Home Edilizia Via la muffa dai muri: la vera soluzione esiste?

Via la muffa dai muri: la vera soluzione esiste?

Problema classico che compromette l'abitabilità e l'uso dell'edificio, oltre a precluderne la commerciabilità. Le possibilità per eliminarla definitivamente (sfruttando le detrazioni fiscali)

277

Nemico numero uno che sembra indebellabile in edilizia, la muffa è un tipo di fungo che generalmente cresce in condizioni di oscurità e umidità. Gli effetti collaterali della muffa derivano dal rilascio di spore, sostanze irritanti e tossiche che potrebbero causare reazioni allergiche. Tra i tanti tipi che si formano, la più pericolosa è originata dal fungo Strachybotrys chartarum, che si presenta con macchie nere verdognole sulle pareti e sul soffitto della casa, a causa dell’umidità e delle infiltrazioni d’acqua e le micotossine che sono molto cancerogene (>> Leggi: Umidità e muffa in casa: dove controllare, come rimediare).

Oltre al problema della salubrità, potreste aver notato nel tempo la formazione di antiestetiche macchie scure, specialmente in stanze come il bagno o la cucina. Quali soluzioni? Intervenendo sull’efficientamento energetico dell’edificio si può risolvere il problema? Con quali materiali?

Via la muffa dai muri: la vera soluzione esiste?

Cause comuni della muffa

Le cause che permettono il proliferare della muffa in casa sono diverse, le più frequenti e comuni sono:
sigillatura eccessiva degli edifici per il risparmio energetico senza lo studio di un’adeguata ventilazione;
insufficiente isolamento termico delle pareti: muri, travi e pilastri rivolti all’esterno e non perfettamente coibentati conosciuti come i ponti termici, che sono quelle zone locali limitati dell’involucro edilizio che rappresenta una densità di flusso termico maggiore rispetto agli elementi costruttivi adiacenti;
errate abitudini di riscaldamento e di ventilazione della casa: insufficiente ricambio d’aria, biancheria umida messa ad asciugare all’interno specialmente nella stagione fredda, eccesso di acqua nelle piante (>> Sulla ventilazione: conviene per rifare il tetto?)

SUPERBONUS 110% – CAPPOTTO TERMICO
Come ridurre di due classi il consumo energetico dell’edificio

Materiali, quali sono consigliati?

I materiali consigliati per togliere la muffa dai muri e per effettuare un risanamento in caso di umidità non devono assorbire acqua in modo eccessivo, essi devono essere permeabili al vapore, incombustibili, di facile posa, sagomabili e forabili per eventuali ispezioni. Gli intonaci consigliati sono quelli termici (argilla, argilla/sughero, calce).

Tra l’altro, con il Bonus facciate e il Superbonus, l’intonaco termico potrebbe essere un intervento da eseguire prima possibile!

>> Leggi: Superbonus 110% con l’intonaco a risparmio energetico

Quale agevolazione vale?

Prendiamo in esame il bonus facciate, le cui regole specificano che la nuova agevolazione del 2020 con aliquota maggiorata al 90%, è ammessa per i semplici interventi di pulitura o tinteggiatura esterna, ma vincolata quando si tratta, invece, di intervenire anche sull’intonaco dell’edificio.

Secondo il testo, infatti, nel caso in cui i lavori di rifacimento della facciata non siano di semplice ritinteggiatura, ma riguardino interventi influenti dal punto di vista termico o interessino oltre il 10 per cento dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, è possibile usufruire del bonus facciate a patto di migliorare la qualità energetica dell’edificio. (>> Leggi: Bonus Facciate: tutti i dettagli).

Cosa ha aggiunto il DL Rilancio?

Il bonus facciate resta invariato, ma c’è una grossa novità: è possibile la cessione o lo sconto in fattura. E se si realizza un cappotto termico incentivato al 110%, allora anche la tinteggiatura sconta quel bonus (con recupero in 5 anni, su una spesa di 60 mila euro per unità). Il 110% inoltre, non ha limiti di zona urbanistica, ma sono esclusi gli edifici unifamiliari seconde case. Questo perché si tratta di un intervento di riqualificazione energetica di un edificio, e quindi di Ecobonus.

>> Per tutti i dettagli: Rifare la facciata col Superbonus: conviene ancora di più

SISMABONUS
Meglio l’intonaco armato o l’iniezione di malta di calce?
Esempi di interventi accedere alle detrazioni

Individuare il problema

Gli interventi di risanamento dovranno essere sempre eseguiti rivolgendosi a professionisti qualificati, ditte specializzate con maestranze preparate e preceduti da uno studio del fenomeno con l’eventuale utilizzo della macchina termografica e termo igrometro in primis, strumenti indispensabili per individuare problemi di isolamento inadeguato, perdite di aria ed energetiche, problemi idraulici e di riscaldamento, danni causati da perdite o condensa o problemi di muffa.

Inoltre, la presenza di muffa in casa e umidità che pregiudicano la funzione abitativa dell’immobile e la salute degli occupanti, incidono sulla commerciabilità del bene, che si concretizza nella carenza dei requisiti di funzionalità, utilità e pregio che la cosa dovrebbe presentare, e rende nullo o annullabile l’atto del trasferimento del bene stesso, come stabilito dall’art. 1490 del CC.

È da specificare che il venditore o il proprietario di un immobile concesso in locazione, risponde anche penalmente delle lesioni cagionate per i vizi e difetti dell’immobile. Basta leggere la Sentenza del 20 dicembre 2016 n. 824 del Giudice di Pace di Forli, che riguarda le lesioni subite da alcuni minori, figli di una signora che aveva acquistato un immobile per adibirlo a residenza familiare, che manifestava una copiosa infiltrazione che causava muffe e umidità.

IDENTIKIT DETRAZIONE RISTRUTTURAZIONE
Superbonus anche per interventi effettuati in passato

Tale vizio costruttivo, mai risolto dai venditori, è stato causa di infezioni alle vie respiratorie dei figli della donna, la quale, esasperata dal continuo ricorso alle cure mediche, per le lesioni subite dai figli, si è rivolta all’autorità giudiziaria, che naturalmente gli ha dato ragione ed ha condannato l’impresa costruttrice al risarcimento del danno cagionato e alle spese di giudizio.

Ti potrebbe interessare

L’umidità da risalita muraria

L’umidità da risalita muraria

Marco Argiolas, 2020, Maggioli Editore

Semplicità e chiarezza sono i caratteri distintivi di questa opera editoriale, giunta alla sua seconda edizione. Si tratta di un testo molto utile per potersi facilmente districare nel mondo nebuloso e oscuro dell’umidità da risalita degli edifici. Attraverso la...



NOVITÀ SUPERBONUS 110% 

>> Acquista il Manuale sulle procedure per le ristrutturazioni edilizie, in omaggio riceverai la Guida al Superbonus 110% + Cessione del Credito + Altre detrazioni in edilizia.
Chi acquista dal nostro shop l’ottimo manuale di Alessandro Mezzina avrà immediatamente il PDF (di oltre 50 pagine di contenuti) con la guida che spiega tutte le novità nel settore edilizio e del risparmio energetico contenute nel DL rilancio.
Procedure per le ristrutturazioni edilizie residenziali

Procedure per le ristrutturazioni edilizie residenziali

Alessandro Mezzina, 2017, Maggioli Editore

Questo prontuario, unico nel suo genere, analizza in modo rigoroso e completo tutta la normativa nazionale (compresa quella tecnica di settore), che il professionista deve conoscere e applicare quando affronta un intervento di ristrutturazione della casa, al fine di impostare...



SUPERBONUS 110% DOPO IL DECRETO RILANCIO. TUTTI I LAVORI AGEVOLABILI - eBook

SUPERBONUS 110% DOPO IL DECRETO RILANCIO. TUTTI I LAVORI AGEVOLABILI - eBook

Antonella Donati, 2020, Maggioli Editore

Superbonus al 110% per tutti gli interventi di risparmio energetico realizzati sugli interi edifici, di proprietà condominiale o privata, ma solo nel caso in cui l'immobile unifamiliare sia destinato a prima casa.Il bonus potrà essere ceduto alle imprese a fronte di uno sconto in...



Foto: iStock/Urban78


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here