Home Bonus Edilizia Immobile al grezzo? No superbonus

Immobile al grezzo? No superbonus

Agenzia delle Entrate analizza il caso di applicazione Superbonus per interventi "trainanti" e "trainati" su un edificio condominiale composto da unità immobiliari accatastate F/3 e unità residenziali. Ecco i chiarimenti.

2328
immobile al grezzo no superbonus

Sembra banale ma non lo è affatto: per poter usufruire del Superbonus l’immobile deve essere esistente.

Stiamo parlando delle unità immobiliari che risultano accatastate con la categoria F/3, ovvero di quei fabbricati che essendo ancora in corso di costruzione restano fuori dalla super agevolazione.

Questo punto è oggetto di chiarimento da parte dell’Agenzia delle Entrate che nella risposta n.174/2021 analizza il caso di applicazione Superbonus per interventi “trainanti” e “trainati” su un edificio condominiale composto anche da unità immobiliari di categoria catastale F/3.

L’edificio in questione su cui effettuare gli interventi è costituito da cinque piani fuori terra ed è composto da 18 appartamenti e 3 magazzini di cui 5 appartamenti (due al piano 4°, uno al piano 3° e 2 al piano 1°), risultano “al grezzo” e accatastati nella categoria F/3.

Per specificare meglio cosa si intende per grezzo, gli appartamenti:

  • ai piani 3° e 1°, hanno sia le tamponature esterne sia interne e gli intonaci esterni sono finiti;
  • al piano 4° gli intonaci interni sono solo sbruffati e sono privi di impianti, finestre, infissi interni e pavimentazioni.

Vediamo quali sono i quesiti posti all’Agenzia sul caso e le relative risposte.

Leggi anche: Costruire una casa al grezzo: quanto costa e quali bonus ci sono?

Immobile al grezzo? No superbonus. Ecco perché

I quesiti posti all’Agenzia delle Entrate e le relative risposte sono di seguito analizzati.

  1. La presenza di immobili di categoria F/3 preclude la possibilità al condominio di accedere alle agevolazioni previste per il cd. Superbonus?

Nella risposta n. 174/2021 si legge che la presenza delle cinque unità immobiliari accatastate nella categoria F/3 non preclude la possibilità al condominio di accedere al Superbonus considerato che le restanti unità immobiliari, di natura residenziale, hanno diversa categoria catastale.

Nel rispetto delle condizioni di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate per l’involucro, con l’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio esistente, senza considerare le unità in corso di costruzione.

>> Non perdere nessun articolo! Ricevi le nostre news

È invece preclusa la fruizione del Superbonus, per interventi eseguiti su unità immobiliari F/3 in quanto si parla di unità in via di costruzione e non di unità immobiliari esistenti. Difatti per poter accedere alla super agevolazione è condizione indispensabile che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici esistenti dotate di impianto di climatizzazione invernale, di natura residenziale (ad esclusione delle unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 nonché alla categoria catastale A/9 per le unità immobiliari non aperte al pubblico), non essendo agevolati gli interventi realizzati in fase di nuova costruzione.

Va poi ricordato che la F/3 è una categoria provvisoria, della quale fanno parte gli immobili in attesa della definitiva destinazione (senza attribuzione di rendita catastale). Queste non sono definibili quali unità “esistenti” di natura residenziale, essendo ancora in corso di costruzione.

>> Proroga Superbonus 2023: lo dice il Recovery Plan

>> Ecobonus e Superbonus, detraibili gli isolamenti su ambienti non riscaldati

  1. Le unità partecipano o meno alla formazione dell’importo complessivo di spesa ammissibile ai fini delle agevolazioni previste?

Le cinque unità immobiliari categoria F/3 “Fabbricati in corso di costruzione”, non partecipano alla formazione della spesa massima ammissibile ai fini delle agevolazioni per gli interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano lo stesso involucro (intervento trainante) poiché va tenuto conto del numero di unità immobiliari esistenti all’inizio dei lavori.

Pertanto il condominio potrà beneficiare, per gli interventi di efficientamento energetico (trainanti e trainati), della detrazione calcolata su un ammontare complessivo delle spese di importo variabile in funzione di 13 unità immobiliari, con esclusione delle unità F/3.

>> Superbonus 110%, quali spese accessorie sono detraibili?

>> Quali sono i costi indetraibili Superbonus 110%?

  1. Possono essere eseguite, sulle unità F/3, gli interventi trainati previsti all’articolo 14 del decreto legge n. 63 del 2013 per l’efficientamento energetico?

No. Le unità non possono usufruire delle detrazioni relative ad altri interventi trainati di efficientamento, peraltro non collegate ad un intervento trainante ammissibile.

>> Scarica la risposta n.174/2021 dell’Agenzia delle Entrate <<

Ti consigliamo

Guida tecnica per il Super Sismabonus e il Super Ecobonus 110%

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% - Libro

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% - Libro

Questa guida si configura come un vero e proprio prontuario di riferimento per i tecnici, chiamati a studiare e ad applicare, per la propria committenza, gli interventi di miglioramento strutturale antisismico e di efficientamento energetico degli edifici nell’ambito delle agevolazioni fiscali del 110% (i c.d. Super Sismabonus e Super Ecobonus introdotti con il decreto Rilancio).

L’opera è divisa in due parti.

La prima parte, a cura di Andrea Barocci, riporta tutte e tre le possibilità di detrazione legate agli interventi strutturali: il bonus ristrutturazione, il sismabonus, il superbonus.

Per ciascuno di essi si offre la disamina della nascita e delle possibilità di applicazione, al fine di comprenderne lo scopo e le condizioni al contorno, compreso il tema delicato delle asseverazioni.

In parallelo alla possibilità fiscale, si affronta l’allineamento con le Norme Tecniche delle Costruzioni in quanto, al di là delle detrazioni, ogni intervento dovrà essere inquadrato all’interno di un procedimento edilizio ai sensi del d.P.R. 380/2001.

La seconda parte, a cura di Sergio Pesaresi, tratta il tema del Super Ecobonus, suddividendo il percorso progettuale, per la parte finalizzata alla detrazione, in due fasi operative: lo studio di fattibilità e il progetto preliminare.

Con lo studio di fattibilità il progettista potrà verificare preliminarmente, passo per passo, se l’edificio e i committenti possiedono i requisiti richiesti dall’art. 119 del decreto Rilancio per l’accesso alla detrazione.

Nella seconda fase operativa il progettista comincerà a redigere il progetto preliminare che, combinando in modo oculato i mezzi messi a disposizione dal decreto Rilancio, dovrà soddisfare i requisiti tecnici previsti.

 

Andrea Barocci
Ingegnere, Fondatore di IDS-Ingegneria Delle Strutture, si occupa di strutture e rischio sismico sia in ambito professionale che come componente di Organi Tecnici, Comitati, Associazioni. Autore di pubblicazioni in materia e docente in numerosi corsi e seminari.
Sergio Pesaresi
Ingegnere civile, Progettista specializzato in costruzioni ecosostenibili e di bio-architettura. Consulente e Docente dell’Agenzia CasaClima di Bolzano. Progettista di case passive certificato dal Passvhaus Institut di Darmstadt (D) e accreditato presso il PHI-Ita di Bolzano. Supervisor della Fondazione ClimAbita e SouthZeb designer. Tecnico base di ARCA e Tecnico ufficiale Biosafe. Studioso delle tematiche del Paesaggio e della Mobilità Sostenibile. Docente in corsi di aggiornamento professionale e consulente di Fisica Edile.

Leggi descrizione
Andrea Barocci, Sergio Pesaresi (a cura di), 2020
20.00 € 19.00 €

Preferisci acquistare la Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% su Amazon? Lo trovi qui.

E-book – Superbonus e condominio

Superbonus e condominio

Superbonus e condominio

Maggioranza ridotta per l'approvazione delle delibere in materia di Superbonus.

Questa la principale novità in questo scorcio d'anno per quel che riguarda l'attività dell'amministratore di condominio.

Nell'ebook, in formato pdf di 71 pagine, una panoramica delle ultime novità.

Come nasce un condominio
La gestione con e senza amministratore

Lo svolgimento delle assemblee
Sconto in fattura e cessione del credito

Con il Superbonus aumentano le responsabilità in materia fiscale con la possibilità di cessione del credito o di sconto in fattura, con l'obbligo, per l'amministratore di effettuare preventivamente tutte le verifiche necessarie per la corretta attribuzione delle detrazioni.

Particolare attenzione per gli edifici nei quali sono presenti oltre alle unità per uso residenziale immobili commerciali.

Al momento per lo svolgimento delle assemblee si conferma la necessità del rispetto delle norme sul distanziamento sociale.

Apposite Linee Guida sono state messe a punto per questo dalla Confedilizia.

Antonella Donati
Giornalista professionista, ha al suo attivo diversi anni di giornalismo parlamentare con particolare attenzione all’approvazione delle misure di carattere finanziario e alle manovre di bilancio. In questo ambito si occupa espressamente di tematiche fiscali, contributive e previdenziali. È autrice di numerosi volumi, articoli e saggi in materia.

Leggi descrizione
Antonella Donati, 2020, Maggioli Editore
15.68 € 13.33 €

Foto: iStock.com/xijian


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here