Home Fiscale Superbonus 110%, i requisiti tecnici degli interventi per le detrazioni

Superbonus 110%, i requisiti tecnici degli interventi per le detrazioni

Il MISE pubblicherà entro giugno il decreto (fermo da anni) che prescrive le regole per ottenere le agevolazioni e i massimali di costo per ogni tipo di lavoro

6660

In stand-by da tempo, è ora finalmente in dirittura d’arrivo il decreto del Ministero dello sviluppo economico con i requisiti tecnici che devono soddisfare gli interventi che beneficiano dell’ecobonus, e i massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento.

Il decreto sarà “in pista” entro giugno. L’obbiettivo del governo, è infatti quello di avere una base certa per consentire l’asseverazione dei lavori per i quali, dal 1° di luglio, si potrà usufruire del Superbonus al 110% (leggi: >> Superbonus 110% per pochi lavori, cessione del credito per tutti).

Superbonus 110%, i requisiti tecnici degli interventi per le detrazioni

La storia del decreto

Il decreto necessario per calcolare la congruità dei costi è stato previsto dal comma 3-ter dell’art. 14 del dl 63/2013, che ha prorogato e rimodulato le detrazioni per il risparmio energetico. Il testo prevedeva il varo di uno o più decreti o ministeriale entro 60 giorni dell’entrata in vigore della legge, per definire i requisiti tecnici e i massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento. Una bozza è ferma al Mise dal 2018.

Nel frattempo per i requisiti si continua a fare riferimento al DM del Ministero dell’economia del 19 febbraio 2007 e al decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008.

Superbonus 110% – IMPRESA VS COMMITTENTE
Lo sconto fa gola ai privati, non alle imprese
Un esempio pratico spiega perché

Congruità dei costi e asseverazione

Si tratta, dunque, di testi ormai datati, mentre una bozza del nuovo decreto è ferma al MISE dal 2018. Il varo del decreto è ormai imminente perché, come detto, il governo vuol evitare un indebito aumento dei costi a fronte della possibilità si usufruire del Superbonus al 110%.

>> Scarica le pagine del DL Rilancio dedicate alle detrazioni fiscali

Per questo il Decreto Rilancio prevede che i tecnici abilitati dovranno asseverare il rispetto dei requisiti previsti e la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati nell’ambito del risparmio energetico. Una copia dell’asseverazione dovrà essere trasmessa all’ENEA.

** ECOBONUS 110% – CAPPOTTO TERMICO **
Ecco come ridurre di due classi il consumo energetico

Assicurazione obbligatoria

Diventa per questo obbligatoria, per i professionisti interessati, la stipula di una polizza di assicurazione della responsabilità civile, con massimale adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate e agli importi degli interventi oggetto delle predette attestazioni o asseverazioni e, comunque, non inferiore a 500 mila euro, al fine di garantire ai propri clienti e al bilancio dello Stato il risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’attività prestata.

Sono infatti previste pesanti sanzioni in caso di false attestazioni, oltre che la decadenza dal diritto al credito.

>> Leggi: Professionisti K.O. con la polizza da 500 mila euro

** SUPERBONUS 110% **
Come scegliere l’agevolazione più adatta al tuo edificio?
Scoprilo in 5 punti

Ti potrebbero interessare:

L’ebook sulle detrazioni per la casa

Ecobonus e risparmio energetico. Le novità e le conferme 2020 con quesiti risolti

Ecobonus e risparmio energetico. Le novità e le conferme 2020 con quesiti risolti

Lisa De Simone, 2020, Maggioli Editore

Ecobonus confermato con aliquote al 50 e 65 per cento a seconda dei lavori. Detrazioni più elevate per gli interventi in condominio. Sempre ammessa la cessione del credito. Previsto anche lo sconto in fattura ma solo per i lavori condominiali di importo superiore ai 200.000 euro relativi...



L’ebook sulla sicurezza sul lavoro nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore

L’e-book, aggiornato al DPCM 17 maggio 2020, si propone come un vero e proprio vademecum completo per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso si propone di illustrare, con esempi pratici ed estrema chiarezza, quali sono le procedure di sicurezza...



Foto: Ridofranz


Condividi

2 Commenti

  1. Buondì, in attesa che il tutto sia esplicitato dall’Agenzia delle Entrate ed anche le banche abbiano indicazioni al riguardo. Ritenete possibile per il Mario Rossi di turno fare il cappotto termico alla propria casa senza dover anticipare un euro?

  2. Salve,
    gli attestati Ape, e le pratiche enea, potranno redigerli i tecnici certificatori energetici, abiltati dal corso di 80 ore ” dpr 75/ 2013″, iscritti al solo elenco Regionale

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here