Home Permessi edilizi Catasto Cartografia catastale, fruizione più semplice e geolocalizzazione

Cartografia catastale, fruizione più semplice e geolocalizzazione

Fruizione ancora più semplice della cartografia catastale e nuove funzionalità, come la possibilità di consultare la mappa catastale in corrispondenza della propria posizione geografica

522
cartografia catastale

Con l’obiettivo di condividere in misura sempre maggiore e sempre più veloce i dati con cittadini, istituzioni, professionisti e imprese, l’Agenzia delle Entrate ha reso la fruizione della cartografia catastale ancora più semplice. Questo nell’ambito di un percorso di innovazione e modernizzazione – richiesto anche dal PNRR, secondo cui “Entro il 2025 (…) le pubbliche amministrazioni dovranno fornire servizi pubblici digitali interoperabili, personalizzati e di facile utilizzo” – mirato a semplificare l’attività di cittadini e professionisti e ridurre le esigenze di assistenza e controllo da parte dell’Agenzia.

Sono centinaia gli utenti che quotidianamente necessitano delle informazioni catastali nei più diversi contesti (dal trasferimento di diritti sugli immobili alla loro gestione e valorizzazione, dal governo del territorio alla fiscalità locale, dalla gestione delle emergenze alla tutela dei beni culturali) e per mezzo delle informazioni cartografiche sono potenzialmente veicolabili, in maniera semplice ed efficiente, molti dati sulle caratteristiche tecniche, economiche e fiscali degli immobili. Man mano che si manifestano nuove esigenze continueranno quindi a essere sviluppati innovativi strumenti di fruizione di questi servizi.

>> Non perderti nessun articolo! Ricevi le nostre news

Geolocalizzazione sulla mappa del Catasto

Per consentire a qualsiasi utente la possibilità di ricercare e visualizzare in modo semplice le particelle presenti sulla mappa catastale, l’Agenzia delle Entrate da tempo ha reso disponibile un servizio denominato Geoportale cartografico catastale. Ora nel portale è presente una nuova funzione, che utilizza il posizionamento satellitare tipicamente disponibile nei dispositivi mobili e consente di consultare la mappa catastale in corrispondenza della propria posizione geografica.

In questo modo è possibile identificare la particella su cui ci si trova e accedere in modo immediato a tutte le informazioni presenti negli archivi catastali a essa connesse  oppure, ad esempio, verificare se ciò che è presente in mappa sia aderente alla realtà territoriale.

>> Leggi anche Perché la planimetria catastale non è (quasi) mai utile per la legittimità urbanistica

Servizio Web Map Service (WMS)

La consultazione della cartografia catastale è possibile anche attraverso il servizio standard WMS (Web Map Service), che può essere integrato all’interno di software Gis, applicazioni per dispositivi mobili o piattaforme sviluppate dagli utenti, permettendo di esplorare dinamicamente la cartografia catastale in combinazione con altri dati territoriali.

Per facilitare le operazioni informatiche ora il servizio WMS dell’Agenzia è stato anche documentato all’interno del Catalogo delle Api (Application programming interface).

>> Abbiamo parlato del Geoportale cartografico catastale e del WMS (e del loro utilizzo senza limiti) anche qui

Consigliamo:

Il nuovo Pregeo 10

Il nuovo Pregeo 10

Giuseppe Mangione, 2020, Maggioli Editore

Il nuovo PREGEO, giunto alla decima edizione, conferma la struttura di successo delle precedenti versioni, arricchendo ulteriormente l’opera di esempi e di schede esemplificative per tutte le tipologie di lavoro. Con l’avvento di PREGEO 10 il professionista, da vero protagonista, può...



Immagine: iStock/Hanna Plonsak


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here