Home in evidenza Cantieri edili riaperti, FAQ utili per i professionisti

Cantieri edili riaperti, FAQ utili per i professionisti

Dal 4 maggio tutti i cantieri sono "potenzialmente" aperti. Ma tanti sono i dubbi su come lavorare a norma, in sicurezza, e in modo efficiente. Ecco alcuni chiarimenti

510

Le polemiche impazzano: dagli oneri aggiuntivi per le misure sanitarie, che ancora non si sa chi sarà a pagarli, alle responsabilità penali che potrebbero incorrere in caso di lavoratore contagiato da Coronavirus.

È tuttavia fondamentale intervenire e ricominciare del tutto a operare nel settore edile. Come? Abbiamo creato una sezione dedicata al COME eseguire ogni fase lavorativa in cantiere. Aggiornamenti, Protocolli vigenti, Sicurezza, DPI: tutto quello che serve al professionista al tempo del Covid-19

** CANTIERI E CORONAVIRUS **
Pagina speciale

Le seguenti questioni sono invece alcuni “temi caldi” sorti in queste prime giornate di cantiere Fase 2.

Cantieri edili riaperti, FAQ utili per i professionisti

Le misure riportate sono state pensate per le attività di produzione e i cantieri, e sono da attuare da parte dell’azienda per la gestione del rischio COVID-19 in relazione agli ultimi accordi siglati fra Governo e Parti Sociali.

Esempio di Protocollo aziendale prevenzione contagio COVID-19 – Cantiere

Nella prospettiva di tenere traccia degli adempimenti attuati dall’azienda, ecco un esempio di Protocollo da allegare alla DVR (Documento di Valutazione del Rischio), in cui riportare tutti i dati raccolti dalla check-list (ovvero le azioni svolte). Sono evidenziate le misure necessarie all’interno dell’area lavorativa e subito sotto le possibili modalità di attuazione.

Si precisa che si tratta di un documento in costante divenire – in base a eventuali azioni future che verranno intraprese dall’azienda, nonché all’evolversi delle disposizioni istituzionali – e che, nella sua compilazione, è di fondamentale importanza indicare: Data Attuazione / Da Attuare / Non Applicabile.

Le misure indicate si applicano alle imprese affidatarie, alle imprese esecutrici, ai subappaltatori, ai lavoratori autonomi e ai sub-fornitori presenti in cantiere.

Consulta anche: Cantieri Fase 2, come aggiornare i costi della sicurezza

Check list operativa

Sono stati limitati al massimo gli spostamenti all’interno e all’esterno del cantiere, contingentando l’accesso agli spazi comuni anche attraverso la riorganizzazione delle lavorazioni e degli orari del cantiere?

In caso di lavori in appalto, tale organizzazione è a carico della ditta committente. Nello specifico, in data ../../…. l’azienda o la committente ha stabilito, in sinergia con le aziende in appalto, degli ingressi separati, la regolamentazione degli accessi e degli spazi comuni (zona carico e scarico, sala break, servizi, ecc.). L’azienda ha organizzato due turni di accesso del personale, la mattina alle …. e alle …., per evitare assembramenti e mantenere le distanze di sicurezza. Gli spostamenti tra cantiere e aree chiuse (uffici, spogliatoi, ecc.) e viceversa sono già limitati al minimo indispensabile e, in particolare, avverranno solo in caso di stretta necessità, attuando le dovute precauzioni. Inoltre, l’azienda in data ../../…. ha affisso sulla propria bacheca, e inviato via whatsapp a tutti i lavoratori, la “Procedura di aggiornamento Coronavirus LAVORATORI” che fornisce istruzioni in merito alla regolamentazione degli accessi e degli spazi comuni (zona carico e scarico, sala break, servizi, ecc.).

Per l’accesso dei fornitori esterni, sono state individuate le procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale presente nel cantiere, con integrazione in appendice nel Piano di sicurezza e coordinamento?

In caso di lavori in appalto, la ditta committente ha organizzato degli accessi differenziati per ogni ditta; a tal proposito, il personale dell’azienda accede esclusivamente dalla parte X del magazzino. Indicare quali ingressi vengono utilizzati. Inoltre, l’azienda ha implementato una procedura specifica, allo scopo di ridurre ulteriormente tali occasioni, che è stata affissa in bacheca e inviata via whatsapp a tutti i lavoratori il ../../….. Viene consentito l’accesso al personale esterno solo quando strettamente necessario (impresa di pulizie, fornitori e trasportatori, manutentori, ecc.) e mantenendo la distanza interpersonale di almeno 1 metro; le disposizioni per la consegna di materiale/attrezzature prevedono di evitare il contatto con personale esterno e limitano tali operazioni ad aree identificate.

Agli autisti dei mezzi di trasporto viene impedito l’accesso ai locali chiusi comuni del cantiere?

In caso di lavori in appalto, tali operazioni sono garantite dalla ditta committente, la quale ha impedito l’accesso ai locali o alle aree chiuse del cantiere.
Sì.
Data di attuazione ../../…..

Ai fini della sanificazione e della igienizzazione sono stati inclusi anche i mezzi d’opera con le relative cabine di guida o di pilotaggio, le auto di servizio e le auto a noleggio e i mezzi di lavoro quali gru e mezzi operanti in cantiere?

Le procedure di sanificazione sono specificate nell’integrazione al PSC/POS. Cabine dei mezzi, auto e mezzi di trasporto: vengono sanificati giornalmente il cambio, il cruscotto, il volante, ecc. Ogni 30-40 giorni viene svolta la sanificazione completa dei mezzi da parte di una ditta specializzata.

* Altri approfondimenti speciali *
Come aggiornare il PSC di cantiere?
Come aggiornare il POS di cantiere?
La Check list del Datore di lavoro

Il datore di lavoro ha provveduto a rinnovare a tutti i lavoratori gli indumenti da lavoro prevedendo la distribuzione a tutte le maestranze impegnate nelle lavorazioni di tutti i dispositivi individuale di protezione anche con tute usa e getta?

Sì, tali operazioni sono state svolte il ../../….

Sono state sospese quelle lavorazioni che possono essere svolte attraverso una riorganizzazione delle fasi eseguite in tempi successivi senza compromettere le opere realizzate?

Il CSE ha provveduto ad aggiornare il cronoprogramma in modo da posticipare le fasi non indispensabili. Tale aggiornamento è stato riportato sul PSC.

Per completare la lettura e ricevere altri utili consigli operativi:

EBOOK: Coronavirus, come ripartire? Tutte le regole per le attività

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore

L’e-book, aggiornato al DPCM 17 maggio 2020, si propone come un vero e proprio vademecum completo per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso si propone di illustrare, con esempi pratici ed estrema chiarezza, quali sono le procedure di sicurezza...



Foto: iStock/VasukiRao


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here