Home Soluzioni progettuali Design e funzionalità: una soluzione per l’igiene e il risparmio idrico

Design e funzionalità: una soluzione per l’igiene e il risparmio idrico

Un connubio tra estetica e tecnologia per una migliore fruibilità del bagno pubblico. Vediamo nel dettaglio

126

L’ambiente del bagno pubblico richiede soluzioni affidabili e resistenti per fare fronte a una maggiore intensità e frequenza d’uso, mentre nel bagno domestico si privilegia più l’aspetto estetico. Oggi questi due mondi si stanno avvicinando e i progettisti sempre più spesso cercano soluzioni capaci di creare ambienti belli e confortevoli anche fuori casa.

Ecco perché è stata realizzata la serie OTTO che unisce lo stile con le prestazioni dei prodotti di Idral. Le curve morbide e la combinazione di corpo e cover superiore rendono questo prodotto ideale per integrarsi in qualsiasi progetto. In collaborazione con il designer Luca Papini, sono stati progettati rubinetti e miscelatori elettronici che uniscono trasversalmente i due settori dell’innovazione tecnologica e del design.

Il designer Luca Papini spiega: OTTO nasce sia in versione miscelatore che mono acqua, entrambe con il controllo dell’erogazione attraverso una fotocellula per garantire il massimo risparmio idrico. La serie è disponibile nelle varie finiture cromo, bianco, nero opaco, oro, nickel e oro rosa/rame in finitura spazzolata. Le forme morbide del rubinetto OTTO si enfatizzano per una cover nella parte superiore che aiuta l’ispezione e permette la personalizzazione bicolore del prodotto.”

Per unificare l’estetica del progetto e garantire le migliori prestazioni.

Leggi anche: Nuovo bonus idrico 2021: come usare l’agevolazione? Le soluzioni

Il design in aiuto dell’igiene e dell’accessibilità

Foto 1. Rubinetto, Linea Idral.

La tecnologia a infrarossi non richiede di entrare in contatto con nessuna superficie per controllare il flusso d’acqua, offrendo maggiore sicurezza all’utente e minimizzando il pericolo di contaminazione incrociata. Questi rubinetti hanno un sistema di risciacquo automatico ogni 24 ore dopo l’ultimo utilizzo che permette di prevenire la proliferazione di germi come la legionella. Inoltre, sono molto facili da usare grazie al sensore infrarosso. Questo è importante quando si vuole rendere il bagno accessibile a tutti, in particolare per le persone con mobilità ridotta che possono lavarsi le mani più facilmente con un sistema elettronico rispetto a un rubinetto standard.

Ti può interessare: Risparmio idrico e soluzioni per gli spazi pubblici: ecco come fare

Rubinetti e miscelatori dalle forme ergonomiche e resistenti all’uso

Foto 2. Serie OTTO, Idral.

Per quanto riguarda il funzionamento, questi rubinetti elettronici sono stati progettati per resistere a una maggiore frequenza ed intensità d’uso rispetto all’uso domestico. Inoltre, permettono di ridurre lo spreco d’acqua che in spazi aperti al pubblico può rappresentare un 50% in più rispetto a spazi residenziali, rappresentando un costo importante per la proprietà. A questo si aggiunge che la manutenzione è stata semplificata grazie alla possibilità di rimuovere la cover superiore, senza la necessità di ulteriori interventi.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Infine, il tema dell’uso inappropriato o da tentativi di manomissioni è molto importante in questi spazi e per questo la serie è dotata di un sistema anti vandalico che permette di ridurre i costi di manutenzione e di un’eventuale sostituzione.

Composizione

  • Corpo base e cover in zamak cromati
  • Elettrovalvola bistabile 6 V (interna)
  • Sensore ad infrarossi
  • Batteria al litio 6 V CRP2
  • Con valvole di ritegno

Per maggiori informazioni:

Serie OTTO Idral

Foto di copertina: Idral


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here