Home Professionisti Eventi e Formazione AINOP: da ASSOBIM un webinar per spiegare funzionalità e modalità operative

AINOP: da ASSOBIM un webinar per spiegare funzionalità e modalità operative

Per saperne di più, abbiamo intervistato il Direttore di ASSOBIM, Roberto Fantino, che ci ha spiegato le funzionalità della piattaforma, cosa è il fascicolo dell'opera e come cambierà il futuro delle infrastrutture italiane

62
AINOP webinar ASSOBIM

L’AINOP, l’Archivio Nazionale Informatico delle Opere Pubbliche permette di tenere traccia delle opere pubbliche dislocate lungo il territorio italiano. L’archivio è uno strumento dinamico che consente ai concessionari e agli amministratori di caricare direttamente i dati tecnici delle opere, gli interventi di ispezione e manutenzione programmati.

Per capire meglio come funziona e fornire le informazioni tecnico-informatiche agli operatori del settore, ASSOBIM organizza il 9 novembre 2021 – dalle ore 11.00 alle ore 12.30 un webinar online dedicato alla nuova piattaforma AINOP.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Il webinar si rivolge ad amministrazioni ed enti pubblici, software house, fornitori di
servizi e la finalità è quella di illustrare tutte le specifiche di AINOP, e illustra le modalità operative anche attraverso esempi e casi reali.

Per saperne di più, abbiamo intervistato il Direttore di ASSOBIMRoberto Fantino, che ci ha spiegato le funzionalità della piattaforma, cosa è il fascicolo dell’opera e come cambierà il futuro delle infrastrutture italiane.

Leggi anche: I ruoli BIM: la struttura e le mansioni delle figure tecniche

Webinar AINOP: tutto sulla nuova piattaforma

A cosa serve l’AINOP e come funziona?

L‘Archivio Informatico delle Opere Pubbliche (AINOP), basato sulla interoperabilità delle varie amministrazioni che detengono e gestiscono i dati riferiti ad un Opera Pubblica e all’esecuzione dei lavori sulla stessa.

Sulla base dei dati forniti dal proprietario/gestore, l’AINOP genera un codice identificativo della singola opera (IOP), che contraddistingue e identifica in maniera univoca l’opera medesima riportandone le caratteristiche essenziali e distintive.

Perché le informazioni relative alle opere pubbliche sono così preziose e utili per la sicurezza?

L’alimentazione di AINOP consentirà un maggiore controllo delle opere pubbliche durante il loro intero ciclo di vita; controllo inteso sia in termini di monitoraggio dello stato dell’infrastruttura fisica per la sicurezza dei trasporti e dei cittadini, sia in termini di definizione di un piano di azione in relazione alle priorità di intervento e sia in termini di miglioramento della semplificazione, celerità, accuratezza delle attività e tempestività degli interventi manutentivi e, al contempo, efficientamento della spesa pubblica.

>> Commissione ponti e viadotti. Pubblicato Decreto MIMS che stabilisce composizione e funzioni

Chi sono gli attori coinvolti nel flusso informativo?

Mediante l’AINOP si intende censire l’ingente patrimonio delle opere pubbliche di competenza degli Enti e delle Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato, delle Regioni, delle autonomie locali (Province Autonome, Province, Città metropolitane, ecc.) e di tutti i Comuni presenti sull’intero territorio nazionale.

Come cambia il futuro delle infrastrutture italiane con l’introduzione dell’AINOP?

L’AINOP è gestito mediante una piattaforma con la quale sarà possibile:

  • identificare un’opera e la sua collocazione nel contesto territoriale,
  • visualizzare dati, informazioni e documenti dell’opera strutturati in una sorta di fascicolo virtuale,
  • ricevere informazioni che consentiranno il monitoraggio tecnico dell’opera, nell’ottica di prevenire criticità, anche attraverso sistemi intelligenti di alert sullo stato della infrastruttura,
  • individuare i possibili flussi di lavoro per rendere efficiente la creazione, manutenzione, gestione e cessazione dell’opera.

Il “fascicolo dell’opera”, nella sua globalità, fornisce gli elementi per individuare le opere da porre in sicurezza con interventi ad hoc, classificandole anche in base alle priorità d’urgenza. Nel rispetto delle norme vigenti in tema di privacy e di security, sono pubblicati, in modalità open, dati caratterizzanti le opere pubbliche, significativi nell’ottica di una migliore trasparenza delle attività di Governo.

>> Comportamento strutturale: perché eseguire il monitoraggio dinamico?

Perché un webinar dedicato alla piattaforma AINOP?

Il webinar è destinato a fornire le informazioni tecnico-informatiche agli operatori del settore interessati al trasferimento dei dati, illustrando tutte le specifiche di AINOP, anche attraverso esempi e casi reali.

>> Scarica la locandina e segui il link per l’iscrizione <<

Consigliamo

La sicurezza dei ponti stradali esistenti

La sicurezza dei ponti stradali esistenti

Andrea Barocci, 2020, Maggioli Editore

L’approvazione ad aprile 2020 delle Linee Guida per la verifica e il monitoraggio dei ponti stradali esistenti impegna le amministrazioni, gli enti gestori e i professionisti a fare un balzo in avanti per il miglioramento del nostro patrimonio infrastrutturale. Un...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here