Home Bonus Edilizia Demolizione e ricostruzione con ampliamento, Superbonus a due velocità

Demolizione e ricostruzione con ampliamento, Superbonus a due velocità

Per l'incremento volumetrico sì al Super Sismabonus ma no al Super Ecobonus. Non è esclusa però una modifica che vada ad allineare le due agevolazioni...

6315
superbonus ricostruzione con ampliamento

Superbonus a due velocità in caso di demolizione e ricostruzione con ampliamento. Per il consolidamento, infatti, il 110% è riconosciuto anche sulla parte ampliata (Super Sismabonus). In assenza di una modifica della normativa, resta invece sempre escluso il Superbonus energetico (Super Ecobonus), ma potrebbero esserci novità a breve. Infine il Superbonus per il consolidamento non può essere ammesso per le singole villette a schiera quando queste sono fisicamente realizzate in un unico blocco (ne abbiamo parlato anche in questo articolo). Le indicazioni in una serie di risposte a quesiti presentati dall’Agenzia delle entrate al Consiglio superiore dei lavori pubblici.

Ricostruzione con ampliamento, le date di riferimento

Le Entrate innanzitutto hanno chiesto conferma sul fatto che le spese relative all’incremento di volume siano ammissibili al Superbonus e alle detrazioni fiscali solo a partire dal 17 luglio 2020, ossia dalla data di entrata in vigore del D.L. 76/2020 che ha ampliato l’ambito della ristrutturazione, indicazione questa confermata dalla Commissione. Nella risposta si sottolinea infatti che le spese relative all’incremento di volume, a seguito di interventi di demolizione e ricostruzione ed ai fini del solo “Super Sismabonus”, sono ammesse alla detrazione fiscale ai sensi dell’art. 119 del D.L. 34/2020 solo a partire dal 17.07.2020, data in cui il D.L. 76/2020 ha inserito l’aumento volumetrico, connesso agli interventi di cui sopra, non legato a “innovazioni necessarie per l’adeguamento alla normativa antisismica” all’interno della definizione della “ristrutturazione edilizia” di cui all’art. 3 comma 1 lettera d) del D.P.R. 380/2001.

Per le autorizzazioni rilasciate in precedenza con la forma del permesso di costruire, la Commissione propone di richiedere, “se necessario e possibile, all’ente territoriale competente la modifica del titolo abilitativo già rilasciato allineando l’intervento alla ristrutturazione edilizia, visto che il provvedimento normativo emanato non prevede nessuna specifica retroattività”.

Dubbi sul Superbonus? Qui trovi numerosi quesiti risolti dai professionisti di Ediltecnico

>>>> Non perderti nessun articolo! Ricevi le nostre news

Niente Super Ecobonus sull’ampliamento

Quanto detto per il Sismabonus, però, non vale per l’Ecobonus in quanto – ha precisato la Commissione – “a differenza del ‘Super Sismabonus’ la detrazione fiscale legata al ‘Super ecobonus’ non si applica alla parte eccedente il volume ante-operam. Il diverso regime relativo alle due agevolazioni fiscali, rispetto all’ampliamento volumetrico conseguente agli interventi di demolizione e ricostruzione, può essere eliminato solo con una modifica alla legislazione vigente”.

Per il momento nulla da fare, dunque, ma la Commissione ha annunciato che si farà carico di inviare una nota agli Uffici Legislativi del MIT, MISE e MEF, che segnali il diverso trattamento sopra evidenziato, in modo che tali organi preposti possano intraprendere gli eventuali provvedimenti normativi, finalizzati ad allineare l’agevolazione fiscale del Super Ecobonus a quella del Super Sismabonus.

No al (Super) Simabonus per il consolidamento di singole villette a schiera

Infine un importante chiarimento in materia di applicazione del Sismabonus alle villette a schiera: questo non è ammesso per gli interventi sulla singola villetta se si tratta di edifici strutturalmente collegati. Come chiarito infatti dalla Commissione, ai fini dell’applicazione del Sismabonus bisogna fare riferimento all’Unità strutturale (Us) chiaramente individuabile ai sensi della Circolare 21 gennaio 2019, n. 7 (NTC 2018), secondo la quale “L’Us è caratterizzata da comportamento strutturale unitario nei confronti dei carichi orizzontali e verticali per cui, nell’individuarla, si terrà conto della tipologia costruttiva e del permanere di elementi caratterizzanti, anche al fine di definire interventi coerenti con la configurazione strutturale. L’Us deve comunque garantire con continuità il trasferimento dei carichi in fondazione e, generalmente, è delimitata o da spazi aperti, o da giunti strutturali, o da edifici contigui costruiti, ad esempio, con tipologie costruttive e strutturali diverse, o con materiali diversi, oppure in epoche diverse.”

Approfondisci: No al Super Sismabonus per interventi su unità immobiliari autonome

Quindi la singola villetta a schiera, a prescindere dall’autonomia funzionale, è esclusa dal Superbonus per il consolidamento quando ha parte della propria struttura (telaio in c.a., in acciaio, in legno, muratura, mista o altro sistema costruttivo) in comune con almeno un’altra unità abitativa, mentre l’agevolazione è ammessa nel caso in cui vi siano giunti a creare discontinuità strutturale tra le unità stesse.

Ti possono interessare:

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% - Libro

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% - Libro

Questa guida si configura come un vero e proprio prontuario di riferimento per i tecnici, chiamati a studiare e ad applicare, per la propria committenza, gli interventi di miglioramento strutturale antisismico e di efficientamento energetico degli edifici nell’ambito delle agevolazioni fiscali del 110% (i c.d. Super Sismabonus e Super Ecobonus introdotti con il decreto Rilancio).

L’opera è divisa in due parti.

La prima parte, a cura di Andrea Barocci, riporta tutte e tre le possibilità di detrazione legate agli interventi strutturali: il bonus ristrutturazione, il sismabonus, il superbonus.

Per ciascuno di essi si offre la disamina della nascita e delle possibilità di applicazione, al fine di comprenderne lo scopo e le condizioni al contorno, compreso il tema delicato delle asseverazioni.

In parallelo alla possibilità fiscale, si affronta l’allineamento con le Norme Tecniche delle Costruzioni in quanto, al di là delle detrazioni, ogni intervento dovrà essere inquadrato all’interno di un procedimento edilizio ai sensi del d.P.R. 380/2001.

La seconda parte, a cura di Sergio Pesaresi, tratta il tema del Super Ecobonus, suddividendo il percorso progettuale, per la parte finalizzata alla detrazione, in due fasi operative: lo studio di fattibilità e il progetto preliminare.

Con lo studio di fattibilità il progettista potrà verificare preliminarmente, passo per passo, se l’edificio e i committenti possiedono i requisiti richiesti dall’art. 119 del decreto Rilancio per l’accesso alla detrazione.

Nella seconda fase operativa il progettista comincerà a redigere il progetto preliminare che, combinando in modo oculato i mezzi messi a disposizione dal decreto Rilancio, dovrà soddisfare i requisiti tecnici previsti.

 

Andrea Barocci
Ingegnere, Fondatore di IDS-Ingegneria Delle Strutture, si occupa di strutture e rischio sismico sia in ambito professionale che come componente di Organi Tecnici, Comitati, Associazioni. Autore di pubblicazioni in materia e docente in numerosi corsi e seminari.
Sergio Pesaresi
Ingegnere civile, Progettista specializzato in costruzioni ecosostenibili e di bio-architettura. Consulente e Docente dell’Agenzia CasaClima di Bolzano. Progettista di case passive certificato dal Passvhaus Institut di Darmstadt (D) e accreditato presso il PHI-Ita di Bolzano. Supervisor della Fondazione ClimAbita e SouthZeb designer. Tecnico base di ARCA e Tecnico ufficiale Biosafe. Studioso delle tematiche del Paesaggio e della Mobilità Sostenibile. Docente in corsi di aggiornamento professionale e consulente di Fisica Edile.

Leggi descrizione
Andrea Barocci, Sergio Pesaresi (a cura di), 2020
20.00 € 19.00 €
Superbonus 110% - Calcolo del beneficio

Superbonus 110% - Calcolo del beneficio

Obiettivi del software:
Abbiamo sviluppato Il software cloud Superbonus 110% per agevolare professionisti e cittadini nella simulazione del calcolo delle detrazioni spettanti per le diverse tipologie di interventi agevolabili al 110%.

Il software cloud Superbonus 110% consente di:

- Individuare gli interventi «trainanti» (o principali);
- Verificare la spettanza del super bonus anche per gli interventi «trainati» (o aggiuntivi);
- Determinare le detrazioni fiscali spettanti;
- Verificare la recuperabilità teorica della detrazione annua rispetto alla propria IRPEF lorda (test di incapienza);
- Simulare il costo netto dell’intervento sull’immobile e l’eventuale accollo di spesa

NB. La licenza sarà pronta all'utilizzo entro 24 ore dall'acquisto. Verrà inviata un'email automatica con le istruzioni per accedere alla piattaforma.

Se il pacchetto da 10 non fosse sufficiente è possibile ricevere un preventivo per un pacchetto multi licenze Superbonus. Contattaci per un preventivo personalizzato.

Contatti assistenza:

tel 0541 628634
e-mail help.superbonus@maggioli.it
sito https://calcolosuperbonus110.it

Leggi descrizione
Revisal, 2021, Maggioli Editore
181.78 €

immagine: iStock/_jure


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here