Home Bonus Edilizia Bonus Mobili 2021, cosa cambia con la nuova etichetta energetica?

Bonus Mobili 2021, cosa cambia con la nuova etichetta energetica?

Cosa succede con l’introduzione della nuova etichetta energetica che elimina le classi A+, A++ e A+++? Quali sono ora gli elettrodomestici agevolabili? Si attende un aggiornamento della normativa, vediamo come comportarsi nel frattempo

1672
bonus mobili nuova etichetta energetica

Come ormai è risaputo, dal 1° marzo 2021 è in vigore la nuova etichetta energetica, che reintroduce la vecchia classificazione da A a G ed elimina le classi A+, A++ e A+++, ormai sovrappopolate. Nonostante questo cambiamento – di attuazione del regolamento UE 2017/1396 – sia stato annunciato da tempo (anche qui su Ediltecnico ne abbiamo parlato per la prima volta nel 2016), la normativa che regola il Bonus Mobili ed Elettrodomestici non si è ancora adeguata.

Sappiamo infatti che è possibile usufruire del Bonus Mobili ed Elettrodomestici per l’acquisto di arredi e di “elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), come rilevabile dall’etichetta energetica. L’acquisto è comunque agevolato per gli elettrodomestici privi di etichetta, a condizione che per essi non ne sia stato ancora previsto l’obbligo”. Ma cosa succede ora che le classi A+, A++ e A+++ di fatto non esistono più?

Il Bonus Mobili ed Elettrodomestici, lo ricordiamo, consente di portare in detrazione sulla propria dichiarazione dei redditi il 50% delle spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici >> qui tutti i dettagli

Il nuovo regolamento prevede infatti che, almeno in una fase iniziale, la classe A (e per alcuni specifici prodotti anche la classe B) sia vuota, per stimolare l’innovazione e il progresso nell’efficienza energetica degli elettrodomestici (>> per saperne di più sulla nuova etichetta energetica puoi leggere e scaricare qui il documento preparato da ENEA L’Etichetta Energetica 2021).

nuova etichetta energetica
Confronto tra vecchia e nuova etichetta dal documento ENEA “L’Etichetta Energetica 2021”

Non sarebbe un problema se ci fosse una tabella di conversione ufficiale che consente di trovare l’esatta corrispondenza tra vecchia e nuova etichetta energetica, o comunque se fosse stata indicata una procedura per convertire le nuove etichette nei parametri ancora usati a fini fiscali. L’Agenzia delle Entrate non ha però ancora affrontato la questione.

È anche vero che siamo ancora in una fase di transizione in cui gli elettrodomestici spesso presentano entrambe le etichette, cosa che rende facile trovare la corrispondenza tra vecchia e nuova classificazione, e quindi anche dimostrarla in fase di richiesta del Bonus Mobili e presentazione della relativa documentazione. La doppia etichettatura però è obbligatoria solo per i prodotti immessi sul mercato fino al 28 febbraio 2021, quindi a breve non sarà più possibile sfruttare questa equivalenza “automatica”.

In attesa di aggiornamenti o indicazioni ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, si consiglia quindi di conservare tutta la documentazione tecnica e la copia dell’etichetta energetica, in cui ora è presente un QR code che consente di accedere al database Eprel e scaricare tutto il materiale informativo. In questo modo sarà più facile provare l’effettivo diritto alla detrazione (>> nel nostro speciale sul Bonus Mobili ed Elettrodomestici trovi tutto il riepilogo dei documenti da conservare e presentare).

Consigliamo:

I Bonus Casa 2021: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf

I Bonus Casa 2021: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf

Antonella Donati, 2021, Maggioli Editore

Con la Legge di Bilancio 2021 i bonus e le agevolazioni per la casa cambiano con importanti novità e altrettante conferme. L’eBook fornisce una guida pratica snella e molto chiara sulle diverse opzioni a disposizione per effettuare spese e investimenti sugli immobili in parte...



Outdoor: le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e gli interventi - e-Book in pdf

Outdoor: le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e gli interventi - e-Book in pdf

Lisa De Simone, 2021, Maggioli Editore

Le detrazioni per gli interventi outdoor sono tante e con un po’ di accortezza è possibile risparmiare grazie alle agevolazioni anche per la realizzazione di strutture aperte o per il rinnovamento di spazi. Tutti gli interventi “leggeri” che possono essere realizzati...



Immagine: iStock/george tsartsianidis


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here