Home Soluzioni progettuali Il sistema completo per la fognatura per le reti a pressione atmosferica

Il sistema completo per la fognatura per le reti a pressione atmosferica

Tubi ad alta resistenza con parete a triplo strato in polipropilene alto modulo (PP-HM) che permettono di realizzare un sistema ad alte prestazioni in termini di resistenza ai carichi, alla flessione e all’abrasione interna ed esterna. Vediamo nel dettaglio

188

La norma UNI EN 13476 definisce i requisiti di prodotto da soddisfare per la realizzazione di condotte fognarie di acque reflue civili ed industriali, per sistemi misti, separati e con temperature dei liquami fino a 80°C per sistemi funzionanti in continuo, e fino a 95°C in funzionamento discontinuo.

La normativa prevede due campi di applicazione (U e UD): il primo contempla solo l’installazione interrata esterna agli edifici, mentre il secondo si occupa dell’installazione interrata sia all’esterno che all’interno degli edifici.

Vediamo nel dettaglio a quale campo di applicazione il sistema in esame è conforme.

Le tubazioni a triplo strato in polipropilene ad alto modulo

Figura 1.Tubi PPEcoforte con pareti a triplo strato.

È conforme alla seconda parte della norma l’intera famiglia di prodotti Valsir per la rete fognaria: parliamo della gamma PPEcoforte, composta da tubazioni a innesto e raccordi, con diametri esterni che vanno dai 110 fino ai 500 mm.

Le tubazioni sono realizzate in polipropilene ad alto modulo, con parete piena a triplice strato. Il processo produttivo adottato è di coestrusione: all’interno della stessa testa di estrusione vengono processati contemporaneamente i tre diversi strati.

Lo strato interno realizzato in PP garantisce un’elevata resistenza all’aggressione delle sostanze chimiche disciolte nei reflui e, se comparato con altri sistemi, una maggiore resistenza all’abrasione dovuta ad eventuali corpi estranei presenti nell’effluente; grazie alla superficie estremamente liscia, impedisce la formazione di depositi, e quindi di eventuali ostruzioni. La superficie interna, di colore bianco, aumenta la visibilità in fase di videoispezione e di manutenzione.

Lo strato intermedio delle tubazioni è realizzato con polipropilene arricchito di cariche minerali che ne migliorano le caratteristiche meccaniche, tra cui la rigidità anulare – che a seconda delle esigenze può variare da SN4 a SN16, andando a soddisfare tutte le esigenze di cantiere.

Lo strato esterno, sempre in PP, è additivato con un agente anti UV che incrementa la resistenza all’esposizione solare e ne riduce l’azione di invecchiamento sulle tubazioni. È in grado di resistere agli urti e alle sollecitazioni causate dal materiale di rinterro in fase di posa, garantendo così l’integrità strutturale del tubo.

Il sistema di tubazioni a innesto per la rete fognaria

Figura 2.Raccordi.

Il bicchiere per il collegamento viene realizzato al termine della fase di produzione del tubo, attraverso un processo di termoformatura, durante il quale viene creata anche la sede della guarnizione bicomponente, composta da un elastomero tipo TPE-V ed un anello in PP.

Grazie a questa doppia struttura, vengono evitati sfilamenti involontari della guarnizione sia in fase di posa che di movimentazione del prodotto, garantendo sempre la corretta tenuta idraulica anche quando non è possibile assicurare il perfetto allineamento tra i diversi spezzoni della condotta.

PPEcoforte mantiene le sue caratteristiche meccaniche anche alle basse temperature, come dimostrato dai testi eseguiti a -20° C, prescritti dalla normativa UNI EN ISO 3127 è dunque possibile installare questa famiglia di prodotti anche in condizioni climatiche estreme.

Le barre sono disponibili in lunghezze commerciali da 1, 3 e 6 metri: ciò vuol dire che l’effettiva lunghezza sarà quella nominale più quella del bicchiere. Ad esempio, una barra del Ø 200 da 6 metri avrà una lunghezza reale di circa 6,3 m.

La disponibilità di barre da 6 metri permette di realizzare velocemente anche condotte molto lunghe. Le barre di misura più corta consentono invece di realizzare il percorso con grande flessibilità: ogni bicchiere è in grado, infatti, di gestire perfettamente una deviazione di 3°.

>> Desideri ricevere aggiornamenti di questo tipo? Clicca qui

Un’opzione con apposite fessure per la dispersione in subirrigazione di reflui

Figura 3.Tubo fessurato.

In assenza di una rete fognaria (e quando ammesso dai regolamenti nazionali o locali), è anche possibile utilizzare tubazioni dotate di apposite fessure per la dispersione in subirrigazione di reflui, sfruttando la superficie di scambio con il terreno circostante.

Le aperture sono disposte radialmente lungo tutta la tubazione: a seconda delle necessità è possibile realizzare da 3 fino a 6 tagli, per la massima capacità di drenaggio. Le configurazioni disponibili sono cinque V2, V6, V3, V4 e V5  e si differenziano per il numero di aperture. Le ultime tre si contraddistinguono anche per il fondo continuo, che le rende idonee alla raccolta del percolato e quindi a stabilizzare i terreni ricchi di acqua, salvaguardando le strutture edili che vi poggiano.

Le fessure possono essere personalizzate per lunghezza, larghezza, distanza, nonché per disposizione continua o alternata, con una varietà di configurazioni sufficienti a soddisfare il più esigente dei progettisti.

Lo sviluppo longitudinale delle tubazioni fessurate è calcolato sulla base delle indicazioni normative locali: normalmente si basa su una valutazione del terreno in cui andranno posizionate e del numero di abitanti equivalenti dell’agglomerato collegato all’impianto.

La posa del sistema va effettuata in una idonea trincea, che garantisca un sufficiente distanziamento da altri impianti – come quello idrico – ma anche la salvaguardia della falda idrica che può trovarsi nel terreno. Il letto di posa e il terreno di avvolgimento delle tubazioni dovrà essere drenante, e per questo solitamente si utilizza della ghiaia lavata con granulometria compresa tra i 40 e i 70 mm.

In sostanza, dunque, la geometria dell’impianto, per le numerose conformazioni che può assumere, va necessariamente valutata sulla base dell’area a disposizione e considerando la natura del terreno.

Un sistema per realizzare l’intero impianto fognario

Questo sistema si propone dunque come risorsa completa per realizzare qualsiasi impianto puntando alla massima efficienza, con caratteristiche tecniche e strutturali adatte a soddisfare i requisiti di ogni applicazione residenziale, stradale o industriale.

I raccordi e i numerosi accessori (valvole, sifoni, pozzetti e camere di ispezione, ecc.) ne fanno la soluzione ideale per il convogliamento di acque di rifiuto civili e industriali (bianche, nere e miste) e di scarichi industriali e agricoli.

Per maggiori informazioni:

PPEcoforte


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here