Home Bonus Edilizia Bonus Casa: un nuovo strumento di cessione del credito

Bonus Casa: un nuovo strumento di cessione del credito

Il portale per servizi professionali che consente a imprese e lavoratori autonomi di cedere alla piattaforma il credito d’imposta generato da Ecobonus e Bonus Casa, in cambio di liquidità immediata. Scopri di più

256

Lo sconto in fattura e la cessione del credito, sono una possibilità introdotta a partire dal gennaio 2020, con il Decreto Rilancio 34/2020, e resa valida anche per i lavori svolti in tutto il 2021 sulle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia e impiantistica.

Ricordiamo che lo sconto in fattura garantisce l’abbattimento del costo dei lavori direttamente dalla ditta fino a un importo non superiore al costo stesso dei lavori, cioè fino all’importo massimo corrispondente al bonus di cui si vuole usufruire.

Invece, la cessione del credito comporta la cessione vera e propria della detrazione fiscale da parte del soggetto contribuente verso un ente terzo, come ad esempio le banche, in cambio del rimborso fino a un importo massimo corrispondente alla somma che altrimenti verrebbe detratta in dichiarazione.

Il marketplace per servizi professionali ProntoPro consente a imprese e lavoratori autonomi di cedere alla piattaforma il credito d’imposta generato da Ecobonus e Bonus Casa, in cambio di liquidità immediata.

Sconti nella dichiarazione dei redditi, rinuncia al credito maturato e cessione alle banche

Secondo il portale che mette in contatto domanda e offerta di servizi professionali, i bonus edilizi introdotti dal governo italiano hanno determinato un consistente aumento di richieste nel settore della ristrutturazione casa. Si calcola che la domanda sia cresciuta del 20% rispetto al 2020 e continui a crescere del 10% ogni mese.

Oltre al tradizionale meccanismo della detrazione fiscale, che consente ai lavoratori di recuperare le spese sostenute entro i 10 anni successivi all’intervento attraverso sconti nella dichiarazione dei redditi, i bonus istituiti dal Decreto Rilancio concedono l’opportunità di rinunciare al credito maturato e cederlo immediatamente a banche o altri intermediari finanziari. Un’agevolazione di cui possono usufruire sia i privati cittadini che imprese e liberi professionisti.

La procedura di cessione del credito

E proprio ad imprese e lavoratori autonomi il portale offre la possibilità di cedere direttamente alla piattaforma il credito d’imposta generato dai lavori di ristrutturazione che beneficiano dell’Ecobonus e del Bonus Casa. Il portale garantisce in cambio liquidità immediata, al netto di una percentuale trattenuta per la gestione della pratica.

La procedura da seguire per cedere il proprio credito è molto semplice:

  1. il professionista iscritto al portale può proporre al proprio cliente di usufruire dello sconto in fattura per interventi nell’ambito di ristrutturazione ed efficientamento energetico della propria casa;
  2. un team incaricato verificherà che i lavori generino credito cedibile e si occuperà di inviare le necessarie comunicazioni all’Agenzia delle Entrate;
  3. dopo che l’Agenzia delle Entrate avrà caricato il credito sul cassetto fiscale del cliente, questi potrà cederlo a ProntoPro;
  4. entro cinque giorni lavorativi, il portale si impegna a restituire al professionista o all’impresa l’importo concordato.

>> Vorresti rimanere aggiornato su notizie come questa? Clicca qui, è gratis

La cessione del credito è attualmente accessibile per gli interventi di ristrutturazione edilizia che beneficiano del Bonus Casa con una detrazione fiscale del 50%, e per i lavori di riqualificazione energetica sul proprio immobile, che offrono uno sconto in fattura del 50% o del 65%.

Grazie a questa offerta, i professionisti possono trovare nuovi clienti e gestire le operazioni di cessione del credito nel medesimo luogo e in tempi rapidi. L’obiettivo è di fornire uno strumento che semplifichi l’accesso al credito da parte dei professionisti ma che, al contempo, soddisfi anche il cliente finale.

Per saperne di più:

ProntoPro

Foto di copertina: iStock/Jakraphong Pongpotganatam


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here