Home Bonus Edilizia Bonus Facciate. Proroga per tutto il 2022, ma al 60%

Bonus Facciate. Proroga per tutto il 2022, ma al 60%

Si parla di una proroga Bonus Facciate per tutto il 2022, ma la percentuale scenderà dal 90% al 60% il prossimo anno. Cosa deve fare chi non riesce a terminare i lavori entro la scadenza dell'agevolazione?

6282
Bonus facciate proroga

Aggiornamento del 28 ottobre 2021_Il bonus facciate sarà prorogato ma la percentuale scenderà dal 90 al 60% il prossimo anno. Queste sono le ultime indiscrezioni trapelate sulla Manovra fiscale. Si parla di una proroga per tutto il 2022.

Nelle ipotesi del Documento programmatico di bilancio, la misura sembrava non essere rinnovata, mentre ora viene confermata con una percentuale ridotta.

Invece, nella Nota di Aggiornamento del Documento di economia e finanza 2021 (NADEF), approvata dal Consiglio dei Ministri, si parla della proroga al 2023 per la super agevolazione al 110%.

Nel documento si legge che con la prossima Legge di Bilancio 2022-2024 sarà previsto il prolungamento di diverse misure di rilievo economico e sociale, fra cui il Fondo di Garanzia per le PMI e gli incentivi all’efficientamento energetico degli edifici e agli investimenti innovativi. Ne abbiamo parlato meglio in questo articolo > Proroga Superbonus al 2023? Ci sono tutti gli indizi

>> Vorresti rimanere aggiornato su notizie come questa? Ricevile direttamente

Non è del tutto chiaro, cosa ne sarà degli altri bonus casa in scadenza a fine anno. Quindi, il bonus facciate verrà confermato? Che fine farà?

Al momento il termine per beneficiare del Bonus Facciate è fissato al 31 dicembre 2021 e ad oggi si parla di proroga. Ma bisognerà attendere conferme e/o smentite ufficiali e soprattutto la Legge di Bilancio 2022.

Quindi chi ha iniziato i lavori, e vorrebbe beneficiarne, come dovrà muoversi nel caso in cui non riuscisse a terminare i lavori entro la scadenza?

Vediamo come fare in questo caso.

Leggi anche: Degrado dei rivestimenti lapidei, esempi e ripristini con il Bonus Facciate

Cosa fare se i lavori Bonus Facciate non terminano entro la scadenza?

Chi ha iniziato i lavori, e vorrebbe beneficiare del Bonus Facciate, nel caso in cui non riuscisse a terminare i lavori entro la scadenza dell’agevolazione ha due possibili strade da seguire: pagare l’impresa entro l’anno, anche a lavori non finiti, o perdere parzialmente i benefici.

I tempi però sono stretti perché c’è da considerare che ciò che verrà pagato dopo il 31 dicembre 2021 non potrà rientrare più nel Bonus Facciate. Però i lavori potrebbero essere “assorbiti” dal nuovo bonus o dall’ecobonus 65%, se si tratta di interventi di risparmio energetico, o bonus ristrutturazioni 50%, se si tratta di interventi edilizi, difficilmente nel 110.

>> Aggiornato “posterone” ENEA. Riepilogo su tutti i bonus attivi

Quindi se la fine lavori è prevista nel 2022, è conveniente fare una valutazione su rimandare il pagamento all’anno 2022 e scontare le detrazioni minori sugli ultimi pagamenti, oppure saldare entro il 2021 (fidandosi dell’impresa). Quest’ultima è una soluzione approvata anche dalle Entrate nella risposta all’interpello della direzione regionale della Liguria n. 903 -521/2021, che ritiene detraibili gli importi pagati prima della fine lavori.

Una doccia fredda questa per chi ha deciso di orientarsi sul Bonus Facciate anziché sul 110 per l’installazione del cappotto termico all’edificio evitando così i limiti di spesa.

Potrebbe interessarti: Rifacimento frontalini balconi: ripartizione spese, bonus e permessi

Bonus Facciate e le condizioni da rispettare

Il Bonus Facciate è una detrazione in vigore dal 2020, aggiuntiva rispetto a tutte le altre già esistenti (Ecobonus, detrazioni ristrutturazioni, Sismabonus, Bonus Mobili), in poche parole riservata agli interventi che riguardano il decoro architettonico. È valido per tutti gli edifici privati, dalla villetta al condominio, per interventi edilizi anche di manutenzione ordinaria, il recupero o il restauro della facciata. Non sono previsti massimali di spesa.

>> Bonus facciate edificio incompleto? Sì solo se l’immobile è esistente e costruito

In generale, per accedere al Bonus Facciate ci sono tre condizioni fondamentali da rispettare, che riguardano: l’ubicazione degli edifici sottoposti all’intervento di recupero della facciata; la visibilità delle facciate; la percentuale di intonaco su cui intervenire. Continua a leggere per tutti i dettagli dell’agevolazione e tutti gli aggiornamenti…

Consigliamo

I Bonus Casa 2021: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf

I Bonus Casa 2021: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf

Antonella Donati, 2021, Maggioli Editore

Con la Legge di Bilancio 2021 i bonus e le agevolazioni per la casa cambiano con importanti novità e altrettante conferme. L’eBook fornisce una guida pratica snella e molto chiara sulle diverse opzioni a disposizione per effettuare spese e investimenti sugli immobili in parte...



Superbonus 110%: casi concreti

Superbonus 110%: casi concreti

Fiammelli Matilde, 2020, Maggioli Editore

70 Domande e risposte sul Superbonus 110% l'importante agevolazione, introdotta dal DL 34/2020, per coloro che, fatte salve le dovute caratteristiche necessarie, hanno effettuato determinati interventi sugli immobili, consistente nella possibilità di detrarre dall’imposta lorda, in...



Foto:iStock.com/Francesco Scatena


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here