Home Sicurezza Antincendio Incendio Torre dei Moro: il cappotto termico non c’entra

Incendio Torre dei Moro: il cappotto termico non c’entra

Da principale indiziato il cappotto termico viene scagionato. Per Cortexa ha svolto la sua funzione protettiva, impedendo la propagazione dell’incendio ed evitando così un epilogo potenzialmente molto più grave

1356
Incendio cappotto termico Torre dei Moro Milano

La Commissione Tecnica interna a Cortexa, riunitasi per un confronto sul caso, è arrivata ad una conclusione: il Cappotto non c’entra con la propagazione dell’incendio avvenuto a Milano alla Torre dei Moro.

Secondo un comunicato stampa diffuso dall’associazione, che riunisce le più importanti aziende del settore dell’Isolamento a Cappotto in Italia, il sistema di isolamento posizionato sulla facciata strutturale sottostante a quella decorativa e lateralmente, ha svolto la sua funzione protettiva, impedendo la propagazione dell’incendio ed evitando così un epilogo potenzialmente molto più grave.

Ecco cosa è accaduto, secondo Cortexa.

Non perderti: Cappotto termico esterno: come è fatto e come avviene la posa

Il cappotto non è stato coinvolto nell’incendio

L’incendio che ha colpito la facciata del grattacielo di Milano noto come “Torre dei Moro” non è stato alimentato dal Sistema a Cappotto, né lo ha coinvolto. Questa la conclusione della Commissione Tecnica di Cortexa, il progetto associativo che dal 2007 racchiude i principali produttori di Sistemi a Cappotto in Italia.

“Le immagini mostrano come il Cappotto, presente sull’involucro esterno dell’edificio, sottostante alle “vele” esterne decorative che sono bruciate, abbia impedito la propagazione dell’incendio, giocando un ruolo centrale nella protezione della facciata.”

Per gli esperti di Cortexa: In attesa degli esiti delle indagini ufficiali, che potranno appurare quanto realmente accaduto, possiamo ipotizzare che se sulle pareti esterne del grattacielo non fosse stato presente il Cappotto, l’epilogo sarebbe stato diverso.

“Cappotto, sandwich, facciata ventilata, rivestimento: in questi giorni si è detto e letto di tutto. L’avere confuso questi concetti, che indicano materiali e funzioni molto differenti tra loro, ha generato una pericolosa ondata di disinformazione.” spiegano gli esperti di Cortexa.

Leggi anche: L’incendio di Milano tra rivestimenti difettosi, normativa antincendio e problemi assicurativi

Cappotto termico garantito

“Cortexa nasce con la missione di garantire a tutta la filiera una corretta informazione sul Sistema a Cappotto. Desideriamo tranquillizzare quindi professionisti e privati con un messaggio inconfutabile: un Sistema a Cappotto certificato, ben progettato e posato a regola d’arte non brucia né propaga un incendio, rappresenta invece un’eccellente protezione dell’involucro degli edifici, anche dal fuoco”.

Cortexa esprime la propria vicinanza agli abitanti di “Torre dei Moro” e mette le proprie conoscenze sul Sistema a Cappotto a disposizione degli attori ufficialmente coinvolti – Progettisti, Amministrazioni, Ministeri, Vigili del Fuoco – e di tutti coloro che, pur non operando nel mondo dell’edilizia, desiderano approfondire la tematica.

Consigliamo

SCIAvvf antincendio e asseverazione VVF

SCIAvvf antincendio e asseverazione VVF

Significato, modalità di compilazione, documentazione ed esempi

Davide Luraschi, 2019, Maggioli Editore
26.00 € 24.70 €
Resistenza al fuoco delle strutture
Claudio Giacalone, 2020, Maggioli Editore
42.00 € 39.90 €
Gli isolanti termici in edilizia

Gli isolanti termici in edilizia

• Soluzioni per l’isolamento termico
• Tecniche di applicazione
• Schede tecniche materiali

Massimo Rossetti, Domenico Pepe, 2020, Maggioli Editore
33.00 € 31.35 €

Foto: blog.urbanfile.org


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here