novembre 2021 (data di entrata in vigore del decreto) – è stato ufficializzato.

L’agevolazione dell’80% e i relativi contributi a fondo perduto (>> per tutti i dettagli del bonus – destinatari, interventi ammessi, ecc. – leggi l’articolo dedicato) saranno validi fino al 31 dicembre 2024, però gli incentivi saranno erogati annualmente fino ad esaurimento delle risorse stanziate per ciascuna annualità (100 milioni di euro per il 2022, 180 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, 40 milioni di euro per il 2025) secondo l’ordine cronologico delle domande.

Ci sarà quindi un (temutissimo) click day? Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, intervenendo alla Camera, ha assicurato di no, perché si terrà sì conto dell’ordine cronologico di arrivo delle richieste, ma ci sarà anche una valutazione delle proposte e dei progetti. Di fatto però l’ordine cronologico di arrivo delle proposte – che deve avvenire per via telematica (aggiornamento di febbraio 2022: la piattaforma telematica per le richieste da parte degli operatori dovrebbe essere pronta entro il 21 febbraio) – sembra rimanere un criterio predominante.

Bonus Alberghi 80% anche per ristoranti

Per quanto riguarda invece le strutture destinatarie del bonus, nel decreto, come abbiamo visto, sono elencate le seguenti:

  • imprese alberghiere;
  • strutture che svolgono attività agrituristica, come definita dalla legge 20 febbraio 2006, n. 96 e dalle pertinenti norme regionali;
  • strutture ricettive all’aria aperta;
  • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, compresi:
    • stabilimenti balneari
    • complessi termali
    • porti turistici
    • parchi tematici

Il ministro però nella stessa occasione ha precisato che sono inclusi anche i ristoranti (ha dichiarato: “i ristoranti per me sono inclusi, per noi già ci sono”). Attendiamo ulteriori conferme anche in questo senso.

Il ministro ha comunque assicurato la massima velocità sui tempi e ha confermato che stanno predisponendo gli atti attuativi: “Poi se ci saranno delle modifiche, ci sarà solo da aggiornare gli atti attuativi che sono in fase di predisposizione: l’obiettivo è di essere pronti qualche giorno dopo la pubblicazione, di modo che non si perda tempo”.

Consigliamo

Questo volume sull’edilizia alberghiera, che descrive e analizza tutte le fasi del processo architettonico-edilizio di realizzazione di un hotel, e contiene alcuni approfondimenti tematici che riguardano il mercato turistico immobiliare, gli edifici storici nelle attività ricettive turistico alberghiere, gli Ecohotel, le pratiche autorizzative, la sicurezza in fase di esecuzione:

E questa guida alla gestione della sicurezza (anche dal punto di vista tecnico) nel settore alberghiero, che attraverso una minuziosa analisi delle singole voci offre uno strumento di riflessione e gestione del rischio (anche alla luce dell’emergenza Covid-19):

Adempimenti e procedure di Sicurezza per Hotel e strutture ricettive

Adempimenti e procedure di Sicurezza per Hotel e strutture ricettive

L’obiettivo di garantire la salute e la sicurezza nell’ambito della struttura alberghiera è un processo continuo, complesso, interdisciplinare, estremamente delicato e finalizzato alla sicurezza sia dei lavoratori che degli ospiti.

L’osservazione delle norme e delle procedure non può essere un atto meramente formale ma deve essere gestito e organizzato sotto i suoi molteplici aspetti in base a un efficiente assetto organizzativo e in modo sistematico.

L’organizzazione aziendale deve quindi prendere coscienza della necessità di intraprendere le azioni più idonee tempestive ed efficaci nell’intento di presidiare e salvaguardare la struttura, tutelare gli ospiti e il personale.

Per garantire questi risultati deve essere impostata un’attività che porti all’adozione di un assetto organizzativo efficiente e adeguato a gestire i rischi tipici dello svolgimento dell’attività alberghiera.

Il presente volume si pone quindi come guida alla gestione della sicurezza in senso più ampio per i vari aspetti anche tecnici che contraddistinguono il settore attraverso una minuziosa analisi delle singole voci offrendo uno strumento di riflessione e di gestione del rischio anche alla luce delle ultime situazioni pandemiche da covid-19.

Massimo Cartone
Geometra, ingegnere e dottore in giurisprudenza, esercita da sempre la libera professione a Milano. Consulente tecnico del Tribunale di Milano, è autore di diverse pubblicazioni tecnico - giuridiche ed è stato professore a contratto presso il Politecnico di Milano - Facoltà di Architettura per i corsi di “Programmazione tecnica ed economica e controllo qualità edilizia”, “Valutazione, programmazione e controllo”, e “Management di progetti complessi”. Attualmente è docente presso il laboratorio di “Costruibilità e Sostenibilità dell’architettura”. Massimo Cartone è membro della R.S.A. (Royal Society for the encouragement of Arts, Manufactures & Commerce), della R.I.C.S. (Royal Institution of Chartered Surveyors) oltre che del C.I.O.B. (Chartered Institute of Building).

Massimo Cartone, 2020, Maggioli Editore
28.00 € 26.60 €

Immagine: iStock/LDProd


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here