Home Soluzioni progettuali La verniciatura dei metalli nell’edilizia, stop al dispendio energetico

La verniciatura dei metalli nell’edilizia, stop al dispendio energetico

In che modo il settore dell'edilizia, in tema di vernici, può garantire i propri servizi limitando l'impatto ambientale e l'uso di energia? Vediamo nel dettaglio

81

La sostenibilità è un obiettivo che, anche nell’edilizia, diventa sempre più preponderante e primario. L’edilizia green, un tempo una completa utopia, è ciò a cui mirano ormai tutti gli architetti e i progettisti mondiali in ottica di tutela ambientale, ma non solo: sono ingenti, infatti, gli sgravi che l’Unione Europea ha previsto per l’utilizzo di fonti di energia sostenibile per favorire il processo di decarbonizzazione. Non a caso, la nascita del Green Deal: il piano messo a punto dall’UE che si pone lo sfidante obiettivo di azzerare le emissioni di carbonio nell’atmosfera entro il 2050 negli attuali Paesi della comunità.

La responsabilità del settore edilizio

Tutte Europa sembra ormai remare verso questa direzione: l’attenzione verso questa tematica è alta sia da parte di progettisti e costruttori, ma anche da parte degli stessi committenti: per un risultato concreto e tangibile, infatti, è necessario pensare ad un cambiamento complessivo che coinvolga tutto l’ecosistema edilizio.

La responsabilità in mano a questo settore è ampia e i margini di miglioramento sono elevati: attualmente, l’edilizia è responsabile del 36% delle emissioni prodotte nell’atmosfera, del 40% dei consumi energetici, del 21% dei consumi di acqua e del 50% dell’estrazione delle materie prime in tutta Europa.

Ma, come abbiamo detto, per operare un vero cambiamento non è possibile limitare l’impatto ambientale nel solo settore delle costruzioni: è necessario che siano anche le aziende partner e accessorie dei costruttori primari a fare il massimo per aggiungere tasselli al puzzle di una sostenibilità complessiva.

Una delle ditte italiane che da tempo dimostra un occhio di riguardo verso l’ambiente e che si impegna concretamente in ottica sostenibile è Mecplast, l’azienda di verniciatura conto terzi del Trevigiano. Affermata per l’attività di verniciatura di metalli in diversi settori tra cui spiccano l’edilizia, l’arredamento e la meccanica, si sottopone costantemente a costanti controlli dei processi del programma “Environmental, Social & Working Conditions”. Mecplast si colloca nel settore edilizio grazie alla precisione ormai affermata nella verniciatura del ferro e della minuteria metallica, che consente all’azienda di ottenere ottimi risultati nella lavorazione di infissi, serramenti, elementi d’arredo.

Verniciatura dei metalli e sostenibilità

Ma come può un’azienda nel campo della verniciatura dei metalli fare la differenza nell’impatto dell’uomo sull’ambiente? Tre le operazioni all’apparenza semplici (ma non per questo realmente di facile applicazione), ci sono: la riduzione dei consumi energetici, la diminuzione dell’utilizzo delle materie prime, la raccolta differenziata dei materiali di scarto riducendone la dispersione delle emissioni nell’atmosfera.

Ma vediamo queste operazioni nel dettaglio.

  • Smaltimento: smaltire correttamente i residui di lavorazione significa investire nella collaborazione con ditte specializzate e autorizzate al trattamento e alla depurazione.
  • Esecuzione della raccolta differenziata: come nelle case private, ma più in grande, le aziende si impegnano a riciclare carta, cartone, metallo nylon e materiali misti.
  • Minimizzare il dispendio energetico utilizzando impianti di recupero di calore. Nel caso di un’azienda di verniciatura dei metalli, è possibile effettuare l’operazione utilizzando il calore di un impianto di sverniciatura per riscaldare anche l’acqua degli impianti di lavaggio.
  • Sensibilizzazione: persino un’operazione basilare come la sensibilizzazione del personale a tutti i livelli mediante programmi di formazione e informazione appositi, può avere un impatto positivo sul tema della sostenibilità ambientale. Molto spesso, infatti, nel campo dell’edilizia, non è semplice sradicare un approccio ormai consolidato. Investire in attività di ricerca e sviluppo si rivela sempre la scelta migliore per sensibilizzare e permettere di accompagnare gli addetti ai lavori in un percorso di acquisizione di nuove competenze.

Edilizia e sostenibilità: tutte le attività da mettere in campo

Al di là del settore della verniciatura del ferro e delle aziende a servizio del settore edilizio, ci sono altre azioni che possono essere sviluppate e messe in campo in fase di progettazione, in fase cantieristica e non solo:

  • Considerare il ciclo di vita complessivo di un edificio: pensare a quest’ultimo come a un prodotto finito e stimarne l’impatto sull’ambiente dall’estrazione delle materie prime al suo smaltimento dopo un eventuale abbattimento.
  • Ponderare la scelta dei materiali: se possibile, scegliere materiali naturali o a basso impatto ambientale.
  • Organizzazione: nel cantiere, utilizzare veicoli meno inquinanti possibile, riutilizzare l’acqua, evitare la dispersione di polveri e liquidi reflui tramite lo stoccaggio in contenitori adeguati e isolanti. E, come nel caso delle aziende di verniciatura metallica edilizia, procedere al corretto smaltimento degli stessi rifiuti.
  • Riciclare e riutilizzare: pensare ad un prodotto edilizio come ad un elemento da poter, eventualmente, riutilizzare. Gli elementi costruttivi possono infatti essere recuperati e portati a vita nuova in ottica di un ciclo di riutilizzo. Per fare un esempio, quasi la totalità dell’alluminio utilizzato nel campo edilizio ha origine dal suo recupero e non in natura, dalla bauxite. L’alluminio, compatibile con l‘ossigeno, presenta caratteristiche fisiche che lo rendono durabile del tempo ma allo stesso tempo leggero e facile da lavorare: ecco perché è uno dei materiali costruttivi e non solo da privilegiare.

Che si parli di costruzioni o di verniciatura dei metalli, in campo edilizio e non solo la via è una: remare insieme in ottica sostenibile per raggiungere al più presto l’obiettivo del Green Deal.

Per maggiori informazioni:

Mecplast

Foto di copertina: iStock/GregorBister


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here