Home in evidenza Bando ASPI 2021 da 18 milioni per verifiche ponti e viadotti. Intanto...

Bando ASPI 2021 da 18 milioni per verifiche ponti e viadotti. Intanto MIT diventa MIMS

Tra gli obiettivi del MIT che diventa MIMS non solo infrastrutture anche rigenerazione urbana. E a proposito di prevenzione e sicurezza, ASPI ha avviato un bando per 18 milioni di euro per verifiche ponti e viadotti autostradali. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

167

La notizia del cambio nome e della riorganizzazione del Ministero che si occupa di infrastrutture, guidato da Enrico Giovannini, è stata ufficialmente comunicata sul sito istituzionale l’ 8 marzo 2021.

Da MIT – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti l’acronimo si trasforma in MIMS – Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Il regolamento della nuova riorganizzazione è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 56 del 6 marzo 2021 (DPCM 23/12/2020) e l’obiettivo è quello di potenziare la capacità del Ministero di programmare e realizzare infrastrutture e sistemi a rete sostenibili.

L’intenzione è quella di porre maggiore attenzione verso la digitalizzazione in ambito progettuale per migliorare la manutenzione e i controlli sulle infrastrutture per garantire la sicurezza verso i cittadini fruitori delle opere pubbliche.

Tra gli obiettivi del MIT che diventa MIMS anche la rigenerazione urbana, l’ammodernamento e il potenziamento delle reti idriche per rispondere alle nuove necessità legate ai cambiamenti climatici.

Leggi anche > Progetti di rigenerazione urbana: in arrivo le risorse per i Comuni

La rinnovata organizzazione prevede l’istituzione di tre dipartimenti:

  • il primo è dedicato alla programmazione e gestione delle infrastrutture e dei sistemi a rete (es. trasporti), alle quali si aggiungono quelle relative ai sistemi informativi, cruciali per monitorare tempestivamente la progettazione e la realizzazione delle infrastrutture, degli investimenti nel settore dei trasporti, delle reti idriche, dell’edilizia pubblica, ecc. Parallelamente, la rivoluzione digitale dovrà entrare nella progettazione e nella gestione di ponti, strade, edifici, dighe attraverso sensori e sistemi per la manutenzione “predittiva”, così da aumentare la sicurezza dei cittadini e la competitività del sistema economico;
  • il secondo pone l’attenzione alle opere pubbliche e di altri progetti di grande rilievo per la qualità della vita delle persone e per favorire il superamento dei divari territoriali esistenti nel nostro Paese: dai programmi di edilizia pubblica e rigenerazione urbana (come quello sulla “qualità dell’abitare”) all’ammodernamento e potenziamento delle reti idriche, attività fondamentali anche per contrastare gli effetti della crisi climatica. Questo dipartimento sovrintende anche al funzionamento dei provveditorati interregionali per le opere pubbliche e provvede alla gestione delle risorse umane e strumentali;
  • il terzo ha competenza sulle diverse articolazioni del sistema dei trasporti (stradale, ferroviario, aereo, il trasporto pubblico locale, i porti e gli aeroporti), da cui dipende la realizzazione della mobilità sostenibile e il miglioramento della capacità del “Sistema Paese” di competere sul piano economico a livello europeo e internazionale. A questo dipartimento afferiscono anche le direzioni generali territoriali nelle quali opera la Motorizzazione civile.

>> Recovery fund, linee guida per la nuova edilizia green

Un nuovo assetto che prevede novità anche per il Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera, ovvero il rafforzamento delle funzioni del vice Comandante generale, il riconoscimento di Organismo nazionale per il coordinamento dei servizi di ricerca e soccorso marittimi (Italian Maritime Rescue Coordination Centre), la funzione di gestione operativa a livello centrale, di sistema di monitoraggio e di informazione del traffico marittimo e di interfaccia nazionale per l’arrivo e la partenza delle navi.

>> Non perdere nessun articolo! Ricevi le nostre news

Con la nuova struttura è previsto un rafforzamento nel Ministero della funzione di controllo interno, attraverso la creazione di una struttura organizzativa dedicata al controllo di gestione, di regolarità contabile, di legittimità amministrativa, di vigilanza sulla regolarità delle società partecipate o controllate. Previste anche funzioni di prevenzione e repressione dell’illegalità, per quanto di competenza del Ministero, e il dirigente preposto sarà anche responsabile della trasparenza e della prevenzione della corruzione.

L’attuale organizzazione che diventerà operativa nel breve periodo potrà ancora subire modifiche per recepire le linee programmatiche del Governo in materia di sviluppo sostenibile.

A proposito di prevenzione e sicurezza delle infrastrutture, ASPI ha avviato un bando di gara per 18 milioni di euro per verifiche ponti e viadotti autostradali. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Non perderti: Recovery Fund: un’opportunità per le opere infrastrutturali del nostro Paese

Bando Aspi 2021 da 18 milioni per verifiche ponti e viadotti

Il bando prevede un accordo quadro di “assessment” suddiviso in tre lotti. È possibile presentare le offerte entro il 15 aprile 2021.

Con questo bando, Autostrade per l’Italia affida i servizi di ingegneria e architettura per le attività di valutazione tecnica delle condizioni dei ponti e viadotti della rete autostradale. L’aggiudicazione avviene in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

>> Scarica il bando ASPI <<

I candidati possono concorrere a tutti e tre i lotti con la possibilità di aggiudicazione degli stessi. Il bando di gara è stato pubblicato l’8 marzo 2021 e interessa ponti e viadotti di Genova, Milano, Bologna, Firenze, Udine, Fiano Romano, Cassino Pescara e Bari.

Le caratteristiche relative a ciascuno lotto sono:

  • Lotto n.1 – Servizi di Assessment ponti e viadotti ricadenti nelle competenze delle Direzioni di tronco di Genova (DT1) e Milano (DT2) – Valore: 5,85 milioni di euro – Durata: 730 giorni
  • Lotto n.2 – Servizi di assessment ponti e viadotti ricadenti nelle competenze delle Direzioni di tronco di Bologna (DT3), Firenze (DT4) e Udine (DT9) – Valore: 5,85 milioni di euro – Durata: 730 giorni
  • Lotto n.3 – Servizi di Assessment ponti e viadotti ricadenti nelle competenze delle Direzioni di tronco di Fiano Romano (DT5), Cassino (DT6), Pescara (DT7) e Bari (DT8) – Valore: 6,3 milioni di euro – Durata: 730 giorni.

Il termine ultimo per la presentazione delle offerte è fissato al 15 aprile 2021 e l’apertura delle buste è prevista il 29 aprile 2021.

> Sei interessato al tema infrastrutture? Non perdere Passaggi Sicuri 2021 <<

Ti consigliamo i volumi

La sicurezza dei ponti stradali esistenti

La sicurezza dei ponti stradali esistenti

La sicurezza dei ponti stradali esistenti

Andrea Barocci, 2020, Maggioli Editore

L’approvazione ad aprile 2020 delle Linee Guida per la verifica e il monitoraggio dei ponti stradali esistenti impegna le amministrazioni, gli enti gestori e i professionisti a fare un balzo in avanti per il miglioramento del nostro patrimonio infrastrutturale. Un...



Preferisci acquistare il volume La sicurezza dei ponti stradali esistenti su Amazon? Lo trovi qui

La robustezza strutturale delle costruzioni e delle infrastrutture

LA ROBUSTEZZA STRUTTURALE DELLE COSTRUZIONI E DELLE INFRASTRUTTURE

LA ROBUSTEZZA STRUTTURALE DELLE COSTRUZIONI E DELLE INFRASTRUTTURE

Matteo Felitti, Francesco Oliveto, 2020, Maggioli Editore

Il presente eBook affronta in maniera sistematica il problema della valutazione della Robustezza Strutturale delle costruzioni e delle infrastrutture, secondo le norme vigenti (NTC 2018 e circolare applicativa n. 7/2019). È diviso in tre parti: nella Prima Parte sono descritti i vari...



Valutazione della robustezza di sistemi strutturali e geotecnici

Valutazione della robustezza di sistemi strutturali e geotecnici

Valutazione della robustezza di sistemi strutturali e geotecnici

Matteo Felitti, Francesco Oliveto, 2021, Maggioli Editore

“Un testo che declina dettagliatamente un concetto che reputo alla base della progettazione strutturale” (Franco Bontempi).“Nel volume non ci si limita ad introdurre in modo semplice la problematica, ma si guida il lettore alla comprensione della...



Preferisci acquistare il volume Valutazione della robustezza di sistemi strutturali e geotecnici su Amazon? Lo trovi qui

Foto: iStock.com/serfeo


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here