Home Soluzioni progettuali Impermeabilizzare le coperture, membrane sintetiche per tetti e opere idrauliche

Impermeabilizzare le coperture, membrane sintetiche per tetti e opere idrauliche

Sistemi a base di polimeri di gomma adatti a nuove costruzioni, ristrutturazioni, ma anche per invasi e bacini d'irrigazione. Supporto per installazioni rapide, senza l'esecuzione di ulteriori saldature in cantiere. Scopri di più

165

Quando si tratta di impermeabilizzare una copertura (commerciale, residenziale, modulare, a verde, solare, piana o inclinata) o un bacino di raccolta dell’acqua (irriguo, ornamentale, balneabile, antincendio, ecc..), ma anche di proteggere dalle intemperie una facciata o l’insilato destinato al bestiame o al biogas, è possibile utilizzare le membrane in EPDM dal momento che risultano essere resistenti, elastiche, flessibili e applicabili in diversi contesti e supporti.

Vediamo degli esempi di applicazioni.

Membrane sintetiche per nuove costruzioni e per ristrutturazioni

Firestone Building Products, ora parte di Holcim, è produttore dagli anni 80 di sistemi di impermeabilizzazione a base di polimeri di gomma per un’ampia varietà di applicazioni industriali, commerciali e residenziali (membrane sintetiche in EPDM e TPO).

I sistemi di copertura in EPDM forniscono soluzioni di impermeabilizzazione durature e affidabili, abbastanza flessibili da poter essere applicate su qualsiasi copertura sia si tratti di nuove costruzioni o anche di ristrutturazioni.

L’azienda, grazie alle diverse soluzioni proposte ha realizzato un’ampia gamma di prodotti che trovano applicazione nei sistemi di copertura e nelle opere idrauliche.

Prodotti di qualità, facilità anche nell’installazione e competenza permettono di riconoscersi nel motto “Nobody Covers You Better”.

Foto 1. Opere idrauliche, Vienna (Austria), Firestone.
Foto 2. Interventi di impermeabilizzazione per coperture, Firestone.

Sistemi di impermeabilizzazione per coperture continue

Foto 3. Membrana impermeabilizzante per coperture continue, Firestone.

Il settore delle impermeabilizzazioni è cambiato negli ultimi anni, in particolare quello delle coperture continue, che vede i manti sintetici guadagnare costantemente quote di mercato. Ecco perché allora risulta fondamentale garantire la durabilità dei prodotti, la facilità di applicazione e la capacità di ottimizzare l’efficienza energetica degli edifici, riducendo al minimo il loro impatto ambientale.

Le prime membrane di copertura RubberGard EPDM sono state installate nel 1980 e in questi 40 anni ne sono state installate oltre 1,5 miliardi di m², in qualsiasi condizione climatica. Questi risultati sono stati resi possibili anche dalle diverse opzioni di installazione e dai diversi accessori offerti da questo sistema di copertura ormai collaudato e completo, in grado di soddisfare al meglio i requisiti di ogni progetto.

A differenza di altre membrane di copertura tradizionali, questa non richiede l’impiego di fiamme e attrezzature nell’installazione, il che rende le condizioni di lavoro in cantiere più sicure. Trattandosi di una membrana monostrato prodotta in teli di grandi dimensioni (privi quindi di saldature), rappresenta una soluzione di copertura leggera, rapida e facile alla messa in posa. L’EPDM è un materiale che garantisce una buona durata, resilienza e adattabilità alle esigenze attuali e future degli edifici.

Foto 4. Pacchetto Build-up EPDM Tetto verde, Firestone 3D.

Ma questo materiale è valido non solo per coperture, opere idrauliche e facciate. Per i progetti in cui è richiesta una membrana di copertura di colore chiaro, in grado di garantire un’ottima riflettanza solare esiste la tipologia Firestone UltraPly TPO.

Le membrane termoplastiche in poliolefine flessibili (TPO), per la prima volta installati negli anni 60, sono tra i prodotti per coperture commerciali in più rapida crescita.

Ovviamente, per garantire la durata e l’efficienza di una copertura, non solo la membrana che ne costituisce l’elemento di tenuta, ma anche tutti gli elementi e gli strati a completamento del sistema devono risultare durevoli e compatibili tra loro.

L’azienda può fornire diversi prodotti, tra cui:

pannelli isolanti in PIR, lastre di rivestimento per coperture e membrane per il controllo della diffusione del vapore.

Foto 5. Membrana sintetica EPDM, Firestone.

>> Ti piacciono articoli come questo? Ricevili direttamente!

Sistemi di impermeabilizzazione per opere idrauliche

I sistemi di impermeabilizzazione per opere idrauliche si possono applicare non solo su immobili agricoli, industriali e commerciali, ma anche residenziali, per esempio in laghetti ornamentali e piscine naturali.

GeoGard EPDM, geomembrana in gomma sintetica

Foto 6. Geomembrana GeoGard EPDM, Firestone.

Firestone GeoGard EPDM è una geomembrana in gomma sintetica che trova applicazione in ambito agricolo, ambientale e paesaggistico, che grazie alle sue proprietà caratteristiche è adatta a resistere nel tempo, in contesti che richiedono assoluta affidabilità al sistema di impermeabilizzazione.

I teli, privi di saldature, vengono prodotti in formati di grandi dimensioni, che arrivano a larghezze di 15,25m e lunghezze di 61m (930 m²), il che riduce significativamente la necessità di eseguire dettagli in opera e di conseguenza le tempistiche, i rischi e gli imprevisti legati alla posa. Alla semplicità e alla rapidità di installazione concorrono l’elevato angolo di attrito, oltre la particolare tecnologia QuickSeamTM per l’esecuzione delle giunzioni e dei dettagli.

Questa geomembrana flessibile ed elastica permette di impermeabilizzare le opere idrauliche in maniera durevole, resistendo fino ai – 45°C, alla pressione, al punzonamento e sopportando sia i raggi UV che l’ozono. Dal punto di vista della sostenibilità, la composizione chimica di questa membrana vulcanizzata non rilascia alcuna sostanza nell’ambiente.

Infatti, questa tecnologia innovativa può essere sfruttata in diversi progetti e contesti, risultando un valido supporto per tecnici e committenti.

GeoSmart EPDM, un supporto per impermeabilizzare gli invasi

Foto 7. Geomembrana GeoSmart EPDM, Firestone.

Firestone GeoSmart EPDM è una geomembrana in gomma sintetica progettata specificatamente per l’impermeabilizzazione di invasi di piccole e medie dimensioni. I teli vengono prodotti e confezionati pronti per la posa, in dimensioni che arrivano, a seconda dello spessore, fino a 2.400 mq.

Questi geosintetici si prestano ad installazioni rapide e sicure e non necessitano dell’esecuzione di ulteriori saldature in cantiere; di conseguenza la posa non è condizionata dalle condizioni meteorologiche e non richiede l’impiego di specifiche attrezzature.

La durabilità di questa geomembrane, unita all’elasticità, alla flessibilità e alla resistenza al punzonamento permettono di essere usate per la realizzazione di bacini per l’irrigazione, vasche e invasi per il contenimento dell’acqua a scopo antincendio o di riduzione del rischio di inondazione, laghetti ornamentali, vasche per liquami e altre applicazioni di impermeabilizzazioni in ambito agricolo, paesaggistico e ambientale.

Questa membrana può essere applicata alla copertura degli insilati, proteggendo il foraggio dall’aria e dall’acqua e preservandone il valore nutritivo. Inoltre, riduce notevolmente i rifiuti generati dall’azienda agricola o dall’impianto biogas.

Per maggiori informazioni:

Firestone Alpewa


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here