Home Bonus Edilizia Ecobonus, costi e benefici degli interventi

Ecobonus, costi e benefici degli interventi

Riqualificare casa è complicato, ma con le nuove detrazioni fiscali è un'opportunità. Ecco un buon programma per aggiungere il cappotto, coibentare il tetto, cambiare i serramenti e prevedere le schermature solari

2329

Valutare oculatamente costi e benefici di un interventi edilizio è sempre più complicato, soprattutto nel caso in cui si voglia accedere alle nuove detrazioni fiscali (e per il 2021 ce ne sono davvero tante, dal classico Ecobonus al bonus “rubinetti”, fino al Superbonus 110%, ora prorogato al 2022).

Occorre infatti programmare i lavori in un’ottica di razionalità e buon senso per non rendere vani gli investimenti economici, e saper discernere la differenza tra risparmi/costi diretti e indiretti. Tentiamo di fare il punto su come ottenere i migliori benefici derivanti da interventi di efficienza energetica e fare alcuni esempi pratici sulla riqualificazione di un intero involucro.

>> Legge di bilancio 2021, tutti i bonus casa per l’edilizia <<

Ecobonus, costi e benefici degli interventi

Prendo spunto da un documento di qualche mese, ma ancora utile e ottimo per consigli su questi temi: Guida pratica alla ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici per amministratori di condomino – ENEA febbraio 2020. L’unica accortezza nella consultazione va posta ovviamente alle sezioni non aggiornate con le ultime disposizioni legislative, ovvero quelle dedicate alle aliquote delle detrazioni.

Benefici interventi di efficienza energetica

Diretti

Sono ovviamente quelli legati al risparmio in bolletta.

Indiretti

Si ripercuotono sulla collettività:
– riduzione degli impatti ambientali degli edifici,
– aumento della sicurezza del sistema energetico,
– miglioramento della bilancia dei pagamenti,
– ricadute positive in termini economici e occupazionali sulla filiera.

Leggi anche: Superbonus 110% per ricostruire un edificio collabente

Ma valgono anche per condomini e proprietari di immobili:
– miglioramento della qualità indoro degli spazi abitati,
– aumento del comfort abitativo,
– aumento del livello di sicurezza dell’abitazione,
– miglioramento estetico dell’edificio,
– aumento del valore di mercato dell’immobile.

Cappotto termico condominio e asseverazione: a quali prezzi si fa riferimento?

Riqualificare l’intero involucro

In questo caso, intervenendo sull’intero involucro termico, si possono abbattere del 40-60% energia e costi.

Se sostituiamo l’impianto di riscaldamento prima di aver migliorato l’isolamento termico, potremmo però trovarci in una situazione tutt’altro che vantaggiosa dal un punto di vista economico, perché rischieremmo di installare un impianto sovradimensionato che consuma e produce più del necessario. Meglio quindi propendere per coibentare in primis le pareti, installare finestre a tenuta e ridurre così le dispersioni. Di conseguenza, si avrebbe una riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio e si potrebbe procedere alla sostituzione dei vecchi impianti.

Potrebbe interessarti: Superbonus per infissi, porte e finestre

Il miglioramento della tenuta termica delle strutture opache della casa, verticali e orizzontali, delimitanti il volume riscaldato verso l’esterno, vani riscaldati o contro terra, che rispetti i requisiti di trasmittanza termica U [W/(m2K)] riportati in tabella 2 del DM 26/1/2010 è incentivato attraverso detrazioni fiscali consistenti:
– l’Ecobonus 65%,
– il Superbonus 110%.

Coibentazione tetto + cappotto esterno

Pareti, tetto e pavimento performanti permettono di utilizzare meno energia (e spendere meno) e di garantire il comfort termico indoor. Le pareti dell’edificio devono consentire, infatti, la temperatura interna all’abitazione, quando occupata, tra 18-20 °C inverno e tra 25-27 °C in estate.

Agevolazione fiscale Ecobonus

Detrazione pari al 65% delle spese, con limite massimo detraibile pari a 60 mila euro per unità immobiliare, 110 mila euro per insieme sistematico di interventi che incida sulla prestazione energetica dell’edificio (Ipe per la climatizzazione invernale non superiore ai valori definiti dal decreto Ministero sviluppo economico dell’11 marzo 2018).

Agevolazione fiscale Ecobonus condominio

In questo caso la detrazione è del 70-75% secondo lo standard raggiunto delle spese totali sostenute dal 01/01/2018 al 31/12/2021; dell’80-85% se contestualmente si raggiungono anche sicurezze antisismiche.

Leggi anche: Sismabonus 110%, come averlo col rinforzo dei solai esistenti

Aggiungere il cappotto esterno

È la soluzione da privilegiare, permette di abbattere il 20-40% dei costi e in più assicura continuità all’isolamento, riduce i ponti termici e permette di raggiungere facilmente i valori limite richiesti per accedere alle detrazioni fiscali economicamente più vantaggiose.

Ecobonus 110%, come intervenire sul cappotto termico

Agevolazione fiscale Ecobonus

Detrazione pari al 65% delle spese, con limite massimo detraibile pari a 60 mila euro per unità immobiliare.

Prevedere le schermature solari

Agevolazione fiscale Ecobonus

Detrazione del 50% delle spese, con limite massimo detraibile pari a 60 mila euro per unità immobiliare.

Il Superbonus fotovoltaico raddoppia: limite spesa a 96 mila euro!

Coibentare il tetto

Il miglioramento delle prestazioni termiche del tetto può portare fino a un risparmio del 20% di energia.

Tutti gli accorgimenti messi in atto per proteggere i locali sottostanti durante la stagione invernale sono utili anche durante l’estate, perché un tetto ben coibentato e aerato (>> leggi: Rifare il tetto: pro e contro della ventilazione) blocca anche il calore prodotto dall’irraggiamento solare, considerando che tra il manto e lo strato di coibentazione si possono raggiungere anche gli 80 °C. Quando si prevede un intervento di manutenzione straordinaria, tanto vale riqualificare. Mentre è obbligatorio aggiungere l’isolante nei tetti caldi.

Agevolazione fiscale Ecobonus

Detrazione pari al 65% delle spese, con limite massimo detraibile pari a 60 mila euro per unità immobiliare.

Ristrutturazione con ampliamento volumetrico, può essere manutenzione straordinaria?

Cambiare i serramenti

Una “banale” sostituzione di vecchi infissi con nuovi modelli a tenuta (vetrocamera e taglio termico), permettono di risparmiare dal 15 al 20% di energia (-300 euro all’anno, incrementale nell’eventualità di case indipendenti).

Le parti “trasparenti” sono un punto critico e di discontinuità della facciata. Dal punto di vista del contenimento energetico, la qualità di una finestra si valuta attraverso il valore di trasmittanza termica Uw espresso in W/mqK che indica quanto sia efficiente dal punto di vista termico. Tanto più il valore è basso, quanto più la finestra è performante.

Agevolazione fiscale Ecobonus

Detrazione del 50% delle spese, con limite massimo detraibile pari a 60 mila euro per unità immobiliare.

Sul tema: Bonus facciate e interventi sul tetto, detrazioni separate o Superbonus 110%?

N.B. Anche la sostituzione della porta d’ingresso, quando questa separa ambienti riscaldati da quelli che non lo sono, e ha i requisiti normativi, è agevolata dagli incentivi fiscali.

Installare la VMC

La ventilazione meccanica controllata è un sistema per l’aerazione costante indoor (senza aprire le finestre) che in alcune tipologie recupera il calore dell’aria per riutilizzarlo.

Agevolazione fiscale Bonus ristrutturazione

Detrazione del 50% delle spese solo se l’intervento è compreso in uno di riqualificazione globale o se si dimostra, con certificazione rilasciata da tecnico qualificato o ditta installatrice, il conseguimento del risparmio energetico.

N.B. Se si interviene dunque su: cappotto esterno, infissi a tenuta, isolamento del tetto e caldaia a condensazione, l’abbattimento di energia e costi può raggiungere il 75%.

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente e per la redazione di Due Diligence immobiliari

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente e per la redazione di Due Diligence immobiliari

Marco Campagna, 2020, Maggioli Editore

I professionisti tecnici svolgono un ruolo fondamentale per ciò che concerne i titoli edilizi e le procedure abilitative, assumendosi la responsabilità delle opere edilizie assentite sotto il profilo penale, deontologico, amministrativo e civile. Per...



Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili – eBook in pdf

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili - eBook

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili - eBook

Pietro Salomone, 2020, Maggioli Editore

Ecobonus e Sismabonus al 110% sono i nuovi strumenti messi a disposizione dal legislatore italiano per l’efficientamento energetico e miglioramento sismico del patrimonio edilizio italiano. Il presente testo ha lo scopo di fornire una serie di informazioni utili per...



Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% – eBook in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Sergio Pesaresi, 2021, Maggioli Editore

L’asseverazione o perizia tecnica asseverata è una particolare forma di perizia in cui il relatore afferma che tutto quanto viene riportato è veritiero: si assume la responsabilità della veridicità di tutto quanto viene riportato e, di conseguenza, risponde...



Preferisci acquistare tramite Amazon?

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente e per la redazione di due diligence immobiliari

Foto: iStock/Franck-Boston


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here