Home Bonus Edilizia Superbonus. Nella superficie disperdente lorda, no superficie tetto se sottotetto non riscaldato

Superbonus. Nella superficie disperdente lorda, no superficie tetto se sottotetto non riscaldato

Il parere secco dell’Agenzia è: “ai fini del computo della superficie disperdente lorda, non rientra la superficie del tetto quando il sottotetto non è riscaldato”

8578
superficie disperdente lorda tetto superbonus

Non si perde in giri di parole l’Agenzia delle Entrate nell’interpello n.956-1242/2021 dove si parla di superficie disperdente lorda e isolamento di un tetto non delimitante una superficie riscaldata dell’abitazione.

Nell’interpello si legge che il proprietario di una villetta a schiera ha intenzione di effettuare un intervento di isolamento termico, che prevede la realizzazione di un cappotto isolante, sui tre lati dell’unità immobiliare e vorrebbe beneficiare del Superbonus 110%. Tuttavia per raggiungere il requisito del 25% della superficie disperdente lorda, l’istante vorrebbe isolare il tetto dell’abitazione che delimita un ambiente non riscaldato e installare il cappotto su due lati della villetta anziché su tre.

>> Cappotto esterno e interno. Come evitare la condensa, superficiale e interstiziale?

Va ricordato che il Superbonus spetta solo se l’intervento di isolamento termico coinvolge il 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio medesimo e con il raggiungimento di due classi energetiche dell’intero edificio, rispetto a quella di partenza.

La questione superficie disperdente lorda e isolamento tetto è stata spesso oggetto di dibattito (e di pareri da parte di Entrate, ENEA e MEF). Attraverso l’interpello in oggetto, l’Agenzia fa chiarezza rispondendo al quesito posto dall’istante: rientra nel computo della superficie disperdente lorda, la superficie del tetto anche con sottotetto non riscaldato? La risposta è negativa.

Vediamo nel dettaglio la risposta delle Entrate.

Leggi anche: La coibentazione tetto è intervento trainato Superbonus

Superbonus superficie disperdente lorda. Cosa cambia dopo la Legge di Bilancio 2021

L’Agenzia dopo aver elencato i riferimenti normativi Superbonus ricorda che, con la Legge di Bilancio 2021 e la conseguente modifica al comma 1 dell’art.119 del Dl Rilancio, la coibentazione tetto rientra tra gli “interventi trainanti”. Ne abbiamo parlato meglio in questo articolo > Superbonus 2021 per la coibentazione del tetto: come avere il 110% <

Esiste tuttavia una condizione, ovvero che il requisito dell’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda, sia raggiunto con l’isolamento di superfici che prima dell’intervento delimitano il volume riscaldato verso l’esterno, vani freddi o terreno.

A tal proposito il parere secco dell’Agenzia è: “ai fini del computo della superficie disperdente lorda, quindi non rientra la superficie del tetto quando il sottotetto non è riscaldato”.

UTILE!! Ti occupi del rilascio del VISTO DI CONFORMITÀ per il Superbonus?
>>>> Questo software fornisce l’elenco completo dei controlli  che devono essere effettuati ai fini dell’apposizione del visto di conformità nei casi di opzione per la cessione del credito d’imposta o per lo sconto in fattura. Provalo assieme al software di calcolo Superbonus.

Quali sono le superfici che rientrano nel calcolo della superficie disperdente lorda?

Virgilio di ENEA risponde, ribadendo che nel calcolo della superficie disperdente lorda si considerano le superfici delle chiusure verticali (pareti e infissi), dei pavimenti e dei soffitti che racchiudono il volume riscaldato.

>> Requisiti Superbonus. Ci sono anche quelli acustici da rispettare

L’art. 2 del D.M. 26/06/2015 (“[…] requisiti minimi […]”) definisce la superficie disperdente come la superficie che delimita il volume climatizzato rispetto all’esterno, al terreno, ad ambienti a diversa temperatura o ambienti non dotati d’impianto di climatizzazione.

>>>> QUI il pdf con i casi risolti tratti dalla guida Ecobonus e Super Ecobonus  

Download per scaricare il file devi essere iscritto alla newsletter: se sei già iscritto, inserisci l'indirizzo email, oppure registrati

Ti consigliamo

Ecobonus e Super Ecobonus 110% - e-Book in pdf

Ecobonus e Super Ecobonus 110% - e-Book in pdf

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione n. 108/2021 del c.d. Decreto Semplificazioni (d.l. n. 77/2021) sono tante le novità in materia di agevolazioni per l’efficientamento energetico. 

Arriva la proroga al 31 dicembre 2022 per gli edifici con più unità immobiliari e per gli edifici unifamiliari con interventi realizzati almeno al 60% entro il 30 giugno 2022.

Cambiano le regole per i lavori ammessi al Superbonus per i quali sparisce l’obbligo di certificazione dello stato legittimo e viene richiesta la presentazione della CILA.

Nel nuovo testo nessuna differenza tra lavori trainanti e trainati, per cui la CILA è ora obbligatoria anche per gli interventi classificati come edilizia libera.

Tra le spese agevolabili con Eco e Superbonus rientra anche la ventilazione meccanica controllata.

Nuove regole ENEA per l’asseverazione in riferimento alle tabelle professionali.

Tutte queste novità vengono analizzate nel presente e-Book, giunto alla II edizione, con indicazioni e istruzioni per orientarsi nel complesso panorama normativo e tecnico del Superbonus per interventi di efficientamento energetico.

L’e-Book è aggiornato alla legge di conversione del d.l. 77/2021 (c.d. Semplificazioni bis) 29 luglio 2021, n. 108 pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 181 del 31 luglio 2021.

 

Antonella Donati
Giornalista professionista, ha al suo attivo diversi anni di giornalismo parlamentare con particolare attenzione all’approvazione delle misure di carattere finanziario e alle manovre di bilancio. In questo ambito si occupa espressamente di tematiche fiscali, contributive e previdenziali. È autrice di numerosi volumi, articoli e saggi in materia.

Antonella Donati, 2021, Maggioli Editore
14.90 € 12.67 €
Prontuario alla compilazione della relazione ex legge 10

Prontuario alla compilazione della relazione ex legge 10

La relazione tecnica “ex art. 28 legge 10/91”, è un documento nel quale viene analizzato il sistema edificio- impianto, al fine di verificare il rispetto degli obblighi di legge in materia di contenimento dei consumi energetici. L’opera rappresenta un utile strumento di aiuto al professionista chiamato a compilare la relazione tecnica secondo i tre schemi vigenti, approvati con il d.m. 26 giugno 2015 e obbligatori dal 1° ottobre 2015, relativamente a Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero; Riqualificazione energetica e ristrutturazioni importanti di secondo livello e Costruzioni esistenti; Riqualificazione energetica degli impianti tecnici con riqualificazione dell’involucro edilizio e di impianti termici.
Nel prontuario viene spiegato in maniera semplice ma rigorosa e completa quando è obbligatorio redigere la relazione e come compilarla in tutte le sue parti. Non manca una sezione dedicata alla valutazione dei ponti ter- mici e ai chiarimenti introdotti dal Ministero dello sviluppo economico con le FAQ del 1° agosto 2016. Completa l’opera un esempio dettagliato di relazione tecnica relativa a Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici a energia quasi zero, compreso il fascicolo dei componenti opachi e trasparenti.

Sebastiano Ciciriello, Ingegnere laureato presso il Politecnico di Bari in Ingegneria Edile-Architettura. Cofondatore dello studio associato di ingegneria “Diagnostica Monitoraggio e Progettazione”. Si occupa di tutti i temi legati alla diagnostica e monitoraggio energetico-strutturale degli edifici, al fine di realizzare interventi edilizi basati su modelli matematici ad alta efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Consulente tecnico presso il tribunale di Trani, si occupa anche di prevenzione incendi. Autore, nella stessa collana, del Prontuario alla compilazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (ed. 2016, Maggioli Editore).

S. Ciciriello, 2016, Maggioli Editore
19.00 € 18.05 €

Foto: iStock.com/vitranc


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here