Home Professionisti Esami di Stato Esame di Stato Architetti e Ingegneri a distanza, le modalità

Esame di Stato Architetti e Ingegneri a distanza, le modalità

Gli Esami di Stato in Architettura e Ingegneria continuano a essere svolti con prova orale a distanza. Vediamo con quali modalità si sono tenute le prove nelle precedenti sessioni e come prepararsi

222
Esame Stato Architetti e Ingegneri a distanza

Come abbiamo visto, anche per il 2021 gli Esami di Stato per Architetti e Ingegneri si terranno con la modalità dell’unica prova orale a distanza, introdotta nel 2020 a causa dell’emergenza COVID e riconfermata visto il perdurare della pandemia.

Come per il 2020, le linee guida del MiUR specificano che gli atenei devono garantire che la prova orale verta su tutte le materie previste dalla normativa di riferimento, ai fini della verifica dell’acquisizione delle competenze, delle nozioni e delle abilità. Vediamo qualche esempio di come si sono svolte le prove nelle precedenti sessioni, con l’aiuto dell’architetto e autore dei più venduti libri di preparazione all’Esame di Stato Alberto Fabio Ceccarelli.

Per le date, le sedi e i consigli consulta le pagine:
>> Esame Stato Architettura 2021 <<
>> Esame Stato Ingegneria 2021 <<

Orale unico Architetti 2021

Per quel che riguarda l’esame per l’iscrizione all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, sezioni A e B, ciascun ateneo pare abbia interpretato in modo diverso le indicazioni mi­nisteriali, strutturando l’esame in due o tre fasi, con caratteristiche diverse legate alla sede e alle singole commissioni esaminatrici.

Per quanto riguarda la prima fase, in numerose sedi sono stati richiesti l’esame critico di un progetto scelto dalla commissione (o, in alcuni casi, dal candidato stesso), con domande ad esempio sull’iter autorizzativo e realizzativo, e/o l’esame critico di un particolare tecnologico. Gettonate anche le domande su opere di architettura moderna e contemporanea con quesiti sull’opera ma anche sull’autore, sul si­stema strutturale, tecnologico e distributivo.

Per quanto riguarda la seconda fase le domande pare si siano invece spesso concentrate sulle tematiche dell’attività professionale, in ambito ordinistico e deontologico, e sulla pratica progettuale (soprattutto direzione lavori e sicurezza con committente pubblico o privato) e costruttiva. Richiesti anche temi più generali riguardanti l’urbanistica, il restauro architettonico, la bioclimatica, la sicurezza nei luoghi di lavoro e antincendio, la normativa vincolistico-ambientale e le procedure autorizzative.

Nella sede di Venezia, tra la prima e la seconda fase se ne è tenuta una aggiuntiva che ha visto la richiesta di un commento critico a un breve testo, con riferimenti all’autore, al periodo storico e agli sviluppi culturali che ha generato.

>> Non perderti nessuna notizia! Ricevi le nostre news

Orale unico Ingegneri 2021

Per quel che riguarda l’esame per l’iscrizione all’Ordine degli Ingegneri Civili Ambientali, Indu­striali e dell’Informazione, sezioni A e B, sono state declinate diverse modalità d’esame – anche in funzione della tipologia di laurea – sempre suddividendo la pro­va in fasi (o, in alcuni casi, in “stanze”).

Argomenti comuni per tutti gli ambiti sono risultati essere quelli relativi a deontologia, onorari e modalità d’incarico. Per il settore civile-ambientale nello specifico, la prima fase ha spesso riguardato domande relative alle proprie esperienze di studio e di laurea, e alle attività svolte del candidato, oltre a domande più generiche sulla deontologia, sui documenti, e sulla professione, anche nei suoi aspetti pratici.

La seconda fase invece ha spesso riguardato l’esame critico di un particolare tecnologico-costruttivo, o lo sviluppo di un caso pratico di progettazione a partire dal lotto (indici, struttura, materiali, ecc.) o di recupero, riqualificazione o consolidamento di un edificio esistente. Richiesto frequentemente anche il disegno di grafici, schemi, particolari costruttivi, nodi, diagrammi.

Leggi anche Lauree abilitanti anche per Architetti e Ingegneri, approvato il disegno di legge

Orale unico, come prepararsi

A partire dal mese di settembre l’ormai celebre kit di preparazione all’Esame di Stato sarà integrato da un fascicolo dedicato nello specifico alla prova orale unica. Il fascicolo contiene 700 quesiti selezionati tra quelli più richiesti nelle sessioni 2020 e 2021, utili per farsi un’idea delle tematiche più affrontate e per testare la propria preparazione dopo lo studio dei due manuali. Oltre ai quesiti, il fascicolo riporta anche un elenco di 50 architetture famose tra le più richieste nelle sessioni passate, per agevolare gli aspiranti architetti e ingegneri nel ripasso.

Per gli ingegneri consigliamo anche il Prontuario operativo di calcolo delle strutture.

Webinar di preparazione alla prova orale unica

Per non perdere tutte le anticipazioni sulla seconda sessione dell’Esame di Stato per Architetti e Ingegneri, e come prepararsi alla prova orale unica, puoi partecipare al webinar gratuito Esame di Stato per Architetti e Ingegneri: come prepararsi alla prova della II sessione 2021 in diretta con l’architetto Ceccarelli, martedì 21 settembre dalle ore 16 alle 18.

L’autore, inoltre, risponderà alle domande degli utenti che verranno inviate all’indirizzo leggioggi@maggioli.it.

>> Clicca qui per iscriverti (è gratis!) <<

Immagine: iStock/bymuratdeniz


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here