Home Professionisti Prestito imprese e professionisti, come ottenerlo

Prestito imprese e professionisti, come ottenerlo

Quali sono le regole? Quali sono i tassi e qual è la durata? Come si fa la domanda? Finanziamenti disponibili fino a quando?

2933

Partono oggi i finanziamenti fino a 25.000 euro dalle banche, subito, senza necessità di istruttoria. Professionisti e imprese che hanno hanno visto ridursi i guadagni o hanno dovuto sospendere l’attività a causa del Covid-19, potranno avere i soldi in in tempi brevi. Documentazione snella, e modello di domanda da scaricare e presentare per email, anche senza posta certificata, già disponibile.

Prestito Pmi e Professionisti, quali sono le regole?

Il Decreto Liquidità prevede la garanzia dello Stato per i prestiti a professionisti, persone fisiche che gestiscono attività di impresa per un importo massimo del 30% del fatturato 2019. Fino a 25.000 euro il rilascio della garanzia è automatico da parte del Fondo per la liquidità. Quindi la banca potrà erogare il finanziamento in tempi brevissimi, dopo aver valutato comunque il cliente. Questo ovviamente restringe sia i tempi che i costi.

Quali sono i tassi e qual è la durata?

Il finanziamento, infatti, è comunque un prestito vero e proprio, da restituire in un massimo di 72 rate. I tassi sono ridotti al minimo, in quanto in presenza della garanzia dello Stato la banca è tenuta ad applicare il tasso minimo previsto, al netto del costo della garanzia. Richiesto un costo di istruttoria pari allo 0,25% della somma richiesta.

Come fare la domanda?

La procedura è semplice: basta compilare il modello allegato. Nel modulo occorre solo indicare l’attività esercitata con il relativo codice ATECO, la finalità del prestito, e il fatto che che l’attività esercitata e è stata danneggiata dall’emergenza covid. Necessario poi indicare l’ammontare dei ricavi che risultano dall’ultima dichiarazione fiscale.

Finanziamenti disponibili fino a dicembre

Per questo tipo di finanziamenti non è previsto un plafond massimo disponibile, ma le condizioni semplificate e i tassi ridotti sono ammessi fino al 31 dicembre 2020. È possibile, quindi, valutare anche altre opzioni senza rischiare di rimanere a secco.

Approfondisci

Clicca per avre più info

 

E inoltre…

Bonus autonomi Coronavirus, chi li ha ricevuti?

Entro questa settimana partite Iva, commercianti, artigiani, stagionali, agricoli, cococo, lavoratori dello spettacolo, riceveranno il sussidio previsto dal decreto Cura Italia del 17 marzo a copertura delle perdite per l’epidemia da Covid 19. Queste sono le parole del Governo, che afferma anche di aver già accreditato l’indennità di 600 euro relativa al mese di marzo a 1 milione di lavoratori autonomi. Leggi tutto l’articolo


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here