Home Bonus Edilizia Superbonus 110% casa antisismica? Ok se l’acquisto avviene entro il 30 giugno...

Superbonus 110% casa antisismica? Ok se l’acquisto avviene entro il 30 giugno 2022

Chi acquista un immobile antisismico, su cui sono stati effettuati i lavori, può beneficiare del Superbonus 110% . Fondamentale è il rispetto dei termini entro il quale stipulare il contratto d’acquisto. Vediamo nel dettaglio.

4496
superbonus 110% casa antisismica

Per chi acquista un immobile antisismico, su cui sono stati effettuati i lavori, è possibile fruire del Superbonus 110% a patto che l’acquisto sia stipulato entro i termini di applicazione dell’agevolazione, ovvero il 30 giugno 2022.

La questione viene dettagliata nella risposta n. 80 del 3 febbraio 2021 dell’Agenzia delle Entrate.

Prima di entrare nel merito del quesito e del parere rilasciato all’AE, ricordiamo cosa è il Sismabonus Acquisti, ovvero la detrazione dall’imposta sul reddito riconosciuta all’acquirente di unità immobiliari, che si trovano in zona sismica 1, 2 e 3, e che fanno parte di edifici demoliti e ricostruiti, anche con variazione volumetrica, e cedute, entro 18 mesi dalla fine lavori, dall’impresa di costruzione o ristrutturazione immobiliare che ha realizzato gli interventi. Si tratta di una detrazione pari al 75%-85% (aliquota che dipende dal miglioramento di 1 o 2 classi di rischio sismico) del prezzo dell’unità immobiliare entro un ammontare massimo di spesa di 96 mila euro, da ripartirsi in 5 anni.

Va quindi detto che affinché l’acquirente di un’immobile possa beneficiare del Sismabonus acquisti nella misura potenziata al 110% (con aliquota che sale al 110%), è fondamentale che l’atto di acquisto, relativo all’edificio demolito e ricostruito per ridurne i rischi sismici, venga stipulato entro il periodo di validità dell’agevolazione.

Leggi anche: Il Sismabonus 110% traina il Bonus mobili, anche senza recupero del patrimonio edilizio

Superbonus 110% acquisto casa antisismica. Il quesito e il parere AE

A porre il quesito è una società di costruzioni che chiede chiarimenti sull’esistenza o meno di un limite entro il quale concludere l’acquisto dell’immobile su cui è stato effettuato l’intervento. La società intende eseguire demolizione e ricostruzione di un edificio secondo le condizioni dettate dall’articolo 16, comma 1-septies del Dl n. 63/2013.

In questo caso, come fare per poter consentire ai futuri acquirenti di fruire delle detrazioni previste dalla norma?

Nel dare il parere, l’AE parte proprio dal comma 1-septies dell’articolo 16 del Dl n. 63/2013 che regolamenta il sisma bonus acquisti, per poi precisare che rispetto a quanto previsto dal “Sismabonus”, i beneficiari dell’agevolazione fiscale sono gli acquirenti delle nuove unità immobiliari sulle quali sono stati effettuati interventi edilizi.

L’Agenzia fa poi riferimento alla già nota circolare n. 24/2020 attraverso la quale è stato spiegato che il Superbonus si applica anche alle spese sostenute dagli acquirenti delle “case antisismiche”, cioè, appunto, delle unità immobiliari facenti parte di edifici ubicati in zone classificate a rischio sismico 1, 2 e 3 oggetto di interventi antisismici, effettuati mediante demolizione e ricostruzione dell’immobile da parte di imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare che, entro 18 mesi dal termine dei lavori, provvedano alla successiva rivendita.

In questo caso per le persone fisiche, per effetto delle modifiche apportate dalla lettera f) dell’articolo 1, comma 66, della legge di bilancio 2021, l’aliquota al 110% si applica «per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022. Per la parte di spesa sostenuta nell’anno 2022, la detrazione è ripartita in quattro quote annuali di pari importo».

Non perderti: Sismabonus 110% con i nuovi sistemi di rinforzo FRCM

Non dimentichiamo le asseverazioni!

In conclusione l’AE afferma che l’acquirente dell’unità immobiliare, per poter beneficiare della detrazione prevista dall’articolo 16, comma 1-septies del Dl n. 63/2013 è necessario che l’atto di acquisto relativo all’immobile su cui sono stati effettuati i lavori sia stipulato non oltre il 30 giugno 2022 in caso di persona fisica.

Da evidenziare, inoltre l’osservazione di AE sull’asseverazione. Difatti per usufruire del Superbonus è necessario il rilascio dell’asseverazione da parte dei professionisti iscritti ai relativi ordini o collegi professionali incaricati della progettazione strutturale, direzione dei lavori delle strutture e collaudo statico secondo le rispettive competenze, dell’efficacia degli interventi.

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% – eBook in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Sergio Pesaresi, 2021, Maggioli Editore

L’asseverazione o perizia tecnica asseverata è una particolare forma di perizia in cui il relatore afferma che tutto quanto viene riportato è veritiero: si assume la responsabilità della veridicità di tutto quanto viene riportato e, di conseguenza, risponde...



Guida tecnica per sismabonus ed ecobonus – Libro

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% - Libro

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% - Libro

Andrea Barocci, Sergio Pesaresi (a cura di), 2020,

Questa guida si configura come un vero e proprio prontuario di riferimento per i tecnici, chiamati a studiare e ad applicare, per la propria committenza, gli interventi di miglioramento strutturale antisismico e di efficientamento energetico degli edifici nell’ambito delle agevolazioni...



Preferisci comprare il volume Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% su Amazon?
Lo trovi qui

Foto: iStock.com/undefined undefined


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here