Home Gli articoli dei nostri autori Permesso di costruire in 15 giorni, per prima l’Emilia Romagna

Permesso di costruire in 15 giorni, per prima l’Emilia Romagna

La novità viene dalla regione Emilia Romagna, dove ora le richieste per i titoli abilitativi dovranno essere forniti dal comune entro 15 giorni dalla richiesta. Ecco tutti i dettagli

737
permesso di costruire

Attraverso la legge regionale 14 del 29 dicembre 2020, l’Emilia Romagna introduce interessanti aggiornamenti per promuovere la rigenerazione urbana, tra questi, viene specificato che il permesso di costruire dovrà essere fornito entro 15 giorni.

La nuova legge quindi recepisce il DL rilancio e il Dl semplificazioni per favorire gli interventi di riqualificazioni edilizia che beneficiano del Superbonus 110% e semplificare il governo del territorio.

Vediamo tutti i dettagli.

Permesso di costruire in 15 giorni, per prima l’Emilia Romagna

Con la legge regionale n.14 del 29 dicembre 2020, la regione Emilia Romagna interviene su molteplici aspetti:
rivisitazione degli interventi sul patrimonio edilizio esistente, tra cui manutenzione straordinaria, distanza tra edifici, demolizione e ricostruzione e requisiti igienico-sanitari;
semplificazioni riguardanti tempistiche e certezza dei titoli abitativi;
valutazione dello stato legittimo.

Come anticipato, tra le misure previste, ci sono importanti snellimenti per quanto riguarda il rilascio dei titoli abitativi. Questo snellimento è atto a garantire il rispetto dei termini procedurali da parte di tutte le amministrazioni.

Leggi anche: Opere pubbliche, ecco come accelerare l’attuazione degli interventi

Andando nello specifico, i pareri richiesti dovranno essere ricevuti tramite conferenze di servizi semplificate mediante la semplice trasmissione per via telematica, delle comunicazioni, delle istanze con le relative documentazioni e delle determinazioni tra le amministrazioni partecipanti.

I termini dei procedimenti comunali, poi, saranno resi inderogabili: i provvedimenti tardivi verranno automaticamente dichiarati inefficaci a tutti gli effetti.

Entro 15 giorni dalla richiesta, il comune quindi dovrà attestare l’effettiva esistenza del permesso di costruire. Tale permesso potrà essere confermato in 3 diversi modi:
– per silenzio-assenso;
– tramite una conclusione positiva del periodo necessario per il controllo della CILA (comunicazione di inizio lavori asseverata);
– conclusione positiva del periodo di controllo della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività).

Potrebbe interessarti: Fascicolo dell’immobile pubblico: la carta di identità degli edifici

Permesso di costruire in 15 giorni, il commento dell’assessore

“Con questo testo diamo garanzia di tempi certi e iter semplificati per il rilascio dei titoli edilizi, mantenendo però la tutela effettiva dei centri storici e degli edifici di valore storico e testimoniale. – Afferma l’Assessora regionale alla Programmazione territoriale, Barbara Lori – Vogliamo orientare il settore edilizio verso il recupero e la riqualificazione urbana, invertendo la tradizionale spinta del mercato verso l’espansione delle città, che comporta consumo di suolo e dispersione degli insediamenti. Il nostro impegno è rivolto soprattutto agli interventi diffusi nei centri abitati, attraverso misure urgenti che diano una spinta decisiva al risparmio energetico e alla messa in sicurezza sismica che beneficiano dell’ecobonus del 110%”.

Approfondisci: Superbonus 110%, nuovi limiti di spesa

Tutte le novità delle procedure edilizie nel “Decreto semplificazioni”

Tutte le novità delle procedure edilizie nel Decreto semplificazioni

Tutte le novità delle procedure edilizie nel Decreto semplificazioni

• Novità in materia di PDC, SCIA, SCIA alternativa ed Edilizia libera
• Semplificazione per le ristrutturazioni edilizie
• Deroga ai limiti di distanza tra fabbricati
• Opere stagionali contingenti e temporanee
• Stato legittimo degli immobili
• Proroga dei termini di inizio e ultimazione dei lavori
• Deroga agli strumenti urbanistici
• Agibilità degli interventi edilizi
• Tolleranze costruttive ed esecutive
• Demolizione di opere abusive
• Disposizioni sui beni culturali e del paesaggio
• Disposizioni sul superamento delle barriere architettoniche
• Agevolazioni per la rigenerazione urbana, il recupero e il riuso degli immobili
• Incentivi per l’efficienza energetica, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica veicoli elettrici

Mario Di Nicola, 2020, Maggioli Editore
21.00 € 19.95 €

Manuale del progettista per gli interventi sull’esistente

Manuale del progettista per gli interventi sull'esistente e per la redazione di Due Diligence immobiliari

Manuale del progettista per gli interventi sull'esistente e per la redazione di Due Diligence immobiliari

• procedure edilizie
• verifica della conformità
• analisi vincolistiche
• pianificazione delle complessità
• individuazione delle criticità

Marco Campagna, 2020, Maggioli Editore
30.00 € 28.50 €

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili – eBook in pdf

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili - eBook

Sismabonus ed Ecobonus: il collaudo degli interventi ammissibili - eBook

Con esempi, immagini e check list per le attività tecniche di collaudo su: • impianti fotovoltaici • impianti di climatizzazione • strutture • fondazioni

Pietro Salomone, 2020, Maggioli Editore
15.90 € 13.52 €

Foto: iStock/Nikada


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here