Home Appalti Decreto rilancio, dov’è finito il pacchetto Appalti?

Decreto rilancio, dov’è finito il pacchetto Appalti?

Cestinata la sezione del dl che avrebbe accelerato gli appalti in corso e quelli da bandire nel prossimo anno. Sparite anche altre misure sulla liquidità alle imprese e tutte le richieste di Anac

684

Almeno un colpo di scena ci voleva in questi giorni di “ansia” e attesa per questo decreto rilancio. Tutte le misure preannunciate in merito ai bonus fiscali per l’edilizia e i 600 euro per i professionisti sono state, con qualche minima variazione, mantenute all’interno del testo approvato dal Consiglio dei Ministri. Sul tema abbiamo realizzato un “riassuntone”:
>> Decreto rilancio, tutte le novità per edilizia e professionisti

Il colpo di scena riguarda gli Appalti. Cancellato dal testo il punto che avrebbe dovuto a rilanciare anche questi, snellendo le procedure per tutti gli appalti in corso e quelli da bandire nel prossimo anno. Ma mancano all’appello anche le misure per consentire alle imprese di avere liquidità, come l’incremento dell’anticipazione (dal 20% al 30%) o il dimezzamento della cauzione provvisoria per l’aggiudicataria. Infine è sparita la proposta dell’Anac per il pagamento alle imprese di tutte le lavorazioni effettuate fino a quel momento in cantiere.

Dove sono finiti tutti questi provvedimenti e le richieste di Anac?

Decreto rilancio, dov’è finito il pacchetto Appalti?

In realtà nella bozza del decreto non si legge più nemmeno l’idea lanciata per rendere subito spendibili le risorse di Ferrovie e Anas indicati nei rispettivi aggiornamenti dei contratti di programma, e che ancora attendono il perfezionamento: l’aggiornamento 2018-2019 del contratto di programma 2017-2021 parte investimenti tra il Mit e Rfi Spa e l’aggiornamento 2018-2019 del contratto di programma 2016-2020 dell’Anas.

** SUPERBONUS 110% **
Come scegliere l’agevolazione più adatta al tuo edificio?
Scoprilo in 5 punti

40 milioni al fondo Salva Opere

La misura è destinata a imprese subappaltatrici e subfornitrici che hanno risentito del fallimento di main contractor di appalti pubblici che, entrati in difficoltà, hanno interrotto i lavori e i pagamenti ai propri fornitori e mandanti. La relazione che accompagna il testo spiega che a fronte di una disponibilità iniziale di 45 milioni, sono state presentate domande per 82 milioni. Quindi i fondi previsti dal testo del decreto rilancio, nella sua ultima veste, dovrebbero coprire la domanda complessiva.

Contributi Anac

Stazioni appaltanti e imprese saranno esonerati fino a dicembre dal versamento dei contributi ad Anac. La sospensione vale per «per tutte le procedure di gara avviate dalla data di entrata in vigore della presente norma e fino al 31 dicembre 2020».

** SUPERBONUS 110% **
Non vale per lavori in appartamento

Appalti veloci e semplici, nuova strategia nel vademecum Anac

Assegnazione degli appalti senza pubblicazione dei bandi di gara, tempi ridotti per la presentazione delle offerte, autodichiarazioni e controlli ex post. Le idee per tagliare i tempi degli appalti, forse “bandite” dal decreto rilancio, ma comunque molto interessanti oltre la logica dell’emergenza di questi giorni.
>> Leggi qui l’articolo e il vademecum Anac

Cantieri edili riaperti, FAQ utili per i professionisti

Come lavorare a norma, in sicurezza, aggiornamenti, Protocolli vigenti, Sicurezza, DPI. Qui trovate TUTTO quello che (attualmente) serve sapere in cantiere.

** CANTIERI E CORONAVIRUS **
Pagina speciale

>>> Le informazioni sul “Come fare in cantiere” sono tratte da:

EBOOK: Coronavirus, come ripartire? Tutte le regole per le attività

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore

L’e-book, aggiornato al DPCM 17 maggio 2020, si propone come un vero e proprio vademecum completo per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso si propone di illustrare, con esempi pratici ed estrema chiarezza, quali sono le procedure di sicurezza...



Foto: iStock/kparis


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here