Home Bonus Edilizia Bonus Ristrutturazioni combinato Ecobonus: si può fare per detrarre gli infissi

Bonus Ristrutturazioni combinato Ecobonus: si può fare per detrarre gli infissi

Vediamo in che modo e quando è possibile combinare il Bonus Ristrutturazioni e l’Ecobonus 50% per far rientrare nelle detrazioni, oltre ai lavori di ristrutturazione di un’abitazione, anche la sostituzione degli infissi

11348
Bonus ristrutturazioni combinato Ecobonus

Combinare i bonus edilizi, per godere delle agevolazioni governative, è possibile! Per capire come fare è necessario analizzare caso per caso e avvalersi del supporto di un tecnico specializzato che possa guidare il beneficiario nei lavori e nelle pratiche da avviare.

In questo articolo vedremo in che modo e quando è possibile combinare il Bonus Ristrutturazioni e l’Ecobonus 50% per far rientrare nelle detrazioni, oltre ai lavori di ristrutturazione di un’abitazione, anche la sostituzione degli infissi.

A proposito della sostituzione degli infissi e della possibilità di usufruire delle agevolazioni, va ricordato che esiste una condizione limitante, ovvero mantenere forma e dimensioni originarie senza effettuare modifiche nelle aperture per una percentuale di tolleranza del 2% sulle dimensioni per motivi tecnici inevitabili. Ne abbiamo parlato meglio in questo articolo > Cambiare gli infissi con il Superbonus? Si può, ma mantenendo dimensioni e forma <

Tornando alla possibilità di combinare i due bonus, ristrutturazione + eco, va specificato che a rendere valida l’opzione di accumulo sono:

  • il rispetto dei limiti di spesa,
  • la tipologia di intervento e
  • la distinzione tra le due pratiche (distinti corrispettivi contrattuali, le fatturazioni e i pagamenti con bonifico bancario).

Vediamo nel dettaglio.

Leggi anche: Sostituzione infissi Superbonus, guida ai casi possibili

Bonus ristrutturazioni combinato Ecobonus: i limiti di spesa

Il Bonus Ristrutturazioni è un’agevolazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione edilizia – disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 – che prevede una detrazione Irpef del 50% e il limite massimo di spesa a 96 mila euro. La detrazione del 50% delle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

>> Non perderti nessun articolo! Ricevi le nostre news

Per quanto riguarda l’Ecobonus, le percentuali di detrazione variano a seconda dell’intervento sulla singola unità immobiliare o sugli edifici condominiali e dell’anno in cui è stato effettuato, così come precisato nella guida dell’Agenzia delle Entrate.

UTILE!! Ti occupi del rilascio del VISTO DI CONFORMITÀ per il Superbonus?
>>>> Questo software fornisce l’elenco completo dei controlli  che devono essere effettuati ai fini dell’apposizione del visto di conformità nei casi di opzione per la cessione del credito d’imposta o per lo sconto in fattura. Provalo assieme al software di calcolo Superbonus.

Nello specifico per quanto riguarda gli interventi sull’ involucro di edifici esistenti (per esempio, pareti, finestre, tetti e pavimenti) la detrazione massima prevista è di 60 mila euro e la percentuale è al 50% per le spese relative all’acquisto e alla posa in opera di finestre comprensive di infissi e delle schermature solari così come accade per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A.

Va inoltre ricordato che con la conversione in legge del Decreto Rilancio è stata introdotta la possibilità di cessione del credito anche per il Bonus Ristrutturazioni oltre che per tutti gli altri interventi agevolabili con l’Ecobonus 65%, il Sismabonus e il Superbonus 110%.

Non perderti: Cessione credito e sconto in fattura, 3 opzioni col bonifico parlante

Ristrutturazione abitazione e sostituzione infissi: sono cumulabili i limiti di spesa?

La risposta è si. Il limite di spesa previsto per la ristrutturazione edilizia è cumulabile con il limite di spesa previsto per l’Ecobonus 50% per la sostituzione infissi. Tuttavia è necessario tenere distinti corrispettivi contrattuali, le fatturazioni e i pagamenti con bonifico bancario.

>> Come compilare il Bonifico parlante in 7 punti

Per le spese di sostituzione degli infissi come spiegato prima, è possibile applicare l’Ecobonus al 50% nei limiti massimi di detrazione di 60 mila euro (articolo 1, comma 58, della legge di Bilancio 2021), senza dimenticare che per far rientrare queste spese è necessario che sull’edificio preesista un impianto di riscaldamento e che la sostituzione degli infissi consenta il raggiungimento dei requisiti prescritti di trasmittanza termica.

>> Computo metrico e asseverazione. Ecco le note di chiarimento ENEA per Eco e Super Ecobonus

Ricapitolando, nel caso in cui i lavori di ristrutturazione di un’abitazione comportino costi per circa 96 mila euro e di circa 15 mila euro per la sostituzione degli infissi, si potranno portare in detrazione sia i 96 mila, sia i 20 mila sfruttando così sia il Bonus Ristrutturazioni, sia l’Ecobonus, facendo però attenzione a tenere separate le due pratiche di agevolazione.

>>>> QUI il pdf con i casi risolti tratti dalla guida Ecobonus e Super Ecobonus

Download per scaricare il file devi essere iscritto alla newsletter: se sei già iscritto, inserisci l'indirizzo email, oppure registrati

Ti consigliamo gli e-book

Ecobonus e Super Ecobonus 110% - e-Book in pdf

Ecobonus e Super Ecobonus 110% - e-Book in pdf

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione n. 108/2021 del c.d. Decreto Semplificazioni (d.l. n. 77/2021) sono tante le novità in materia di agevolazioni per l’efficientamento energetico. 

Arriva la proroga al 31 dicembre 2022 per gli edifici con più unità immobiliari e per gli edifici unifamiliari con interventi realizzati almeno al 60% entro il 30 giugno 2022.

Cambiano le regole per i lavori ammessi al Superbonus per i quali sparisce l’obbligo di certificazione dello stato legittimo e viene richiesta la presentazione della CILA.

Nel nuovo testo nessuna differenza tra lavori trainanti e trainati, per cui la CILA è ora obbligatoria anche per gli interventi classificati come edilizia libera.

Tra le spese agevolabili con Eco e Superbonus rientra anche la ventilazione meccanica controllata.

Nuove regole ENEA per l’asseverazione in riferimento alle tabelle professionali.

Tutte queste novità vengono analizzate nel presente e-Book, giunto alla II edizione, con indicazioni e istruzioni per orientarsi nel complesso panorama normativo e tecnico del Superbonus per interventi di efficientamento energetico.

L’e-Book è aggiornato alla legge di conversione del d.l. 77/2021 (c.d. Semplificazioni bis) 29 luglio 2021, n. 108 pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 181 del 31 luglio 2021.

 

Antonella Donati
Giornalista professionista, ha al suo attivo diversi anni di giornalismo parlamentare con particolare attenzione all’approvazione delle misure di carattere finanziario e alle manovre di bilancio. In questo ambito si occupa espressamente di tematiche fiscali, contributive e previdenziali. È autrice di numerosi volumi, articoli e saggi in materia.

Antonella Donati, 2021, Maggioli Editore
14.90 € 12.67 €
LE NUOVE REGOLE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENZA NELL'EDILIZIA - eBook

LE NUOVE REGOLE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENZA NELL'EDILIZIA - eBook

Il decreto legislativo n. 48 del 10 giugno 2020 (G.U. 10 giugno 2020, n. 146) recepisce nel nostro ordinamento le direttive Ue 2018/844 sulla prestazione energetica nell'edilizia e 2012/27 sull'efficienza energetica, modificando il d.lgs. 192 del 2005.

Diverse e tutte importanti le novità contenute nel nuovo decreto immediatamente in vigore.

Oltre ad aggiornare i criteri generali per la definizione della metodologia di calcolo e dei requisiti di prestazione energetica degli edifici, la nuova norma propone cambiamenti anche per l'APE (Attestato di prestazione energetica).

Inoltre il decreto introduce il c.d. “livello di prontezza degli edifici” e dispone delle importanti prescrizioni in merito all’installazione di colonnine per la ricarica elettrica degli autoveicoli in caso di nuove costruzioni e di ristrutturazioni pesanti.

Questo eBook fornisce un inquadramento di tutte queste novità in un’opera organica di facile lettura, per avere un quadro chiaro e preciso dei cambiamenti e delle nuove prescrizioni.

A completamento, l’eBook fornisce anche una panoramica del c.d. superbonus 110%, ammesso per diverse tipologie di interventi legati alle prestazioni energetiche degli edifici, con chiarimenti sui lavori “trainanti” e quelli “trainati”, oltre a un riepilogo di tutte le agevolazioni fiscali attualmente valide per il settore delle costruzioni.

 


Cinzia De Stefanis
Giornalista economica e autrice di numerose pubblicazioni specialistiche per case editrici tecniche.

Cinzia De Stefanis, 2020, Maggioli Editore
14.90 € 12.67 €

Foto: iStock.com/skynesher


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here