Home Bonus Edilizia Superbonus e proprietà di più immobili in capo a unico proprietario

Superbonus e proprietà di più immobili in capo a unico proprietario

La palazzina intera può subire interventi agevolati al 110% se in mano a un solo individuo? La risposta è negativa, ma può essere positiva se gli interventi rispettano alcune caratteristiche

20574

Anche oggi siamo all’appuntamento settimanale con la rubrica DOMANDA D’AUTORE! La volta scorsa abbiamo affrontato il tema Bonus facciate (>> Bonus facciate e interventi sul tetto, detrazioni separate o Superbonus 110%?) mentre ora parleremo di Superbonus e sua applicabilità contestualizzata a un caso pratico.

Nello specifico, Matilde Fiammelli (dottore commercialista e revisore contabile) risponde quindi al seguente quesito: Superbonus e proprietà di più immobili in capo a unico proprietario, vale l’agevolazione al 110%? Anche per l’intera palazzina?

>> Non perdere l’ultima risposta d’autore! Iscriviti alla nostra NEWSLETTER <<

Superbonus e proprietà di più immobili in capo a unico proprietario

Domanda
Ho ricevuto in eredità una piccola palazzina di 6 appartamenti da una zia ed ero l’unico erede. Ora sono l’unico proprietario di questo complesso immobiliare che è molto datato e avrebbe bisogno di parecchi interventi per rimetterlo a nuovo.

Alla luce del fatto che è stata introdotta la detrazione del 110% per il cambio degli impianti di climatizzazione e il cappotto termico, posso accedere al beneficio per tutta la palazzina?

Risposta
La risposta è al contempo negativa relativamente al complesso immobiliare nella sua interezza, mentre è positiva se gli interventi che vuole effettuare hanno le seguenti caratteristiche:
– non riguardano le parti comuni,
– riguardano, conseguentemente solo le singole unità immobiliari, per le quali, per altro, il beneficio spetta se la detrazione viene operata relativamente alle spese connesse a solo due, delle sei unità abitative (>> sul tema: Ecobonus 110% per il singolo appartamento condominiale).

Leggi anche: Ecobonus 110%, come intervenire sul cappotto termico

Come detto, per un verso, la risposta è negativa in quanto trattandosi di una proprietà accentrata in capo ad un unico individuo, pur avendo, il complesso immobiliare la forma di un condominio, esso non è tale, in quanto, appunto, posseduto da un unico proprietario, ragion per cui, tutti gli interventi previsti sulle parti comuni non possono godere del Superbonus del 110%.

Come evidenziato dalla circ. 24/E/2020, al superbonus, infatti, sono ammessi gli interventi effettuati dai condomìni, inerenti l’isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio, nonché gli interventi realizzati sulle parti comuni degli edifici stessi per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati nonché gli interventi antisismici (art. 119, co. 4, DL 34/2020).

Tenuto conto, inoltre, della locuzione utilizzata dal legislatore, riferita espressamente ai «condomìni» e non alle “parti comuni” di edifici, ai fini dell’applicazione dell’agevolazione l’edificio oggetto degli interventi deve essere costituito in condominio secondo la disciplina civilistica prevista. Sotto il profilo civilistico, infatti il “condominio” costituisce una particolare forma di comunione in cui coesiste la proprietà individuale dei singoli condòmini, i quali devono essere in un numero almeno pari a 2 o più di 2, nonché la proprietà comune di talune aree e zone dell’edificio. Tale è la ragione per cui l’unico proprietario di un complesso immobiliare non può accedere al Superbonus.

>> Approfondisci: Detrazione ristrutturazione o Ecobonus: documenti per la cessione credito

Resta ferma comunque la possibilità di detrarre i lavori relativamente ai benefici fiscali del 50% e 65% (recupero del patrimonio edilizio e risparmio energetico), oltre che 90% per il bonus facciate.

>> Approfondisci: Asseverazioni per il Superbonus: tutte le regole <<

Quanto costa cedere il credito d’imposta?

Risposta a cura di Matilde Fiammelli, dottore commercialista, revisore contabile, autore di volumi e articoli per le principali case editrici e testate del settore fiscale. Docente e relatore in convegni e webinar. Vive e lavora a Crema. 

 

 

Superbonus 110%, guida e casi concreti

Superbonus 110%: casi concreti

Superbonus 110%: casi concreti

70 Domande e risposte sul Superbonus 110% l'importante agevolazione, introdotta dal DL 34/2020, per coloro che, fatte salve le dovute caratteristiche necessarie, hanno effettuato determinati interventi sugli immobili, consistente nella possibilità di detrarre dall’imposta lorda, in cinque rate costanti, un importo pari al 110%
delle spese sostenute per taluni interventi inerenti:

il risparmio energetico
il sismabonus
l’installazione di impianti fotovoltaici
l’installazione di apparecchiature per la ricarica di veicoli elettrici (colonnine per la ricarica elettrica)
Il presente lavoro, eBook in pdf di 49 pagine, rappresenta un'utile raccolta di 70 risposte alle domande poste dai nostri lettori in materia di Superbonus 110%, suddivise per argomento:
• Adempimenti pratici
• Cessione del credito
• Cumulabilità dei bonus
• Immobili destinatari
• Interventi trainanti e trainati
• I controlli dell'Agenzia

Fiammelli Dott.ssa Matilde, Dottore commercialista, Revisore contabile. Iscritta all’albo dei Consulenti Tecnici del Tribunale di Crema

Fiammelli Matilde, 2020, Maggioli Editore
14.46 € 12.29 €

Diagnosi e certificazione energetica

Diagnosi e certificazione energetica

Diagnosi e certificazione energetica

Il volume, giunto alla terza edizione, è un manuale teorico-pratico per le tre principali indagini strumentali per l’efficienza energetica in edilizia: la termografia, il blower door test di permeabilità all’aria, ed il termo flussimetro per la misura in opera della trasmittanza termica, essenziali per individuare difetti di costruzione, per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti e per il restauro conservativo degli edifici storici.

Questa nuova edizione contiene una trattazione estesa della nuova norma IEC 62446-3 per le indagini termografiche sugli impianti fotovoltaici, un’integrazione delle indagini sugli isolamenti a cappotto (UNI/TR 11715), l’analisi della corretta posa dei serramenti e il loro controllo termografico (UNI 11673), l’aggiornamento della norma tecnica sul blower door test (UNI EN ISO 9972) con un confronto con la precedente UNI EN 13829 e molto altro ancora.

Con numerose e nuove immagini derivanti da casi di studio reali sono fornite le basi scientifiche ed operative riguardanti la termografia a infrarossi, la permeabilità all’aria degli edifici ed il blower door test, l’isolamento termico e le misure di trasmittanza con termoflussimetro.

Ampio spazio è riservato alle modalità ottimali per l’esecuzione delle prove.

Sono inoltre presentate: normative straniere che forniscono conoscenze e metodi d’indagine più approfonditi di quelli attualmente disponibili in Italia; casi di studio reali con problemi di isolamento e di infiltrazioni d’aria riscontrati su pareti, tetti, serramenti, isolamenti a cappotto, distacchi di rivestimenti e sfondellamenti di solai; interpretazioni delle immagini termiche e dell’esito delle prove ed indicazioni sulle corrette soluzioni progettuali e costruttive.

Davide Lanzoni
Ingegnere, certificato al livello 3 in termografia, esperto in acustica ed in valutazione degli agenti fisici e del microclima, collabora con SAIGE, società che tiene corsi di formazione certificati UNI EN ISO 9712 in termografia ed è centro esame di primario ente accreditato.

Davide Lanzoni, 2020, Maggioli Editore
52.00 € 49.40 €

Prontuario tecnico per l’Ecobonus 110%: guida passo passo per il professionista

Studio di fattibilità e progetto preliminare per gli interventi di risparmio energetico rientranti nel Superbonus 110%

Foto: iStock/valentinrussanov


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here