Home Progettazione Impianti Efficienza energetica, nuovo decreto in GU su limiti di trasmittanza e consumi

Efficienza energetica, nuovo decreto in GU su limiti di trasmittanza e consumi

Novità importanti per i condomini sulla misurazione e la fatturazione dei consumi energetici. Regole in vigore dal 29 luglio 2020

1253

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.175 l’Attuazione della direttiva (UE) 2018/2002 che modifica la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica (dl n.73 del 14 luglio 2020), con cui si portano novità rilevanti per i professionisti e l’edilizia. Verranno integrate le prescrizioni per la misurazione e la fatturazione dei consumi energetici, prevedendo l’impiego di contatori e sotto-contatori leggibili da remoto a partire dal 25 ottobre 2020, e sarà realizzato un sistema informatico per la gestione dei progetti.

Vediamo in dettaglio tutte queste interessanti novità.

Efficienza energetica, nuovo decreto in GU su limiti di trasmittanza e consumi

Il provvedimento sarà in vigore dal 29 luglio 2020 e tra le cose più rilevanti per il settore edile e dell’efficientamento energetico prevede:
– l’estensione l’obbligo di risparmio energetico al periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2030;
– il raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico tramite regimi obbligatori di efficienza energetica e misure alternative;
– l’integrazione delle prescrizioni per la misurazione e la fatturazione dei consumi energetici, prevedendo l’impiego di contatori e sotto-contatori leggibili da remoto a partire dal 25 ottobre 2020;

BONUS EDILIZIA
Sconto o cessione credito?
Istruzioni dopo la riscrittura del DL rilancio

– la realizzazione di un sistema informatico per la gestione dei progetti;
– la ridefinizione dell’attività di monitoraggio dei consumi annui della Pubblica Amministrazione, sfruttando il Sistema Informativo Integrato;
– l’eliminazione dell’esenzione dalla diagnosi per le imprese che sono dotate di schemi EMAS e di certificazioni ISO 14001, in quanto non rilevanti ai fini energetici e l’introduzione di sanzioni in caso di inadempimento della diffida ad eseguire le diagnosi energetiche e in caso di mancata attuazione di almeno uno degli interventi di efficienza individuati dalle diagnosi stesse;
– la possibilità di concedere finanziamenti a fondo perduto nell’ambito del Fondo nazionale per l’efficienza energetica.

>> Finanziamenti: leggi qui come ottenerli per il fotovoltaico

Limiti di trasmittanza e spessore murature

Il nuovo testo prevede, nel caso di manutenzione straordinaria, restauro o ristrutturazione edilizia, che il maggior spessore delle murature esterne e degli elementi di chiusura superiori ed inferiori, necessario ai fini di una riduzione minima del 10 per cento dei limiti di trasmittanza (secondo il dl 19 agosto 2005, n. 192, e successive modificazioni), non è considerato nei computi per la determinazione dei volumi, delle altezze, delle superfici e dei rapporti di copertura. (Cfr. art. 13 del nuovo decreto).

ASSEVERAZIONI – SUPERBONUS 110%
Nuova disciplina e moduli stabiliti dal DL rilancio ormai definitivo
Cosa sapere per i professionisti

Deroghe alle distanze minime tra edifici

Rimanendo entro i limiti del maggior spessore definito poco sopra, è permesso derogare, nell’ambito delle procedure di rilascio dei titoli abitativi (titolo II del dpr 380/2001), a quanto previsto dalle normative nazionali, regionali o dai regolamenti edilizi comunali, in merito alle distanze minime tra edifici, alle distanze minime dai confini di proprietà, alle distanze minime di protezione del nastro stradale e ferroviario, nonché alle altezze massime degli edifici. Le deroghe vanno esercitate nel rispetto delle distanze minime riportate nel codice civile.

Condomini, novità per misurazione e fatturazione consumi

A partire dal 25 ottobre 2020, e se installati dopo quella data, dovranno essere leggibili da remoto i contatori di fornitura, i sotto-contatori o i sistemi di contabilizzazione del calore individuali. Entro il 1° gennaio 2027, tutti questi sistemi dovranno essere dotati di dispositivi che ne permettono la lettura da remoto. (Cfr. art. 19 del nuovo decreto).

CONSUMI ENERGETICI – ILLUMINAZIONE
Trucchi su come risparmiare e scegliere la lampadina giusta a seconda dell’ambiente

Per quanto concerne la fatturazione dei consumi, Dopo l’allegato 8 del decreto legislativo 4 luglio 2014 n. 102, viene inserito l’Allegato 9 – “Requisiti minimi in materia di informazioni di fatturazione e consumo per riscaldamento, raffreddamento e acqua calda per uso domestico“. Riportiamo qui le novità:
1. fatturazione basata sul consumo effettivo o sulle letture dei contabilizzatori di calore: per consentire agli utenti di regolare il proprio consumo di energia, la fatturazione avviene sulla base del consumo effettivo o delle letture dei contabilizzatori di calore almeno una volta all’anno;

2. frequenza minima delle informazioni di fatturazione o consumo: dal 25 ottobre 2020, se sono stati installati contatori o contabilizzatori di calore leggibili da remoto, le informazioni sulla fatturazione o sul consumo basate sul consumo effettivo o sulle letture dei contabilizzatori di calore sono fornite almeno ogni tre mesi agli utenti finali che ne hanno fatto richiesta o che hanno scelto la fatturazione elettronica, oppure due volte l’anno negli altri casi. Dal 1° gennaio 2022, se sono stati installati contatori o contabilizzatori di calore leggibili da remoto, le informazioni sulla fatturazione o sul consumo basate sul consumo effettivo o sulle letture dei contabilizzatori di calore sono fornite agli utenti finali almeno una volta al mese. Esse possono altresi’ essere rese disponibili via Internet e aggiornate con la massima frequenza consentita dai dispositivi e dai sistemi di misurazione utilizzati. Il riscaldamento e il raffreddamento possono essere esentati da questo requisito fuori dalle stagioni di riscaldamento/raffreddamento;

3. informazioni minime in fattura: nelle fatture basate sul consumo effettivo o sulle letture dei contabilizzatori di calore o nella documentazione allegata trasmessa gli utenti devono disporre in modo chiaro e comprensibile delle seguenti informazioni:

a) prezzi correnti effettivi e consumo energetico effettivo o costo totale del calore e lettura dei contabilizzatori di calore;
b) informazioni sul mix di combustibili utilizzato e, nel caso di calore da impianti di teleriscaldamento con una potenza termica nominale totale superiore a 20 MW, sulle relative emissioni annuali di gas a effetto serra, sul mix di combustibili utilizzato e sul fattore di conversione in energia primaria, nonche’ una descrizione delle diverse tasse, imposte e tariffe applicate;

c) raffronto tra il consumo corrente di energia dell’utente finale e il consumo nello stesso periodo dell’anno precedente, sotto forma di grafico, corretto per le variazioni climatiche nel caso del riscaldamento e del raffreddamento;
d) recapiti (compresi i siti Internet) delle associazioni dei consumatori e dell’ENEA, al fine di ottenere informazioni sulle misure disponibili di miglioramento dell’efficienza energetica, profili comparativi dei consumi in base alle diverse tipologie di utenti e chiarimenti sulle migliori tecnologie energetiche disponibili nell’ambito del presente allegato;

e) informazioni sulle pertinenti procedure di reclamo, i servizi di mediazione o i meccanismi alternativi di risoluzione delle controversie;
f) confronti con il consumo di un utente finale medio o di riferimento appartenente alla stessa categoria di utenza. In caso di fatture elettroniche, tali confronti possono invece essere messi a disposizione online, con un rimando all’interno delle fatture.

SISMABONUS
Come accedere alle detrazioni previste?
Con interventi locali

NOVITÀ SUPERBONUS 110%

Aggiornato agli ultimi passaggi legislativi

SUPERBONUS 110% - eBook

SUPERBONUS 110% - eBook

Superbonus al 110 per cento con sconto in fattura o cessione del credito per tutti gli interventi di risparmio energetico realizzati sugli interi edifici, di proprietà condominiale o privata, comprese le villette a schiera, a patto che si riduca di due classi il consumo energetico.

Agevolazione ammessa anche per le seconde case, ma esclusa per gli immobili di lusso.

Nessuna limitazione, invece, per gli interventi in condominio.

Con l'ingresso delle seconde case sono stati rivisti i massimali di spesa ammessi all'agevolazione che variano in funzione del numero di immobili in condominio.

Chiarito che in caso di sconto in fattura, questo non potrà superare l'importo dei lavori, per cui il bonus pari al 110 per cento della spesa sarà riconosciuto esclusivamente nel caso in cui si intenda utilizzare la detrazione direttamente o effettuare la cessione del credito.

Confermata la possibilità di sconto in fattura o cessione del credito anche per il bonus facciate al 90 per cento, e per le detrazioni “ordinarie” per ristrutturazione e risparmio energetico.

Opzione solo per i lavori effettuati nel 2020 e 2021.

Asseverazione e visto di conformità obbligatori per il superbonus.

Nell'ebook l'analisi delle disposizioni previste dopo il passaggio parlamentare del decreto.

 

Antonella Donati
È giornalista professionista, ha al suo attivo diversi anni di giornalismo parlamentare con particolare attenzione all’approvazione delle misure di carattere finanziario e alle manovre di bilancio. In questo ambito si occupa espressamente di tematiche fiscali, contributive e previdenziali. È autrice di numerosi volumi, articoli e saggi in materia.

Antonella Donati, 2020, Maggioli Editore
13.58 € 11.54 €

NOVITÀ CALCOLO APE

Ebook con i criteri per la nuova metodologia di calcolo APE + prescrizioni per nuovi edifici e ristrutturazioni + agevolazioni fiscali per l’efficienza energetica degli edifici aggiornate al Dl Rilancio e al Superbonus 110%

Fonte: Ingenio | Casa e clima

Foto: iStock/sefa ozel


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here