Home Fiscale Decreto rilancio, credito d’imposta all’80% per adeguare gli ambienti di lavoro

Decreto rilancio, credito d’imposta all’80% per adeguare gli ambienti di lavoro

La nuova detrazione fiscale sarà per le spese di investimento sostenute nell’anno 2020 e necessarie alla riapertura in sicurezza delle attività

589

Nell’ultima versione del Decreto rilancio, ormai in fase di approvazione definitiva, è stata inserita una detrazione fiscale dell’80% per le spese di investimento sostenute nell’anno 2020 e necessarie alla riapertura in sicurezza delle attività economiche.

Tra le spese di investimento sono compresi interventi edilizi necessari per il rifacimento o riorganizzazione di spogliatoi, mense, ingressi e spazi comuni, ma anche nuove strumentazioni per lo svolgimento dell’attività lavorativa e apparecchiature necessarie alla sicurezza dei dipendenti.

Come sarà possibile fruire del credito? Ecco alcune anticipazioni.

Decreto rilancio, credito d’imposta all’80% per adeguare gli ambienti di lavoro

È previsto che il credito d’imposta sia cumulabile con altre agevolazioni per le medesime spese, comunque nel limite dei costi sostenuti. La detrazione fiscale è utilizzabile in 10 anni esclusivamente in compensazione ed è cedibile ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari, con facoltà di successiva cessione del credito.

Leggi anche: Decreto rilancio sul Bonus Casa. 5 punti per scegliere l’agevolazione più adatta

A chi spetta?

Senza dubbio tra i soggetti beneficiari del credito d’imposta ci saranno gli operatori con attività aperte al pubblico (cfr. art. 128-bis della bozza del Decreto rilancio 2020). Probabilmente sarà erogato anche alle associazioni, alle fondazioni e agli altri enti privati, compresi gli enti del Terzo del settore.

In ogni caso una circolare dell’Agenzia delle Entrate stabilirà criteri e modalità di applicazione e di fruizione del credito d’imposta entro 30 giorni dalla pubblicazione della legge di conversione del decreto.

Decreto rilancio e Superbonus 110%

Il cosiddetto Superbonus 110%, permetterà un maxicredito d’imposta per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, e servirà soprattutto per intervenire su caldaie, cappotti termici e pannelli solari.

Leggi gli approfondimenti:
>> Superbonus 110%, i 3 macro-interventi agevolati
>> Ecobonus 110%, un bazooka per l’edilizia

Ti potrebbero interessare:

Cantieri, ambienti di lavoro e Coronavirus

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore

L’e-book, aggiornato al DPCM 17 maggio 2020, si propone come un vero e proprio vademecum completo per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso si propone di illustrare, con esempi pratici ed estrema chiarezza, quali sono le procedure di sicurezza...



Condominio, come gestire la Fase 2 Covid-19?

Guida operativa per amministratori di condominio con modulistica e aiuto nella gestione di:
  • Assemblee condominiali a distanza
  • Gestione della privacy e accesso agli estranei
  • Pagamento delle spese condominiali
  • Impugnazione delle delibere
  • Sanificazione delle parti comuni
LA GESTIONE DEL RISCHIO COVID-19

LA GESTIONE DEL RISCHIO COVID-19

Carmine Moretti, Marco Ballardini, 2020, Maggioli Editore

Questa pubblicazione è nata allo scopo di fornire strumenti utili e indicazioni da seguire nella gestione dell’emergenza legata alla diffusione dell’infezione da COVID-19 nei luoghi di lavoro e nei cantieri. Si è voluto dare un taglio pratico al testo, sulla base...



Foto: iStock/nikom1234


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here