Home Fiscale Ecobonus 100%? ANFIT la pensa diversamente

Ecobonus 100%? ANFIT la pensa diversamente

Potenziare il bonus è un'idea più che sensata, ma le modalità ipotizzate sono inadatte. Ecco cosa propone ANFIT

65

Quali sono le misure più adatte per evitare il collasso totale dell’edilizia? A causa del Coronavirus si stanno prendendo diversi provvedimenti (vedi: Coronavirus, bonus mensile per i professionisti), e tra i tanti vociferati c’è anche quello dell’estensione dell’ecobonus al 100%.

Lo ha ipotizzato qualche giorno fa Patuanelli affermando che l’edilizia è «[…] un settore fortemente in crisi da tanti anni che, da un lato, si può rivitalizzare semplificando le opere pubbliche, dall’altro si può spingere portando anche al 100% la detrazione per l’efficienza energetica e accompagnandola con lo sconto in fattura».

Ecco però la controproposta di ANFIT, che ritiene il bonus un’idea sensata, ma le modalità ipotizzate assolutamente inadatte.

Ecobonus 100%? ANFIT la pensa diversamente

Ecco i passaggi fondamentali proposti da ANFIT:
– riportare l’Ecobonus per i serramenti dal 50 al 65%, garantendo ripresa dell’edilizia, risparmio per i privati e miglioramento delle prestazioni energetiche del parco immobiliare nazionale;
– ridurre da 10 a 5 anni l’orizzonte temporale entro cui le detrazioni possano essere recuperate dal privato, rendendo appetibili gli interventi incentivati anche per le persone non particolarmente giovani;

Leggi anche: Bonus facciate e isolamento termico: le risposte a tutti i quesiti

eliminare la ritenuta d’acconto dell’8% per le aziende del Made in Italy, correggendo un sistema ingiusto che dopo l’introduzione della fatturazione elettronica ha perso qualsiasi ragion d’essere;
– introdurre dei vincoli che rendano questo “Ecobonus potenziato” fruibile solo da parte di chi produce e paga le tasse in Italia favorendo così nell’immediato il Made in Italy;
abbandonare qualsiasi proposito di reintrodurre lo sconto in fattura, evitando una misura solo all’apparenza vantaggiosa, ma che nella realtà porta all’aumento dei prezzi per i clienti finali e del debito pubblico dello Stato.

Un’ulteriore proposta è quella di stabilizzare l’Ecobonus in modo di aiutare anche i privati per l’organizzazione dei propri investimenti in relazione a un arco di tempo più ragionevole.

Potrebbe interessarti: Detrazione ristrutturazione per l’edilizia libera: facciamo chiarezza

Abbiamo realizzato un eBook con tutte le NOVITÀ (e le conferme) in materia fiscale che riguardano l’edilizia. Tra queste, prima di tutto, il Bonus facciate.

BONUS FACCIATE E AGEVOLAZIONI FISCALI 2020 IN EDILIZIA

BONUS FACCIATE E AGEVOLAZIONI FISCALI 2020 IN EDILIZIA

Lisa De Simone, 2019, Maggioli Editore

Esordisce dal 1° gennaio 2020 il nuovo Bonus Facciate che garantisce un super sconto fiscale del 90% per il miglioramento e l’abbellimento delle facciate degli edifici. Nella Manovra Finanziaria 2020 non c’è solo questa importante novità. Accanto al super bonus,...



Foto: iStock-170009325


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here