Home Bonus Edilizia Recovery fund, approvate le nuove risorse per l’edilizia

Recovery fund, approvate le nuove risorse per l’edilizia

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza, oltre a contenere le manovre per la spesa dei fondi forniti all'Italia dall'Europa tramite il programma Next Generation EU, contiene anche interessanti novità per quanto riguarda Superbonus 110%

809
recovery found

Nella notte tra il 12 e il 13 gennaio 2021, il Consiglio dei ministri ha approvato la proposta del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR): il progetto per la spesa dei fondi forniti all’Italia dall’Europa tramite il programma Next Generation EU, comunemente chiamato Recovery fund.

Tra gli obbiettivi del piano approvato troviamo efficientamento del patrimonio edilizio pubblico, proroga del Superbonus 110%, miglioramento delle infrastrutture e transizione ecologica.

Dopo questa recente approvazione da parte del Governo, il Piano sarà inviato alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica che forniranno le loro valutazioni.

Vediamo il testo del Recovery fund in dettaglio con un approfondimento sui temi legati all’edilizia.

Recovery fund, approvate le nuove risorse per l’edilizia

Come anticipato poco fa, è stato approvato il PNRR, anche detto Recovery fund. Il piano è principalmente suddiviso il sei macro aree tematiche che rappresentano gli obbiettivi d’intervento.

>> Scarica il testo del documento qui <<

L’insieme delle manovre che andranno attuate saranno sostenute da un totale di risorse allocate pari a 210 miliardi di euro. A loro volta questi fondi verranno suddivisi in:
144,2 miliardi per finanziare “nuovo progetti”;
65,7 miliardi per “progetti in essere“, che verranno significativamente accelerati sia in termini temporali che di realizzazione.

Le sei macro aree che rappresentano le “missioni” del piano, come possiamo vedere nel grafico, sono:

recovery found
grafico della ripartizione dei fondi contenuto all’interno del Comunicato del consiglio del Ministri n.89

digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, 45,1 miliardi;
rivoluzione verde e transizione ecologica, 67,5 miliardi;
infrastrutture per la mobilità sostenibile, 32 miliardi
istruzione e ricerca 26,1 miliardi;
inclusione e coesione, 21,3 miliardi;
salute, 18 miliardi.

Leggi anche: Condominio: la guida alla ripartizione delle spese per il calore

Recovery fund, le “missioni” per l’edilizia

Tra gli elementi presenti nel Recovery fund, quelli di maggiore interesse riguardano gli obbiettivi contenuti all’interno di “rivoluzione verde e transizione ecologica”.

All’interno della “missione” si prende in considerazione l’efficienza energetica e la riqualificazione degli edifici.

In questo caso, per raggiungere l’obbiettivo vengono istituite due principali linee d’azione:
– realizzare un programma di efficientamento e messa in sicurezza del patrimonio edilizio pubblico, con contestuale messa in sicurezza e digitalizzazione delle strutture;
rilancio dell’edilizia in chiave di sostenibilità ambientale e performance antisismica.

Per raggiungere questi obbiettivi è inoltre stato previsto un prolungamento della detrazione Superbonus 110%, già prorogato con la Legge di bilancio al 30 giugno 2022.

Approfondisci l’argomento: Legge di bilancio 2021, tutti i bonus casa per l’edilizia

Sarà prevista, infatti, una proroga dell’incentivo fino al 30 giugno 2023 per gli IACP e fino al 31 dicembre 2022 per i condomìni, senza la discriminante dalla realizzazione minima del 60% dei lavori.

All’interno del Recovery fund, queste due linee guida vengono ulteriormente esplorate con riferimento a edilizia pubblica e privata.

Edilizia pubblica

In questa sezione vengono racchiusi tutti gli interventi che verranno attuati in materia di edilizia pubblica:
risanamento strutturale degli edifici scolastici, per favorire una progressiva riduzione dei consumi energetici e delle emissioni, un miglioramento delle classi energetiche e un incremento delle sicurezza sismica;
realizzazione di nuove scuole mediante sostituzione edilizia, l’obbiettivo è sostituire parte del patrimonio scolastico “vetusto”, soprattutto nella aree a rischio sismico, con edifici che incrementeranno aree verdi, digitalizzazione e sicurezza;
“safe, green and social” per l’edilizia residenziale pubblica, si stima di intervenire su 1/5 dell’intero patrimonio edilizio residenziale con interventi di efficientamento energetico che permetteranno il passaggio dalla classe G alla E;
efficientamento energetico e riqualificazione edifici pubblici in aree metropolitane, per riqualificare edifici comunali con utilizzi sociali;
efficientamento cittadelle giudiziarie, si tratta di riqualificare e potenziare il patrimonio immobiliare dell’amministrazione della giustizia.

Potrebbe interessarti: Superbonus 110% per ricostruire un edificio collabente

Edilizia privata

L’obiettivo è di aumentare in modo sostanziale il risparmio annuale generato dagli interventi di riqualificazione energetica.

A questo proposito si stima che verranno sottoposti a questo tipo di interventi circa 3 milioni di metri quadri per anno, corrispondenti a circa l’1% della superficie complessivamente occupata da edifici residenziali.

Per questo motivo è stata prevista una proroga del Superbonus 110% fino al 30 giugno 2023 per gli IACP e fino al 31 dicembre 2022 per i condomìni, senza la discriminante dalla realizzazione minima del 60% dei lavori.

Leggi anche: Ristrutturazione con ampliamento e Superbonus, solo sull’esistente

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% – eBook in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Sergio Pesaresi, 2020, Maggioli Editore

L’asseverazione o perizia tecnica asseverata è una particolare forma di perizia in cui il relatore afferma che tutto quanto viene riportato è veritiero: si assume la responsabilità della veridicità di tutto quanto viene riportato e, di...



Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili – eBook in pdf

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili - eBook

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili - eBook

Pietro Salomone, 2020, Maggioli Editore

Ecobonus e Sismabonus al 110% sono i nuovi strumenti messi a disposizione dal legislatore italiano per l’efficientamento energetico e miglioramento sismico del patrimonio edilizio italiano. Il presente testo ha lo scopo di fornire una serie di informazioni utili per...



Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente e per la redazione di Due Diligence immobiliari

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente e per la redazione di Due Diligence immobiliari

Marco Campagna, 2020, Maggioli Editore

I professionisti tecnici svolgono un ruolo fondamentale per ciò che concerne i titoli edilizi e le procedure abilitative, assumendosi la responsabilità delle opere edilizie assentite sotto il profilo penale, deontologico, amministrativo e civile. Per...



L’inquinamento acustico

L’inquinamento acustico

L’inquinamento acustico

Marco Casellato, Matteo Ceruti, Vincenzo Pellegrini, Pierfrancesco Zen, 2021, Maggioli Editore

Secondo solo a quello atmosferico, l’inquinamento acustico è uno dei principali problemi ambientali a cui l’Italia (e gran parte del resto d’Europa) è esposta, come rileva il recente rapporto dell’A.E.A. – Agenzia Europea dell’Ambiente dal titolo “Environmental noise in...



Foto: iStock/scyther5


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here