Home Fiscale Legge di bilancio 2021 e Superbonus, novità e dubbi

Legge di bilancio 2021 e Superbonus, novità e dubbi

In particolare i dubbi di aziende, professionisti e cittadini riguardo la mancata proroga del Superbonus 110%. La Legge di bilancio verrà approvata dal Parlamento?

3035
Legge di bilancio

Approvato il testo della Legge di bilancio 2021 nel Consiglio dei Ministri del 16 novembre 2020, attesa ora dell’approvazione definitiva da parte del Parlamento.

Tra la moltitudine di novità riguardanti semplificazioni per le partite IVA, pensioni, bonus casa e cassa integrazione, due tra le più interessanti riguardano il Superbonus 110% e il rafforzamento del fondo di emergenza per Comuni e province.

In particolare, l’assenza di una proroga del Superbonus all’interno del testo della legge di bilancio ha causato un malcontento diffuso tra i professionisti e le varie parti del governo.

Al contrario, la scelta di dedicare maggiori fondi per sostenere i conti locali colpiti dal crollo delle entrate, è risultata apprezzata, sebbene con l’incertezza che i fondi siano sufficienti.

Vediamo nel dettaglio.

LEGGE DI BILANCIO 2021 – Le misure MIT per trasporti e politiche abitative
Leggi l’articolo su Ingegneri.cc

Legge di bilancio 2021, la non proroga del Superbonus 110%

Come anticipato, uno degli argomenti che stanno facendo più discutere riguardo la Legge di bilancio 2021, è proprio l’assenza di una tanto sperata proroga degli incentivi legati al Superbonus 110% per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza sismica delle abitazioni.

>> Scarica il testo della Legge di bilancio in pdf <<

Naturalmente la grande mancanza ha generato contrasti e dissapori sia tra le forze del governo sia tra le aziende. La notizia ha colpito anche alla luce delle ricorrenti richieste di dare continuità agli sgravi fiscali, oltre la durata del 2021, per consentire alle famiglie di programmare gli interventi.

La motivazione della mancata proroga arriva dal Mef, specificando che il credito d’imposta è già attivo fino al 31 dicembre 2021 e la proroga sarà finalizzata tramite il Recovery Plan. Va inoltre detto che le stime del Ministero dello Sviluppo economico sostengono che per prorogare il Superbonus per ulteriori tre anni sarebbero necessari circa 30 miliardi, come indicato dal Mise nelle sue proposte.

Leggi anche: Superbonus: ne beneficia anche il forfettario privo di capienza

Come è facile pensare, durante la stesura del testo, si sono verificati accesi confronti tra le parti del governo:
da un lato chi avrebbe voluto dare una certezza immediata alle aziende e ai cittadini con una proroga fino alla fine del 2021 per poi far fluire gli incentivi Superbonus all’interno del Recovery Plan senza rischi di vuoti, tra cui Mise, un ampio gruppo del Pd e il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fracaro, creatore dell’incentivo.

Dall’altra il Mef, con la necessità di avere certezza sull’arrivo dei fondi Ue, prima di una eventuale proroga finanziaria con fondi nazionali.

A rafforzare ulteriormente l’attrito deriva dal fatto che la proroga del Superbonus sarebbe stata una delle rare occasioni in cui una misura espansiva metteva d’accordo tutte le forze politiche di governo.

A questo proposito il Mef Roberto Gualtieri ha affermato che, pur essendo favorevole alla proroga, questo non fosse il momento adatto, in quanto la situazione di incertezza in cui ci troviamo non sarebbe stato prudente per l’economia italiana.

Potrebbe interessarti: Decreto Ristori Bis, professionisti esclusi dai contributi

Legge di bilancio 2021, un sospiro di sollievo per i comuni e le province

L’altra importante novità introdotta dalla Legge di bilancio 2021, come anticipato, è la manovra per garantire a comuni e province ben 1 miliardo di euro a cui accedere come risorse anticrisi.

Il totale della cifra sarà ripartito in:
500 milioni da aggiungere al maxi fondo creato per sostenere i conti locali colpiti dal crollo delle entrate, di cui 450 per i comuni e 50 per province e città metropolitane;
150 milioni per il trasporto scolastico;
100 milioni per comuni in difficoltà finanziaria dovuta a “condizioni socio-economiche dei territori”;
– ulteriori 216 milioni saranno messi a disposizione degli asili nido.

Approfondisci: Superbonus 110%, serve un testo unico, almeno delle interpretazioni

Pur non essendo certi che le risorse messe a disposizione siano sufficienti, la manovra proposta nella Legge di bilancio 2021, tenta di offrire un importante sostegno in questa seconda ondata di emergenza sanitaria.

Va inoltre ribadito che gli enti citati potranno comunque continuare a impiegare le regole d’emergenza sulla spesa delle risorse anti crisi e sull’utilizzo di avanzi di amministrazione e oneri di urbanizzazione per uscite correnti.

A questo punto non resta che attendere l’effettiva entrata in vigore della Legge di bilancio 2021 prevista per il 1° gennaio 2021.

Tutte le novità delle procedure edilizie nel “Decreto semplificazioni”

Tutte le novità delle procedure edilizie nel “Decreto semplificazioni”

Tutte le novità delle procedure edilizie nel “Decreto semplificazioni”

Mario Di Nicola, 2020, Maggioli Editore

Proseguono le novità nella disciplina edilizia attraverso il decreto legge 16 luglio 2020, n. 76, “Decreto semplificazioni”, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120. Il provvedimento introduce una serie di modifiche al Testo...



Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% – e-Book in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Le asseverazioni del Tecnico per il Superbonus 110% - e-Book in pdf

Sergio Pesaresi, 2020, Maggioli Editore

L’asseverazione o perizia tecnica asseverata è una particolare forma di perizia in cui il relatore afferma che tutto quanto viene riportato è veritiero: si assume la responsabilità della veridicità di tutto quanto viene riportato e, di...



Foto: iStock/fizkes


Condividi

2 Commenti

  1. buongiorno perchè avete scritto che il credito d’imposta è già attivo fino al 30 giugno 2021? Il superbonus 110% finisce il 31/12/2021 o ci sono state delle variazioni. Perchè la stessa data l’ho sentita anche l’altra sera nel telegiornale. Potete chiarire? Grazie

    • Gentile Silvia, la ringraziamo molto per la segnalazione. Abbiamo corretto l’articolo, in effetti c’era un errore. A presto, redazione Ediltecnico

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here