Home Professionisti Decreto liquidità: professionisti, stop a tributi e contributi

Decreto liquidità: professionisti, stop a tributi e contributi

Stop a versamenti tributari e contributivi per i professionisti che hanno visto un calo di almeno un terzo dei ricavi o dei compensi a causa del Coronavirus. Chi non ha dipendenti può richiedere la non applicazione della ritenuta d'acconto in fattura.

496

Decreto liquidità: rinvio di due mesi per i professionisti

Il Decreto liquidità (leggi qui la sintesi dei suoi contenuti) entrato in vigore ieri sposta in avanti di un mese il blocco dei versamenti di Iva e contributi per tutti i contribuenti con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33 per cento a e aprile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

In questi casi sono sospesi per i mesi di aprile e di maggio i versamenti in autoliquidazione relativi all’Iva e alle ritenute alla fonte per eventuali dipendenti e collaboratori. Sospesi per lo stesso periodo anche i versamenti contributivi.

Il rinvio dei versamenti è previsto anche per le imprese con ricavi oltre la soglia a fronte di una riduzione del fatturato di almeno il 50%.

Pagamenti da giugno

I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno. Possibile anche decidere di versare a rate. Previste a un massimo di 5 rate mensili di pari importo, al prima delle quali deve essere pagata entro giugno.

Sospesa la ritenuta d’acconto in fattura

Per i professionisti con ricavi o compensi non superiori a euro 400.000 nel 2019, e senza spese per dipendenti nel mese di marzo, viene confermata la possibilità di chiedere anche per aprile e maggio la non applicazione della ritenuta d’acconto in fattura.

E’ necessario per questo annotare sulle fatte che si intende usufruire delle norme previste dall’art. 19 del dl n. 23 dell’8 aprile 2020. Le ritenute sospese dovranno poi essere versate sostituto in un’unica soluzione entro il 31 luglio, in un massimo di 5 rate mensili di pari importo sempre a partire da luglio.

Approfondisci i contenuti del Decreto Liquidità

Scarica l'analisi del decreto liquidità

—–


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here